free web hosting | free website | Web Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.scienza.astronomia,it.scienza.geologia 
Subject: Re: catastrofe globale e Medioevo.
Date:  Sun, 29 Oct 2000 00:30:34 GMT 

On Thu, 26 Oct 2000 14:42:01 +0100, Paolo  wrote:

>Già... i miei termini di paragone sono biologici (somiglianza del DNA), i tuoi ideologici. Inutile dire
>che per me non valgono niente in termini scientifici.

in realta' non fai altro che scimmiottare Ernesto e le sue idiozie buoniste.
Come ho gia' ripetuto si tratta di argomenti fallati, perche' lo stupido contare
e mettere in fila i geni uno ad uno non serve a nulla, dato che MINIME
differenze di codice genetico provocano differenze anche enormi tra gli esseri
viventi.
Tante' che anche gli animalisti sostengono che le scimmie siano simili agli
esseri umani e che debbano avere uguali diritti.

Le loro argomentazioni sono esattamente uguali alle vostre.

http://www.aldf.org/chimp.htm



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,soc.culture.italian 
Subject: Re: Arretratezza razziale (era la realtà della razza), lungo, parte prima
Date:  Tue, 31 Oct 2000 00:18:10 GMT 

On Fri, 27 Oct 2000 21:47:07 GMT, homburg@prinz.com wrote:

>On Fri, 27 Oct 2000 22:17:45 +0100, "Maurizio Morabito"
>>ma tu sai nulla dell'origine delle razze canine che ti vedi intorno?
>>Illustrami i cambiamenti del comportamento del bassotto dall'epoca Romana a
>>oggi.

>Cosa diavolo c' entra? Io parlo di differenze tra razze canine, ed il
>bassotto all' epoca romana non c'era.  

ma non badare a questi troll :

utilizza lo stesso sistema degli idioti che mi contraddicono : gioca sulle
parole, punta a contraddire a tutti i costi, attaccandosi ad ogni sciocchezza
irrilevante, puntando sempre a creare confusione, e a far deviare il discorso
dove preferisce.

Ottimo anche l' esempio del dingo, argomento valido contro certi tuttologi che
sostengono che, per creare una nuova razza siano necessari milioni di anni.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,soc.culture.italian,it.scienza 
Subject: Re: Arretratezza razziale (era la realtà della razza), lungo, parte seconda
Date:  Tue, 31 Oct 2000 00:18:12 GMT 

On Thu, 26 Oct 2000 13:54:56 GMT, vindemiatrix@my-deja.com wrote:

>Indubbiamente é stato  dimostrato negli ultimi decenni (salvo prove
>contrarie, tutto può succedere), che l'uomo si é evoluto dall'Africa con

mi sembra un argomentazione infantile, citata per ripicca 

>buona pace di Gobineau & Company, e che le differenze somatiche sono
>solo dovute ad adattamenti ambientali dimostrati dalla scienza.
se e' per quello, anche la specie umana si e' evoluta da progenitori
scimmieschi, e l' evoluzione non e' altro che una serie di adattamenti
ambientali


>Ovvero, non può più essere sostenibile sostenere che i bianchi sono
>certo migliori e più vicine alla perfezione degli uomini di colore per
>via del colore, dell'ossatura, dei tratti somatici del viso (labbra
>spesse, narici grandi, angolo facciale), quindi l'attenzione di chi
puo' essere sostenibile eccome, dato che i tratti di negri ed aborigeni sono gli
stessi dei nostri progenitori scimmieschi, a cui i negri sono alquanto piu'
vicini di noi.

>rimane deluso da questa affermazione scientifica si é spostata
>sull'esame delle ultime tendenze che indagano sulle differenze del
>cervello.
Nessuno e' "rimasto deluso" da quelle ricerche, ma le si approfondisce per l'
importanza di un organo che nella specie umana (con i dovuti distinguo ) ha
raggiunto la sua massima evoluzione .


>Il cervello di un bianco é migliore di quello di un nero?
>Ma pare che per i neurologi non ci sia molta differenza.

come al solito si liquidano argomenti anche complessi  sparando due righe di
sciocchezze inventate al momento.
Sei pregato di citare i neurologi secondo cui "non ci sia molta differenza",
dato che il cervello dei negri e' piu' piccolo, meno complesso, con meno
circonvoluzioni e con meno lobi frontali di quello dei bianchi, ricordando, in
tutto, quello dei nostri progenitori.


>Allora si pone la differenza culturale, che pare sia dovuta alla
>genetica, al DNA che predispone certe razze all'apprendimento e alla
>razionalità, tipica dei bianchi, mentre i neri per il loro DNA non sono
>portati se non faticosamente all'apprendimento e all'uso razionale di
>costrutti mentali.
>Si porta ad esempio il censimento   tra studenti bianchi e neri, il Q.I.
>e la loro riuscita nella vita.
difatti, dati reali e statistiche compiute su centinaia di migliaia di persone.

>Però  se i neri sono in famiglie agiate e colte e possono frequentare
>scuole di un certo livello, tutto si appiattisce di nuovo, al punto di
>confonderli.
QUINDICI PUNTI DI DIFFERENZA, come minimo.
Aumentando il livello sociale i negri aumentano il QI, ma i bianchi, utilizzati
per il controlli aumentano di piu'.

>Rimane però ancora un cavallo di battaglia: l'enorme sviluppo sociale e
>scientifico degli europei rispetto agli africani,  ecc. ecc.
>constatazioni che riporta nei suoi scritti il  Dr.Baker ed altri.
difatti e' stata la piu' semplice evidenza dell' inferiorita' di queste
miserabili popolazioni, fino al nonsense lysenkoista della biologia marxista.

>Ma la tendenza dei cavalieri é quella di rimanere legati a questi
>scritti, senza documentarsi sulle ultime teorie dell'antropologia e
>dell'etnologia.
biologia marxista, appunto


>Oggi   si trova la spiegazione, peraltro di una semplicità estrema.
>Si basa principalmente sul passaggio dalla società di
>cacciatori-raccoglitori a quella agricola e sul passaggio dall'una
>all'altra.>E sulle condizioni ambientali.
ho sentito la puzza degli sproloqui di Diamond appena ho iniziato a leggere


>Una società di cacciatori- raccoglitori per sopravvivere non può essere
>numerosa, non può avere strutture, case, non può accumulare materiale
>che possa portare con sé.
veramente negri ed indios vivono in villaggi stabili

>Mentre l'agricoltura fornisce quel  surplus di cibo, che può far nascere
>nella società categorie non produttive, come re, principi, funzionari,
>soldati, mantenuti dal surplus.
agricoltura che le razze inferiori non conobbero

>Surplus che  fornisce la possibilità di avere una prole più numerosa.
>Una donna nomade non può permettersi un figlio se il primo non ha almeno
>tre anni, quindi passano circa 4 anni tra un figlio e l'altro.
Quindi, parlando dell'Africa il limite sarebbe il numero insufficiente di figli?
Mi risulta che le donne africane sfornino figli a cominciare dagli undici anni,
senza avere pause.
Del resto, a parte questi sproloqui cosa significherebbe "puo' permettersi di
avere figli" ? 
Forse che nei villaggi di selvaggi hanno i consultori e praticano contraccezione
e controllo delle nascita ?
Vi rendete conto quali scemenze vi bevete ?

>Nella società agricola la densità di popolazione per ettaro aumenta e
>ciò rende possibile il passaggio  dalla banda alla tribù,alla chefferie
>sino allo stato.
>Mentre le bande di cacciatori-raccoglitori, per poter sopravvicere,
>devono evitare una pressione eccessiva sull'ambiente, limitando il
>numero di individui per ettaro.
muhahahahahaha !!!  grandioso !!
Non solo i selvaggi antropofaghi praticano il controllo delle nascite, ma,
addirittura lo fanno per tutelare l' ambiente !
Ed io che credevo che l' unico limite alle nascite fosse la mortalita' infantile
astronomica; pensate che credevo anche che fosse proprio l' ambiente ad
esercitare pressione , invece no, sono gli avanzatissimi trogloditi africani
che, rendendosi conto del meraviglioso ambiente naturale preferiscono morire di
fame piuttosto che esercitare troppa pressione su di lui !

Per caso il tuo amico Diamond riporta dove ottenne i dati per scrivere queste
perle ?
Sono considerazioni personali e seghe mentali che ha, probabilmente rimunginato
da solo, per poter scrivere qualcosa di credibile.


>Caratteristica dele società agricole é la domesticazione di piante
>commestibili (con selezione) e degli aniali (sempre con selezione).
difatti. cosa che i bianchi fecero da tempo immemorabile, ed i tuoi negri
nemmeno abbozzarono

>Per quanto concerne la domesticazione di animali,alla domanda : perché
>in Africa non ebberolo sviluppo di  animali domestici da soma e da carne
>la risposta é già stata dato:
difatti : sia  perche'i negri sono stupidi e preferiscono vivere alla giornata,
sia per l' ENORME ABBONDANZA di animali da carne allo stato selvatico in Africa.

>Esistono poche specie domesticabili.
>Sono 14, cinque principali e 9 minori:
sciocchezza inaudita.
Altra CONSIDERAZIONE PERSONALE ED INFONDATA di Diamond.
Ha semplicemente elencato i principali animali domestici utilizzati dai bianchi
ed ha concluso che "solo questi potevano essere addomesticati", scommetto senza
riportare uno straccio di parere di uno zoologo, di un veterinario, o,
addirittura senza nemmeno citare il motivo !

Le zebre non sono del tutto simili ai cavalli ?
I facoceri non sono simili ai maiali ? (ed al ministro Mancino  :o)
Gli gnu, i bufali e le gazzelle, sono tutti animali erbivori e buone fonti di
carne.
Perche' "non si sarebbe potuto addomesticarli" ?
Perche' lo dice Diamond ?

>Nota : il termine "domestico" si applica ad animali "nati" in cattività
>e selezionati e nutriti dall'uomo.
difatti, cosa che i negri non furono, assolutamente in grado di fare.

>I progenitori si trovavano sparsi nel mondo.
>In Sudamerica uno solo da cui provengono il Lama e l'Alpaca.
>Il Nordamerica, l'Australia e l'Africa subsahariana nessuno.
segue menata senza senso sulle uniche specie animali addomesticabili secondo
Diamond.


>Per le specie vegetali, gli etnologi hanno oggi dimostrato che la
>selezione da parte dell'uomo ebbe inizio nella Mezzaluna Fertile e si
>espanse in senso orizzontale,
>da est a ovest.
guarda caso seguendo la migrazione di un certo popolo che, dall' India si
sposto' verso l' Europa, seminando la civilta'. 

>Quali furono le differenze in Africa?
>Le specie summenzionate si propagarono dalla Mezzaluna fertile.

>Si fermarono sulle alture dell'Etiopia.
>Non arrivarono nel Sudafrica, che aveva un clima adatto, per via della
>fascia di terre tropicali, 3500 km.
>I cavalli non passarono l'equatore mentre capre e pecore per circa 2000

sono sciocchezze irrilevanti, perche' le specie animali adatte ad essere
addomesticate in Africa ci sono eccome.

>Idem per le Americhe.
>Per 5000 anni olmechi, maya, aztechi ed altri furono privi di mammiferi
>domestici tranne il cane.

>Furono fermati dalla foresta tropicale.
>Idem per il mais e i fagioli che arrivarono dopo migliaia di anni
>divenendo decisivi verso il 900  ma troppo tardo per permettere alle
>popolazioni di raggiungere gli eurasiatici.
haaaaaa, grandi intuzioni questo Diamond, bisognerebbe vedere se queste
speculazioni sono sostenute da prove concrete.

>Furono spazzati via dall'arrivo di Colombo.
>Non fu arretratezza mentale ma possibilità di coltivare specie e avere
>animali tradivamente rispetto all'Eurasia.
>Furono dominati dagli eurasiatici che avevano iniziato migliaia di anni
>prima.
nonsense, perche' non sappiamo quasi nulla della storia delle popolazioni
amerinde, anche perche' queste fantastiche "civilta'" non crearono una
scrittura.
Cosa dice Diamond in proposito, fu per mancanza di animali domestici ?
Fu perche' ebbero i fagioli ed il mais troppo tardi (teorie da barzelletta !!) 
che non riuscirono ad inventare la RUOTA ?


>Quindi é dimostrata ancora una volta l'inconsistenza delle ultime teorie
>che spiegano l'arretratezza dei popoli africani, australiani e amerindi
>attribuendola  al  DNA piuttosto che a condizioni ambientali diverse.
No, e' dimostrato uno sforzo congiunto ed diretto dall' alto per far passare
queste teorie pseudoscientifiche per reali.

Chissa' se Diamond si e' documentato su come si viveva in Europa, mentre i
poveri africani si lamentavano della mancanza di animali da soma; del resto
completamente inutili, dato che i meravigliosi popoli afro-amerindo-australidi
non inventarono ne' la ruota ne' l' aratro; certo l' Europa era un paradiso :
a differenza dei poveri antropofaghi amerindi avevano i cavalli ed i buoi,
secondo Diamond unici animali addomesticabili, avevano anche le paludi, la
malaria e  degli inverni a -15.

Il nonsense di questi Lysenko di regime ha completamente distorto la realta':

la vita, nei paesi tropicali era MOLTO  piu' facile di come non fosse nei popoli
del nord, dove, chi non si sapeva organizzare moriva immediatamente di fame,
freddo, polmonite o malaria.
Proprio per questo i bianchi furono duramente selezionati dall' ambiente, e
svilupparono logica ed intelligenza, a differenza dei negri che, nel grande
paradiso tropicale, dal clima caldo e piovoso, nella grande abbondanza di
animali da preda e piante commestibili si riprodussero senza minimamente
selezionare l' intelligenza, dandoci, come prodotto degli uomini-scimmia che il 
nonsense pseudoscientifico degli intellettuali di regime vorrebbe rendere simili
a noi, perche' cosi' vogliono la dottrina marxista, i dogmi cristiani e,
soprattutto gli interessi del grande capitale internazionale, desideroso di
trasformare il mondo in un' immensa discarica umana di meticci come l' India, il
Brasile o la Colombia.


>Per chi voglia documentarsi, per la prima parte e per la seconda:

>Luca e Cavalli-Sforza "Chi siamo"    Mondadori
non poteva mancare
>Per la seconda parte consiglio un unico ottimo libro  :

>Jared Diamond "Armi, acciaio e malattie"  Einaudi
ovvero la fiera delle cazzate, avevo riconosciuto lo stile, cosa abbastanza
facile perche' non hai fatto altro che scopiazzare a volonta'.

Con la vostra solita faccia tosta vi siete permessi di definire
"pseudoscientifici" i dati postati da me, ossia i lavori di scienziati,
insegnanti universitari e ricercatori che pubblicano studi  con tanto di
statistiche e ricerche, invece accozzaglie di deliranti fantasie, come questo
Diamond, o il nonsense newage dell' "intelligenza emozionale" vengono accettate
senza battere ciglio come "nuove frontiere"  della scienza.

Se queste sono le nuove frontiere chissa' se le vecchie erano Lamark o Lysenko !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,soc.culture.italian,it.scienza 
Subject: Re: Arretratezza razziale (era la realtà della razza), lungo, parte seconda
Date:  Wed, 08 Nov 2000 23:04:06 GMT 

On Wed, 1 Nov 2000 20:13:54 +0100, "Cavalier Body"  wrote:

>Vuoi dire che sono inferiori a noi perchè sono un gradino al disotto, nella
>scala evolutiva, rispetto a noi? Ammettiamo per assurdo che sia vero, il tuo
>ragionamento implica che l'evoluzione sia FINALISTA, perchè tende a
>migliorare la popolazione su cui agisce, ma dicendo così sei in constrasto
>con la teoria scientifica dell'evoluzione. Si deduce che hai sbagliato.

arrampicata di specchi filosofeggiante.

le scimmie non sono inferiori a noi ?
l' evoluzione non ha migliorato gli esseri umani ?
che stupidaggini ti inventi ?


>> dato che il cervello dei negri e' piu' piccolo, meno complesso, con meno
>> circonvoluzioni e con meno lobi frontali di quello dei bianchi,
>ricordando, in>> tutto, quello dei nostri progenitori.

>Mi pare che qui commetti TU lo stesso errore che hai contestato a colui a
>cui rispondi.
 e perche'  ?

>Guarda che lo sviluppo tecnologico non è influenzato solo dall'inteligenza.
difatti, non sai che tutta la tecnologia dell' uomo bianco e' in realta' di
origine aliena ?  :o)

>Secondo la tua tesi, in età medievale, i Turchi erano inteligentissim,
>mentre noi, poveri Europei, eravamo dei deficienti scimuniti...
puntuale il nonsense sugli arabi.
Ti sembra che gli arabi avrebbero potuto possedere la scienza necessaria a
creare le novita'  tecnologiche da loro possedute durante il medioevo ?
tutta roba rubacchiata agli indiani, ai residui della grande civilizzazione
ariana.
Tante' vero che gli arabi rimasero un popolo povero ed ignorante.


>Lo sviluppo tecnologico è influenzato per la maggior parte da stimoli
>ESTERNI. Per l'eurapa lo stimolo principale sono state le guerre, e la
>necessità di superare crisi climatiche, ed economiche verificatesi, sempre
altra analisi intellettuale, avulsa da ogni dato reale.
la tecnologia bianca e'  stata creata solo e soltanto dai BIANCHI.

>in età medievale. Ti faccio poi presente che + si va in diettro nel tempo, +
>l'asse economico, culturale, ecc.. si sposta a SUD est, se seguissi la tua
....verso l' India e gli ariani   CVD.

>Mi sono rotto di leggere il resto del post, chiudo le risposta qua.
non avevamo dubbi sul carattere frettoloso e superficiale delle vostre analisi
"umanistiche" 

>Non ho mai letto nulla di quello che hai postato, prima di adesso ti
quindi sputi sentenze senza manco conoscermi
>conoscevo solo per fama, ma adesso che ho verificato chi sei, penso che non
>butterò via + altro tempo a leggere i tuoi vaneggiamenti e invito anche gli
>altri a fare lo stesso.
si', si', solito ritornello, non so cosa rispondere e killo.
vivete con il paraocchi.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,soc.culture.italian 
Subject: Re: Arretratezza razziale (era la realtà della razza), lungo, parte seconda
Date:  Wed, 08 Nov 2000 23:05:06 GMT 

On Wed, 01 Nov 2000 19:56:40 GMT, enzo.surfer@libero.it (Enzo Lombardo) wrote:

>>>Indubbiamente é stato  dimostrato negli ultimi decenni (salvo prove
>>contrarie, tutto può succedere), che l'uomo si é evoluto dall'Africa con
>>mi sembra un argomentazione infantile, citata per ripicca 

>	non vedo dove sia l'infantilismo e la ripicca.

"sei anche tu nato in Africa gne' gne' gne' "

>>puo' essere sostenibile eccome, dato che i tratti di negri ed aborigeni sono gli
>>stessi dei nostri progenitori scimmieschi, a cui i negri sono alquanto piu'
>>vicini di noi.

> 	la tua é una valutazione estetica e non scientifica.
>	Tieni presente che un abitante di Tau-Ceti direbbe 
>	che gli uomini, tutti, sono simili  alle scimmie.
l' angolo facciale e la massa cerebrale non mi sembrano valutazioni estetiche,
e, man mano che l' uomo si evolveva si sono sempre piu' avvicinate all' uomo
odierno.  I negri, come aspetto fisico ricordano i nostri progenitori.

>	Per te, invece, i neri sono alquanto più vicini, che 
>	significa che anche i bianchi lo sono. ma di meno.
>	Come dire, io non sono bello però lui é più brutto di me.

insalata di parole ?
 
>>Sei pregato di citare i neurologi secondo cui "non ci sia molta differenza",
>>dato che il cervello dei negri e' piu' piccolo, meno complesso, 
>
>	e il cervello delle donne é più piccolo di quello 
>	degli uomini...
>	secondo la tua logica, dovrebbe significare che
>	 l'uomo é superiore intellettualmente alla donna, 
>		vero?
cambi discorso, evidentemente perche' AVEVI PARLATO A CASACCIO ed i neurologi
non avevano detto nulla di quanto da te affermato, anche perche' i neurologi si
occupano d' altro, come curare i dementi come te.

Il paragone non ha senso, perche' stiamo parlando di individui uniformi
geneticamente.

>>con meno
>>circonvoluzioni e con meno lobi frontali di quello dei bianchi, ricordando, in
>>tutto, quello dei nostri progenitori.

>	I nostri progenitori avevano il cervello che pesava 900 
>	grammi. (homo  erectus), se ti riferisci all'homo sapiens, 1300.
>	E allora?

ED allora le dimensioni del cervello hanno importanza ed i negri lo dimostrano,
essendo simili ai nostri progenitori scimmieschi ed avendo un intelligenza
simile.

>>>Una società di cacciatori- raccoglitori per sopravvivere non può essere
>>numerosa, non può avere strutture, case, non può accumulare materiale
>>che possa portare con sé.

>>veramente negri ed indios vivono in villaggi stabili

>	Sto parlando di cacciatori-raccoglitori e mi riferisco a 
>	qualche migliaio di anni addietro.

e cosa vorrebbe dire ?
perche', che elementi avresti per affermare che qualche migliaio di anni
addietro i selvaggi vivessero come nomadi ?
ed i bianchi non hanno mai vissuto come nomadi ?
I bianchi lo fecero anche di piu', vivendo in condizioni ambientali proibitive.
I tuoi negri hanno sempre avuto la possibilita' di fare le loro capanne e vivere
tranquillamente,  vista l' abbondanza di cibo e la benignita' del clima.


>>Forse che nei villaggi di selvaggi hanno i consultori e praticano contraccezione
>>e controllo delle nascita ?

>	gli indios fanno contraccezione e infanticidio da millenni.

contraccezione ?
o cannibalismo del nascituro ?
mmm..... come sono ciivlizzati questi indios !
ed io pensavo che fossero dei selvaggi !!


>	Prova a domandare ad un etologo o anche ad uno zoologo 
>	le caratteristiche delle zebre e capirai perché non si può fare.
>	Diamond lo spiega ampiamente.
>	Nel libro, Diamond spiega "chiaramente "perché non é riusciti a
>	domesticare le zebre, come anche gli >	ippopotami o il Bufalo cafro.

immagino che potrai sciuparti a postare due righe di riassunto.
cosi' sapremo anche cosa sogna Diamond la notte !

>>Chissa' se Diamond si e' documentato su come si viveva in Europa, mentre i
>>poveri africani si lamentavano della mancanza di animali da soma; 

>	si é documentato, leggi Caudan, leggi.
comodo :  tu hai fatto la sparata, tu devi postare almeno un paio di righe.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica,it.politica.lega-nord,it.politica.internazionale 
Subject: Re: Allarme razzismo
Date:  Tue, 31 Oct 2000 00:18:33 GMT 

On Fri, 27 Oct 2000 15:45:27 +0200, "daca"  wrote:

>MUGABE VUOLE PROCESSARE I BIANCHI PER GENOCIDIO
>Il presidente dello Zimbabwe, Mugabe, alza i toni dello scontro politico nel
>suo Paese e risponde all'opposizione, che mercoledì ha fatto partire un
>procedimento d'impeachment nei suoi confronti, minacciando di mandare sotto
>processo l'intera comunità bianca (70. 000 mila persone) per atrocità
>commesse negli anni '70 durante la guerra d'indipendenza. "Sono lo stesso
>popolo contro cui stiamo lottando (leggete, linciando ndr) nelle fattorie e

belle sagome questi negri :  visto che iniziano loro il genocidio, lo
giustificano montando processi-farsa ai bianchi.... per genocidio !

E' chiaro che si tratta di un avvertimento ai bianchi :  lasciate il paese o vi
ammazziamo tutti, con la scusa della guerra di trent' anni fa.
E' il destino di tutti gli stati africani che, quando dominati dai bianchi erano
felici e prosperi, ed ora sono solo terre sporche e disperate.
Anche il sudafrica sta avviandosi a fare quella tragica fine, distrutto dalla
furia bestiale degli uomini-scimmia.

Tragica fine di nazioni civili, la stessa che fara' l' Europa, una volta che
avra' fatto entrare un numero sufficiente di stranieri, preferibilmente negri.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.destra 
Subject: Re: perchè no all'aborto?
Date:  Thu, 02 Nov 2000 23:23:22 GMT 

On Fri, 27 Oct 2000 11:58:55 GMT, "[=7agosto1999=]"
 wrote:

>Vorrei chiedere ai Camerati di FN perchè dicono no all'aborto, io sono di
>Destra, ma questo punto davvero non capisco cosa possa
>c'entrare.....illuminatemi.

Io, personalmente ritengo, da materialista, che il feto sia parte del corpo
della madre, che possa disporne a piacimento, ed essere, quindi l' unica ad
avere l' ultima parola in proposito.
Se questa e' una tesi piu' di sinistra che di destra non posso farci niente.

Tuttavia, vista la situazione demografica italiana, vista la forte richiesta di
bambini da adottare e visto che molti delinquenti vogliono soddisfare questa
richiesta con adozioni da paesi sottosviluppati, introducendo in Italia etnie ad
essa estranee, ritengo che sarebbe senz' altro auspicabile una forte campagna di
supporto per l' adozione, garantendo alla madre tutte le garanzie possibili di
gratuita' e di anonimato della sua scelta.

Non milito in Forza nuova, ma mi sento vicino a molti dei punti del loro
programma.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.scienza.biologia 
Subject: Re: Ainu e giapponesi
Date:  Sat, 11 Nov 2000 19:25:04 GMT 

On Fri, 03 Nov 2000 14:47:12 +0100, Paolo  wrote:

>Salve a tutti!

>Nella foga per contraddire Caudan ho commesso un'inesattezza. Ho
>asserito che gli ainu (nord Giappone) erano imparentati geneticamente
>con gli australidi, che Caudan, molto "scientificamente", accostava agli
>"orangutang" ("orang hutan" = uomo dei boschi [indonesiano]).

difatti ti avevo fatto notare di avere scritto una castroneria, ma,
probabilmente non ci fai piu' caso.
Gli Ainu sono, somaticamente simili ai bianchi caucasici, solo un demente
potrebbe affermare che fossero imparentati con gli uomini-scimmia australidi,
che hanno caratteri negroidi spiccati.

Tu, naturalmente devi andare a leggere il bignami, per evitare di fare figuracce

>Ma andiamo avanti: tra noi italiani e i pigmei mbuti la differenza
>genetica è dello 0,03% e tra noi e gli australidi (gli "orangutang"
>caudaniani) è dello 0,014... che senso ha parlare di razze a questi
>punti? È ovvio a qualunque persona intelligente che le eventuali

io credevo che la selezione naturale selezionasse gli individui a partire dalle
differenze fisiche, non da quelle genetiche, almeno non contando pedissequamente
i geni uno ad uno, come fate, stupidamente voi.
Le differenze ci sono eccome, e sono piu' che sufficienti a definire
notevolmente meno evolute quelle razze umane inferiori.

>differenze di QI sono dovute meramente a fattori culturali e non
>genetici.
leit-motiv egualitarista, puntualmente smentito dai fatti.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.cultura.storia,it.cultura.storia.militare 
Subject: Re: I Paesi più nobili sono quelli il cui sangue è maggiormente misto.
Date:  Mon, 13 Nov 2000 23:25:14 GMT 

On Tue, 07 Nov 2000 20:11:50 GMT, "artamano"  wrote:

innanzitutto avete falsificato un nickname, ed avete commesso un abuso.

>Ci permettiamo di segnalare l'importante contributo di Romeo Autan
>(attivissimo contro le solite zecche socialcomuniste) contro le menzogne
>diffuse da lobby ben note che utilizzano le razze inferiori per imporre il
>meticciato a noi padani celtici ariani haideriani, impegnati a difendere le
>nostre radici sudafricane

>http://members.tripod.it/revisionismovero/hiroshima.htm

>LA SUPPOSTA ATOMICA

>di Romeo Autan
e cosi' sono diventato un insetticida, il paragone non mi dispiace, in fondo, ma
le zecche sono Acari, non insetti. Dovevate chiamarmi Asuntol !

>A nostro rischio e pericolo, noi della ARTAMANO riveliamo che né Hiroshima
>né Nagasaki sono mai state bombardate, e che nessuna "bomba atomica" e' mai
>stata usata in Giappone.

demenziale parodia delle idee revisioniste, chiaramente insulsa e smontabile
dall' inizio alla fine :

>a) Ricercatori giapponesi hanno rilevato un normale livello medio di
>radioattività in un luogo scelto casualmente sulla carta geografica del
>Giappone. Tale livello di radioattività è identico a quello che si trova in
>un altro luogo scelto casualmente nel territorio degli USA. Come si puo'
>sostenere che in Giappone sarebbe esplosa UNA INTERA BOMBA ATOMICA ?
Intanto anche negli Usa sono scoppiate diverse bombe nucleari, nel deserto del
Nevada, per esempio, ed il dato del "luogo preso a caso" non ha senso

>b) Nonostante numerosi sforzi non e' MAI stato trovato un solo testimone
>oculare dell'esplosione. Per testimone oculare intendiamo qualcuno che abbia
migliaia di sopravvissuti, imbecille

>direttamente assistito all'esplosione direttamente A POCA DISTANZA dal punto
>in cui la supposta bomba avrebbe toccato il suolo. E' stata offerta una
>somma di 500.000 dollari ad un testimone oculare che NESSUNO si e'
>presentato a ritirare la somma.
gli uomini-ombra non possono presentarsi ?  peccato !

>c) Non esistono foto della bomba prese a livello del suolo mentre la bomba
>sta toccando il terreno. Eppure e' noto che gli Americani amavano filmare i
se e'  per quello non esiste la foto di NESSUNA bomba nel momento in cui stia
per toccare il terreno, almeno dell' ultima guerra.
Se non foste quel branco di asini che siete sapreste che la fotografia aerea
dell' epoca non permetteva quel tipo di ripresa, che sarebbe stata anche
totalmente inutile !

>propri trionfi militari. Ora, indubitabilmente il primo impiego della "bomba
>atomica" E' un trionfo militare: ma come mai non esiste una foto che
>immortali l'evento ?

ci sono state moltissime foto dell' esplosione di Hiroshima, demente, "la bomba
che stava per toccare il terreno"  non la fotografo' nessuno, anche perche'
esplose ad una notevole distanza dal suolo, grazie ad un detonatore barimetrico.
Voi idioti non sapete nemmeno l' abc delle armi nucleari, documentatevi meglio
prima di scrivere le vostre idiozie.

>d) I bombatomicisti (gli storici accreditati dal Sistema di pensiero
>dominante) sostengono che l'aereo che avrebbe lanciato la bomba si chiamava
>Enola Gay. Ognuno sa che nell'esercito USA l'omosessualità non e' (né è mai
>stata) tollerata. L'aviazione USA non avrebbe permesso che un proprio
Se e' per quello la bomba si chiamava "little boy", cioe' ragazzino, e,
chiaramente l' esercito americano non arruolava sotto i 18 anni !! :o)

>e) I giapponesi fecero molti prigionieri tra le truppe USA ed Alleati. Ora,
>nessuna nazione democratica si arrischierebbe a bombardare i propri
>cittadini. Come sa chi conosce la storia del Vietnam e le vicende
i campi di concentramento erano pieni di prigionieri di guerra alleati, ma erano
bombardati regolarmente, mietendo migliaia di vittime, tutte contabilizzate come
vittime delle "gasazioni" al vapore-cloro-diesel-zyklon e chi piu' ne ha ne
inventi.

>diplomatiche iraniane, gli USA si sono sempre fatti carico dell'incolumità
>dei propri cittadini che si trovano all'estero. L'aviazione degli Stati
>Uniti si sarebbe mai arrischiata a bombardare addirittura centinaia di
>cittadini americani che vivevano all'estero ?

Non hai sentito dei racconti dei soldati americani mandati ad "ispezionare" i
siti delle esplosioni nucleari, poche ore dopo l' esplosione ?
Centinaia di morti per radiazioni.
Vedi anche la sindrome del Golfo.
Non e' che agli americani sia molto importato della vita umana, nemmeno di
quella dei loro.


>f) Nella Seconda Guerra Mondiale, il Giappone aveva una aeronautica di
>prim'ordine. E' decisamente inverosimile che un bombardiere nemico abbia
>potuto sorvolare, del tutto indisturbato, i cieli giapponesi.

Se non foste gli asinacci che siete vi sareste informati dello stato dell'
aviazione giapponese nel  '45, prima di sparare queste castronerie.

>g) Esistono molte fotografie delle due città che sarebbero state "bersaglio"
>di questo supposto bombardamento; vi si possono notare interi quartieri rasi
>al suolo e diversi gravemente danneggiati PRIMA dell'Agosto 1945. Il governo
>degli USA ha ammesso che tali foto sono state scattate prima del cosiddetto
>lancio della supposta atomica. Ora, se queste città erano già state
>danneggiate, perché mai bombardarle ulteriormente con una super-bomba o
>addirittura lanciarne un paio ? Nessuno e' mai riuscito a dimostrare che il
>Giappone non fosse danneggiato gia' prima di questo fantomatico
>bombardamento atomico.

difatti, ma la guerra stava per finire, e gli americani dovevano far vedere
quanto erano forti, in piu' volevano approfittare del momento favorevole per
infierire e massacrare un po' di civili.
Vedi anche il bombardamento di Dresda.

>h) Nagasaki e' nota per essere il centro della comunita' cristiana
>giapponese. Non e' possibile che gli Alleati -cristiani- intenzionalmente
>uccidano loro fratelli; come tutti sanno, questi per il cristianesimo sono
>peccati condannati severamente.
chiedilo a chi resto' sotto le bombe a Roma o all' Abbazia di Montecassino.


>i) Secondo le testimonianze citate dai bombatomicisti, in seguito all'
>esplosione si sarebbe "vista [??] una luce accecante" ? Queste testimonianze
>(sempre le solite), tutte uguali, tutte con il medesimo linguaggio, sembrano
>veramente provenire da una accurata opera di indottrinamento e di copertura
>del misfatto. E soprattutto: come si può VEDERE una luce accecante, ovvero
>CHE ACCECA ?
la luce la vedi eccome, anche se stai girato, se invece vedi la palla di fuoco
direttamente resti cecato, come infatti molti furono, ha, ma non contano come
prova, non avevano mangiato abbastanza carotine, vero ?


>l) La fotografia celeberrima, che compare fino alla nausea su TUTTI i libri
>di scuola è in realtà un falso piuttosto grossolano. Questo cosiddetto
>"fungo atomico" che si sarebbe sviluppato in seguito ad una cosiddetta
>esplosione, APPARE ESSERE PIU' ALTO DEL SOLE. Ma se questa fotografia
ti faccio i miei complimenti, sei un esperto in prospettiva


>m) Il gruppo di scienziati incaricato di preparare la cosiddetta "bomba
>atomica" si sarebbe chiamato "Manhattan Project". Ma e' possibile condurre
>una ricerca cosi' rischiosa in una area densamente popolata come Manhattan ?

evidentemente si', perche' e' proprio li' che iniziarono.

>n) Nei testi bombatomicisti si trova spesso l'affermazione secondo la quale
>la ricerca condotta da questo improbabile gruppo di Manhattan sarebbe
>costata piu' di 320 milioni di dollari. Di tale somma non e' mai stata
>trovata alcuna ricevuta, ne' vi è traccia di simili spese nei bilanci
>statali. Sappiamo tutti quali genere di affari si conducono a Manhattan:
>affari non padani, non cristiani, non ariani !!!!
certo, i segreti militari sono notoriamente riportati nei libri contabili !


>o) I bombatomicisti sostengono che il supervisore del cosiddetto progetto
>per sviluppare una presunta bomba per un supposto lancio (su cui si guardano
>bene dal sollevare sospetti, pure se tutto è talmente -come abbiamo
>dimostrato- poco chiaro) fosse un tal Leslie Groves. Ma i documenti mostrano
>in maniera inequivocabile che questo Groves non fu mai a Manhattan durante
>la Guerra Mondiale ma stava invece nel New Mexico.
che strano nevvero ?
Sai,  era l' aria secca del sud, che faceva bene ai reumatismi del vecchio
Leslie !
Su it.scienza ce' un certo Ernesto che lo ha probabilmente conosciuto di
persona, puoi chiedere a lui !


>p) Il presidente USA Truman ebbe più volte l'opportunità per rendere noto
>agli alleati sovietici la ricerca intorno a questa supposta "bomba atomica".
>MA NON LO FECE MAI. Vogliamo forse sostenere che alleati cosi' importanti
>fossero tenuti all'oscuro di una ricerca importante intorno ad un'arma che
>avrebbe definitivamente sbaragliato il nemico ?

Ma come, se i sovietici fecero scoppiare la loro prima bomba gia' nel '49, solo
quattro anni dopo gli americani !
I realta' il merito fu di  un circolo di intellettuali che, preoccupato della
dimenticanza di Truman penso' bene di tenere informati gli "alleati" sovietici
sui progressi nella scienza degli armamenti, i nomi penso che li sappia....
I Rosenberg, Pollard, Greenglass, Fuchs...  

( e condannate anche i tedeschi per aver incarcerato gli ebrei ad inizio
conflitto !!)


>q) Gli USA hanno regole estremamente dettagliate a proposito del materiale
>nucleare. Nessuno dei documenti che è obbligatorio compilare in maniera
>accurata quando si viene a contatto con dell'uranio o del plutonio risulta
>essere stato compilato nell'Agosto 1945. Questo ci porta a concludere che
>non e' mai stato maneggiato dell'uranio o del plutonio in quel periodo.
difatti i documenti top secret sono notoriamente divulgati e pubblicati su
Espresso, Carlino, Gazzetta di Parma e topolino, e se non li hai letti e' solo
perche' non esistono !

>Adesso siamo noi della ARTAMANO a porre una domanda: a chi giova sostenere e
>diffondere l'inganno di Hiroshima ?

A nessuno, quindi hai detto solo un mucchio di cazzate !
>
>Citiamo dal libro "Sushi alla piastra: i mitili fondatori della politica
>nipponica" di Fau Rii de Sen, il prestigioso studioso (giapponese !!!), che
>ha affrontato con genuino spirito scientifico i rischi della scelta di campo
>revisionista in favore della verità storica, e tale scelta ha gravemente
>pagato sul piano personale, familiare, umano, professionale e gastronomico.
non e' il solo

>Ricordiamo infatti che da decenni il prof. Fau Rii de Sen è oggetto di
>odiose aggressioni da parte dei soliti difensori della lobby bombatomicista:
>in ogni sushi bar gli viene servito, in segno di spregio, del pesce crudo,
Almeno non gli hanno versato l' acido in faccia, come e' successo a Michel
Caignet

http://www.abbc.com/aaargh/ital/archifauri/RF950601i.html

ed a molti altri, che hanno pagato a caro prezzo la loro ricerca di verita', e
devono anche subire la presa in giro da cialtroni analfabeti come te !

Vergognati !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: [extra large] Il motore del 2000
Date:  Wed, 22 Nov 2000 00:02:41 GMT 

On Sat, 18 Nov 2000 21:02:17 +0100, "All"  wrote:

>L'IDROGENO

>Se ho ben capito allo studio ci sono almeno due possibilità di sfruttare
>l'idrogeno:
>ci sono le celle a combustibile in diverse varianti,
costi folli e difetti di praticita'

>motori a combustione interna alimentati ad idrogeno.
rendimento ridicolo, numero di ottano bassissimo, grandi difficolta' ad
immagazzinare questo gas, che, compresso in bombole darebbe un autonomia
ridicola, e, se immagazzinato liquido darebbe problemi enormi di costi ed
immagazzinamento.

Tieni conto che l' idrogeno produce acqua bruciando, e che l' acqua si comporta
come un vampiro con il calore.
Il motore ad idrogeno produrrebbe solo enormi quantita' di vapor d'acqua, che
disperderebbero gran parte del calore prodotto, dopo aver ceduto solo una minima
quantita' di energia spingendo il pistone, analogamente a quanto avviene al
vecchio motore a vapore.

>Il primo esempio in tal senso, l'ho avuto da Beppe Grillo, in un suo famoso
>spettacolo in cui portava in scena un furgone alimentato ad idrogeno, dal
Sia Grillo che Fo sono comici da avanspettacolo senza preparazione in materia.
La loro, ben nota bandiera politica, inoltre li porta a improvvisarsi portavoce
dei "consumatori" per difenderli dai complotti delle ben note "multinazionali
cattive" che non vogliono far conoscere loro le meraviglie delle auto
ecologiche.
Nessuna meraviglia che escano con sparate sul diesel verde e le auto a (vapore)
idrogeno.

>furgone. L'inventore sarebbe un falegname svizzero, Friedli a Zolbruck, e
>l'invenzione risalirebbe ad una trentina d'anni or sono.
penso che prototipi di motori a gas vennero costruiti da molto prima.

>AUTO ELETTRICHE e AD ENERGIA SOLARE

>prossimo, e nelle grandi città già oggi, è impensabile che le automobili,
>visto anche l'uso che se ne fa, possano mantenere questi standard di peso,
>dimensioni e velocità, perchè la mobilità migliori le auto dovranno essere
>più piccole, più leggere e meno veloci. Ecco che un'auto elettrica diventa

"striscia la notizia" ha fatto vedere, in un servizio lo scandalo delle auto
elettriche acquistate dal comune di Torino :

Panda elettriche, del costo di QUARANTOTTO MILIONI l' una, abbandonate in
rimessa, perche' due o tre anni dopo essere entrate in servizio si sarebbero
dovute cambiare le batterie, con costi enormi.

Pensateci la prossima volta che darete la colpa alle multinazionali che non
vogliono far nascere l' "auto ecologica" 


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.cultura.antagonista,it.cultura.storia,it.politica.lega-nord 
Subject: Re: RAPPORTO GERMAR RUDOLF SULLE CAMERE A GAS
Date:  Fri, 24 Nov 2000 23:22:29 GMT 

On Fri, 17 Nov 2000 17:28:20 GMT, "Lucia"  wrote:

>agnosco stylo  wrote in message

>> Lo Zyklon B è acido cianidrico allo stato liquido, imbevuto in coibenti
>> granulosi o discoidali, utilizzato per la disinfestazione di locali e,
difatti, materiale assorbente, tipo farina fossile, pressato in pastiglie, ed
imbevuto di HCN, per consentire un LENTO rilascio dei vapori.
Una formulazion efficace per una disinfestazione, che poteva avere una durata
anche di una ventina di ore, meno per una gasazione 

>> secondo gli "storici di corte", durante la guerra, per la gassazione dei
>> detenuti.
>è una delle migliori barzelette di chimica che abbia mai sentito,
>amettendolo ci sono anche i liquidi asciutti, o i solidi gassosi ecc ecc
evidentemente questo fa parte della chimica che hai studiato tu, perche' quello
riportato da agnosco e'  esattamente la verita', anche per gli storici
ufficiali.
Del resto lo zyklon era un prodotto commerciale di largo uso, non un tetro
segreto di guerra nazista.

>> ferrocianuro ferrico
>e come si è formato?
leggiti il rapporto Leuchter

>"hanno indicato un contenuto
>> massimo di cianuridi 13.500 mgl/kg nella camera a gas di disinfestazione
>del
>> BW 5b e un contenuto massimo di 7,2 mgl/kg nelle presunte camere a gas
>> omicide (crematorio II)" (C.  Mattogno, Intervista sull'Olocausto, Ar,
>> Padova, pp. 39-40).
>mgl cosa sono? forse una perizia cinese? i milliglammi?
brutta battuta, per un errore di battitura...........
>ammenttendo i milligrammi, ne verebbe fuori 13 g/kg in cosa? nel peso delle
...       ^^ specie se ne fai uno anche tu una riga dopo.
>camere?
Nel peso dell' intonacatura delle camere, che, con i metodi di analisi moderni
rivela anche le piu' piccole tracce di HCN, anche dopo decenni :
Le "camere a gas" non hanno dimostrato di essere state esposte a vapori di acido
cianidrico per un tempo compatibile con i racconti dei "testimoni" e con l'
entita' dei pretesi omicidi commessi con esse.


>> Otto Ernst Remer, sottoposto a procedimento giudiziario perché aveva
>scritto
>> che non credeva nell'esistenza delle camere a gas nella Germania
>> nazionalsocialista.
>andava stracciata la laurea in chimica del tizio

probabilmente lo hanno gia' fatto !
non lo sai ?
chi contesta la "verita'" di Norimberga viene perseguito e molestato, perde il
lavoro, viene malmenato, sfregiato e minacciato in tutti i modi, e si e'
arrivati ad istituti che RITIRANO IL TITOLO DI STUDIO a persone "accusate" di
revisionismo.

Proprio verita' storiche evidenti, che non temono le critiche, quelle
olocaustiche !
Certo gli storici sterminazionisti ed i sionisti non hanno la coda di paglia :
sono sempre pronti al dialogo, perche' sanno di avere ragione !!!!!!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.cultura.storia,it.cultura.orientale 
Subject: Re: I Paesi più nobili sono quelli il cui sangue  è maggiormente misto.
Date:  Sat, 02 Dec 2000 00:56:14 GMT 

On Wed, 22 Nov 2000 06:14:39 GMT, "Alessandro Santoro"  


>Continui sempre a fondare le tue teorie al principio dell'evidenza, senza
>sapere - nella tua crassa ignoranza - che allo stesso principio
mi dispiace, ma la mia ignoranza mi fa percepire solo le cose evidenti.
Purtroppo non ho la vostra "erudizione" e non posso mettermi ad inventare
fantasie tortuose, ne' arrampicarmi come un acrobata per renderle verosimili.

>dell'evidenza si appellavano, nei secoli scorsi, coloro i quali sostenevano
>che le comete portano sciagure o la terra è piatta.

Gli Ernesti dell'  epoca !   ;-DD

>E ancora una volta, sorvoli bellamente sul fatto che esistono paesi non
>bianchi e altamente industrializzati che hanno saputo superare molti paesi
>bianchi nell'indice dello svilupopo economico. Per esempio il Giappone, che
PaesI o UN paesE, cioe' il Giappone ?

Forse non sarai un "ignorante" come me, ma i giapponesi hanno una parte di
ascendenza bianca.         Vedi gli Ainu.


>sta più avanti di diversi paesi dell'Europa dell'est. COme lo spieghi, caro
>il mio saccentone?

Soliti fatti marginali e poco rilevanti, citati a sproposito.
Come sempre si rivela arduo discutere nei newgroup, dove gruppi di bertucce come
te mi costringono a ripetere continuamente sempre le stesse cose, scontrandomi
con gente che va a pescare i fatti piu' irrilevanti e pretende risposte.

I modelli organizzativi delle aziende giapponesi sono simili a modelli di quella
societa', basati sul rispetto reciproco, sul rispetto per la figura dell'
azienda e per il voler vedere il risultato sul lavoro come fonte di
gratificazione personale.

Tante' che, molte aziende americane, quando introdussero i sistemi giapponesi
per motivare il personale videro risultati di produttivita' e qualita' simili
alle aziende giapponesi.
Vedi che non e' sempre questione di intelligenza, ma di applicare nel modo
migliore le risorse disponibili.
Quanto al fatto che i giapponesi abbiano, effettivamente un Q.I superiore ai
bianchi dico solo che si tratta dei tipici   2-3 punti  in piu' dati dal
vantaggio  culturale, ricevuto grazie al rigido e competitivo sistema scolastico
giapponese.
Chiaramente niente a che vedere con il 30 punti di differenza con i negri,
indipendenti dal contesto culturale.

Se poi mi citi, come esempio le difficili condizioni attuali dei paesi dell' est
dimostrari di essere solo un gran fanfarone, dato che pretendi, addirittura di
farti passare per "storico" : 
Perche' non hai citato gli  Usa durante la crisi del '29  ?



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica,it.politica.lega-nord,it.politica.polo 
Subject: Re: Prima gli altri. O i loro?
Date:  Sat, 02 Dec 2000 00:56:30 GMT 

On Wed, 22 Nov 2000 13:39:46 +0100, "Daca"  wrote:

>Leggo che la Regione Campania ha organizzato un corso di formazione
>professionale aperto soltanto agli extracomunitari.
>Al termine del corso (600 ore di lezione) riceveranno due milioni di lire.
>In Campania vi sono 474mila italiani senzalavoro e un tasso di
>disoccupazione pari al 23,3%.

>Bassolino non potrebbe essere denunciato per razzismo?

Non si potrebbe dirlo, chesso' a striscia la notizia ?
certe cose sono scandalose, e sono un chiaro segnale di come il governicchio di
tipo sudamericano italiano intenda mantenersi all' infinito al governo del
paese:  creare tante caste di parassiti, totalmente improduttivi, da mantenere e
a cui riservare privilegi e regalie varie.

Gia' abbiamo milioni di falsi invalidi e di dipendenti pubblici, gia' fedeli
votanti del centrosinistra, ora convertiti in massa alla sinistra, come provano
i risultati del voto centro-meridionale; dato che, evidentemente questi voti non
bastano piu', dati i meravigliosi risultati del governo di sinistra, questi
signori si preparano ad importare altri milioni di balordi, vagabondi cui
comprare i voti con un piatto di minestra, fregandonsene  dei danni enormi e dei
crimini commessi da questa marmaglia.

Partecipiamo alle lotte della Lega e di Forza Nuova contro l' immigrazione :
E' una lotta per l' esistenza !


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.cultura.antagonista,it.cultura.storia,it.politica.lega-nord 
Subject: Re: RAPPORTO GERMAR RUDOLF SULLE CAMERE A GAS
Date:  Thu, 14 Dec 2000 23:45:51 GMT 

On Wed, 06 Dec 2000 20:56:27 GMT, "Luigi Vianelli"  


>Egr.sig. Caudan,
>nella sua foga del copia/incolla indiscriminato non ha nemmeno controllato
>bene il contenuto del suo riferimento. Per cui continuo a dirlo forte: il
>suo amico sbaglia e la parola testimonianze si scrive senza virgolette.

Puntualmente, messi di fronte alla realta' vi arrampicate sugli specchi,
giocando sulle parole o, sfacciatamente citando le regole dell' ortografia.

L' altra persona ha detto la verita', e l' ho provato, quelle testimonianze sono
"testimonianze"  con le virgolette, perche' sono un cumulo di falsita'
facilmente smontabili e tu sei uno "storico".

Ah, se storico si scrive senza virgolette posso sempre chiamarti cazzaro.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.hobby.umorismo,soc.culture.italian 
Subject: Lo sapete perche' .....
Date:  Thu, 14 Dec 2000 23:46:02 GMT 



Per un attimo di distensione dai seri discorsi politici vi propongo una piccola
battuta, che mi e' venuta in mente ripensando ad un vecchio spot pubblicitario :


Lo sapete perche'  Amato e Cossutta non mangiano la Golia ?  
(che sarebbe la caramella di liquirizia)





Perche'  chi non mangia la Golia ..... e' un ladro ed una spia !!!!!!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.scienza.biologia,soc.culture.italian 
Subject: Re: Scimmioni (era: Sulle razze umane)
Date:  Thu, 14 Dec 2000 23:46:22 GMT 

On Fri, 08 Dec 2000 08:52:09 +0100, Ginzo  wrote:

>> Certo, ma le scimmie piu' vicine all'uomo, ossia scimpanze' e gorilla,
>> non mi sembra abbiano la pelle 'chiara'...
>> Hai mai visto i palmi delle mani di questi animali?

naturalmente, Zipeto si perde in asinesche dissertazioni sul colore della pelle,
che e' un carattere razziale assolutamente secondario.

>Zipeto, in questo sito puoi adottare un giovane scimpanzè:
>
>  http://www.chimfunshi.org.za/adopt.html
>   Adopt A Chimp

>E, come puoi vedere dalle foto, hanno quasi tutti la pelle chiara (puoi
si capisce, hanno la pelle protetta dalla pelliccia; proprio discussioni
scientificamente approfondite le vostre :
'le scimmie hanno la pelle bianca, quindi non e'vero che siano simili ai negri"
andate alla ricerca di una giustificazione alle vostre credenze, scartando
ipotesi valide e dando credito a scemenze irrilevanti, come questi sproloqui
sulla pigmentazione di animali coperti quasi interamente da peli :

selective thinking

>vederne delle foto più grandi cliccando sui thumbnails).  In particolare,
>lo scimmione chiamato Thompson è dolicocefalo come Romeo Caudan (scommetto

difatti lo sono, ma non vuol dire granche', dato che e' un carattere diffuso tra
popolazioni anche diversissime tra di loro, come arabi, negri, ma anche tutti i
bianchi nordici.

Scommetto che l' angolo facciale di questo Thompson, piuttosto assomiglia piu' a
quello di un negro che al mio.

>che Caudan preferirebbe accoppiarsi con la femmina chiamata Roxy, piuttosto
>che con una donna negra).
diciamo che non farebbe molta differenza, e non credo che ne faccia anche per
loro :  non dimentichiamoci che l' aids, portato in occidente da negri africani
(meravigliosi regali della societa' multirazziale)  era, in realta' una malattia
delle SCIMMIE.
Curiosita' :  come avra' fatto una malattia con le caratteristiche dell' aids a
passare dalle scimmie ai negri, nel bel mezzo dell' africa ?

escludo le donazioni di sangue !   :-)

>Basta quindi con le stronzate su chi assomiglia di più a una scimmia...
>oppure mettiamoci d'accordo che è proprio Caudan quello che assomiglia
>maggiormente a una scimmia.

hai tanta premura di scrollarti di dosso i sospetti di "razzismo" dal metterti
ad insultarmi senza motivo.
Bene, benvenuto nel club dei flamers, chissa',  tra un po' ti si trovera' su
it.discussioni.litigi, per il momento ti mando a it.fan.culo.ginzo.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Astrologi, sensitivi, fattucchiere e Maurizio Costanzo
Date:  Mon, 18 Dec 2000 00:03:03 GMT 

On Wed, 06 Dec 2000 22:04:49 +0100, Blade  wrote:

>all'uso di medicinali scaduti e' nel puro stile di queste forze reazionarie ed
>antiscientifiche (di cui Fini ed il suo partito sono ottimi esponenti) che da sempre
>appestano l'Italia.
A me sembrano mooolto piu' antiscientifici verdi, antinuclearisti, greepeace ed
hippy vari, tutti foraggiati e protetti dalla sinistra.

Dimmi perche' Fini sarebbe esponente di forze antiscientifiche.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  soc.culture.italian,it.scienza,it.scienza.biologia 
Subject: Re: "causa ambientale ma non razzistica!"
Date:  Mon, 18 Dec 2000 00:03:04 GMT 

On Tue, 12 Dec 2000 14:43:59 +0000, Filippo Cintolesi
 wrote:

>> Infatti sintonizzandomi temporaneamente sulla lunghezza d'onda di Caudan
>> (e quindi prendendo per buono che i negri americani siano meno intelligenti
come tutte le evidenze scientifiche farebbero pensare

>> dei bianchi), ho riflettuto sulla cosa (compreso il fatto che le negre -
>> che mediamente sono un po' più chiare dei negri [2] - risultano avere un QI
??
>> più alto dei negri maschi), arrivando a concludere che la causa potrebbe
>> essere sì ambientale, ma non razzistica!  Il fatto è che i negri sono stati
>> selezionati per girare seminudi in Africa, non per andare vestiti alle
>> latitudini europee e nordamericane.  Quindi la carenza di vitamina D che
>> sicuramente si verifica alle nostre latitudini nelle madri negre durante
>> la gravidanza (e, successivamente, ai negretti vestiti durante l'infanzia)
>> provoca un piccolo danno cerebrale responsabile del più basso QI dei negri
>> rispetto ai bianchi in America (e anche in Africa, sia che si vestano troppo,
 **patapunf**    scusa, sono caduto dalla sedia !

ma che razza di teoria del cavolo sarebbe ?
Ed i negri africani, che, per meta' sarebbero da classificare come RITARDATI
MENTALI, secondo gli standard occidentali non avrebbero preso abbastanza sole,
allora ?

>> sia che tradizionalmente vadano mezzi nudi, perché in questo caso i troppi UV
>> potrebbero provocare comunque un danno al metabolismo dei folati, perlomeno
>> nei negri dalla pelle meno scura).  Ecco uno studio recente che supporta
ah, ecco se non prendono abbastanza sole gli capita questo, se ne prendono
troppo gli capita quell' altro.
Una contraddizione giustificata dala solita teoria ad hoc, complimenti !

Dando per buona questa "teoria" non si capisce perche' i bianchi
norvegesi o australiani, pur prendendo pochissimo o molto sole a non siano piu' o 
meno stupidi di chi vive in climi temperati.

>> questa mia ipotesi (iperantirazzisti, guardate come si chiama quel centro):

dammi la Url, ti prego !
devo passarla in un ng umoristico !!

>Ma quei signori sanno di "supportare la tua ipotesi"? Almeno nei 
>ringraziamenti ti hanno messo?

mi sembra, come molte teorie antirazziste una teoria marxista, anche se non so
se ha preso piu' da Carlo o da Groucho  !!     :-)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.cultura.storia,it.politica,it.politica.lega-nord 
Subject: Re: R: vulgata antifascista,solite porcherie
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:49:56 GMT 

On Thu, 14 Dec 2000 01:08:26 +0100, Luigi Di Stefano 
wrote:

>La "prima" citta` bombardata indiscriminatamente fu Varsavia, dalla luftwaffe,
>seguita da Anversa. Poi abbiamo Coventry, poi Londra, Birmingham etc.
>Poi, per dirla con Harris, la RAF si "tolse i guanti", e via con Colonia,
>Amburgo etc.

HARRIS ??
"bomber" Harris ?
Uno dei peggiori ed impuniti criminali di guerra  ?

Hitler inizio' a parlare di pace dal '40, quando aveva fatto piazza pulita in
Europa, quando l' Inghilterra non era ancora, assolutamente in grado di condurre
la guerra che fece scoppiare, con il nobile intento di farla combattere agli
altri.
Gli inglesi, di fare la pace non avevano intenzione, ed approfittarono della
lunga tregua per riorganizzare le proprie forze armate.
I primi bombardamenti, provocatori li iniziarono gli inglesi, provocando danni
minimi, ma scatenando una, prevedibile ritorsione tedesca, parata provocando
gravi perdite, ma a caro prezzo.
I tedeschi, guidati dal pallone gonfiato Goring dissanguarono la loro aviazione
accanendosi contro difese superiori, tra l' altro rinforzate dal radar,
indebolendo notevolmente le loro forze.

L' escalation dei bombardamenti la iniziarono gli inglesi, approfittando
vigliaccamente delle buone intenzioni e della buona fede di Hitler.

Quando poi le sorti della guerra andarono a loro favore gli inglesi si
vendicarono dei tedeschi, lasciando mano libera anche a "bomber" harris ed a
criminali come lui, di bruciare vivi qualche centinaio di migliaio di civili
tedeschi innocenti, tanto poi ci pensano i Wiesenthal a montare i "sei milioni
di morti" in modo da fare sempre pendere la bilancia delle vittime dalla parte
giusta.

>Dresda e` un episodio particolare proprio perche` era di nessuna rilevanza
>militare e fu distrutta in 24 ore sembra per dimostrare ai sovietici, che erano
>a poche decine di chilometri, che gli alleati potevano "imporre" il rispetto dei
>patti di Yalta.
esattamente come Hiroshima : la bomba atomica non era ancora pronta e, nell'
eventualita' che la guerra finisse troppo presto e si perdesse l' occasione di
lanciarla si preparo' un massacro tradizionale, nell' attesa dell' "era
atomica", festeggiata dagli eroi americani con ben due eroci bombardamenti, in
cui i prodi aviatori americani distrussero dei ferocissimi samurai giapponesi,
astutamente travestiti da pescatori ed agricoltori  :-)

>Per inciso il peggior bombardamento della guerra fu quello di Tokio con 300.000

pensa che, calcolando che l maggior parte delle case giapponesi era di legno si
studiarono delle bombe apposta, che liberavano cariche incendiarie multiple dopo
il lancio, in modo da incendiare il piu' possibile.
>morti (l'atomica di Hiroshima ne fece 70.000!).

>Non sto contestando i "giudizi" sui fatti, sto solo dicendo che i "fatti" sono
>oggettivi, i "giudizi" soggettivi.
purtroppo anche tutti i bombardamenti non raggiungono i famosi "sei milioni" :
i cattivi restano sempre tedeschi e giapponesi !!!!


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica.rifondazione,it.politica 
Subject: La societa' multirazziale e' inevitabile.
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:50:19 GMT 

Questa e' la frase che, ormai ci siamo abituati a sentire.

Questo ritornello del voler vedere la famosa societa' multietnica come
inevitabile e' ormai diventato un tormentone per i sinistorsi
mentecattocomunisti.

E' pero, semplicemente un idiozia : una trentina d' anni fa, nella sinistra,
specialmente quella giovanile contestatoria era diffusa ed accettata la
convinzione che il mondo stesse per diventare comunista, e che il fatto fosse
inevitabile, proprio per la diffusione che questa ideologia-religione aveva tra
le fasce piu' sprovvedute ed ingenue della popolazione, che esaltavano il
vietnam, Cuba , la Cina e, perfino l' Unione Sovietica.

Il comunismo e' pero' clamorosamente crollato.

Oggi e' diffusa la convinzione che il mondo diventera' multirazziale, e che
tutte le razze ed etnie vivranno in pace ed amore tra di loro, arrivando,
addirittura a fondersi tutte in un unica razza/miscuglio.

E' realistico, secondo voi pensarlo ?

Ce', al mondo una societa' multirazziale che non sia, tragicamente fallita ?
Ce' stata una nazione del terzo mondo che, dopo l' indipendenza dall' occidente
abbia migliorato le proprie condizioni ?

Date: un occhiata alle favelas brasiliane, colombiane, africane :  e' questa la 
societa' multirazziale che sognate ?
Se ne sognate una diversa, preparatevi ad una grossissima delusione, come quella
dei pochi compagni rimasti quando hanno visto crollare l' Urss, perche' quelle
sono le uniche societa' multirazziali che siano esistite.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica.rifondazione,it.politica 
Subject: Re: La societa' multirazziale e' inevitabile.
Date:  Thu, 04 Jan 2001 01:01:48 GMT 

On Mon, 25 Dec 2000 17:49:17 GMT, "SILVEA"  wrote:

>"Cesare Simonetti"  ha scritto

>> E non avresti risolto un cazzo, perche' poi i negri farebbero i
>> razzisti verso i bianchi ...
Come sta, difatti succdendo in Zimbabwe e Sudafrica, con la differenza che,
quando i "razzisti" bianchi erano al potere quelle nazioni erano ricche e
prospere.

>Caro imbecille razzista (i due aggettivi sono equivalenti), se fossi
>solo un po' meno imbecille di quello che sei, faresti funzionare
>quella parvenza di cervello che ti ritrovi e capiresti che la
>soluzione e' semplice, anzi era gia' compresa nella mia
>"proposta" : basta eliminare anche i negri razzisti.

BWHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA !!!!!!!

Avete capito il mentecatto ?
lui elimina tutti !

Berlusconi vi chiama i nipotini di Stalin, ma tu mi sembri il figlio mongoloide
di Polpot !
A proposito, conosci il polpot che bazzica qui  ?
Tu ammazzi tutti i razzisti, negri e bianchi, e lui gli spara pure alla nuca,
cosi' sei piu' sicuro !

Ti lascio alle tue farneticazioni, psicolabile !




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica 
Subject: Re: Il valore dei popoli
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:50:40 GMT 

On Fri, 15 Dec 2000 16:33:19 +0100, Stefano Cirolini  wrote:

>Non mi pare che esistano prove che la crescita di una popolazione
>sia correlata con la densita' di abitanti. Pare invece che sia
>correlata al reddito pro capite (le nazioni piu' ricche tendono
>ad avere tassi di crescita piu' bassi).

appunto, quindi le statistiche che sosterrebbero che l' Italia sia stia
"spopolando" per l' invecchiamento della popolazione sono stupidaggini :

L' Italia, proprio perche' e' riuscita a diventare un paese ricco sta facendo
calare i propri tassi di crescita.
Se facciamo entrare una marea di marmaglio afro- asiatica - sudamericana
riusciremo senz' altro ad innalzare i tassi di crescita, perche' l' Italia
tornera' ad essere un paese povero !   :-)

Questo lo sanno bene i mentecattocomunisti, che, a disagio nella societa'
odierna sentono la nostalgia delle masse abbruttite ed ignoranti di una volta, e
vogliono ritornare al tempo che fu !!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica,it.politica.lega-nord,it.politica.polo 
Subject: Re: Mein Kampf
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:51:28 GMT 

On Sun, 17 Dec 2000 23:25:03 GMT, enzo.surfer@libero.it (Enzo Lombardo) wrote:


>        Il MK, letto da menti acerbe, può ottenere anche l'effetto
>        contrario a quello prospettato da Montanelli.

sostituire acerbe con sveglie

>        Anche se  letto con la guida di insegnanti o 
>        adulti.
sostituire guida con  censura 

>        Nel MK c'é la costruzione di un mondo di ideali e di
>        regole.
che schifo !  voglio vendere tutti i miei ideali in cambio di una pensioncina
che mi faccia vivere tranquillo e senza regole !
mi iscrivo al pds di napoli e mi faccio dare un posto socialmente utile da
guardiano di cestino dei rifiuti !

>        E non c'é nulla di più accattivante per un giovane ancora alla
>        ricerca di se stesso.
leggi "con il cervello non ancora lavato" al posto di "alla ricerca di se
stesso", che , tra l' altro e' una stronzata di frase fatta che non vuole dire
un cacchio

>        La vendita in Italia é libera, per fortuna fino ad una certa età
>        cose come il Grande Fratello sono più gradite. :-))
per fortuna ci sono "menti acerbe" cui stronzate come questo grande fratello non

interessano.
io non ho visto neanche una puntata, sono abbastanza acerbo ?

quanto alla vendita libera sta tranquillo, ho la mia copia sul comodino e lo
scanner e' li' che aspetta........

        
>        Oggi non so, ma una volta l'orientamento politico dei giovani
>        era influenzato dalle letture e dagli insegnamenti di amici
>        o persone con un certo carisma.
difatti le "menti acerbe" leggono, si creano degli ideali e cercano di seguirli,
per le "menti mature" basta un po di Jovannotti e di moda hip hop, pensare e'
faticoso; le menti, comunque sono come la frutta :  se maturano troppo
marciscono.

>        Dopo, potevano anche mutare, ma le prime letture risultavano
>        significative, una sorta di imprinting.
e direi, penso che ci sia una bella differenza tra un libro del genere ed una
cagata costruita sul conformismo com il grande fratello, o no ?



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Entro il 2010 il 50% della produzione sarà robotizzata
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:52:08 GMT 

On Sat, 16 Dec 2000 18:49:01 GMT, tommaso@mailforyou.com (Tommaso Ravaglioli)
wrote:

>Il giorno Thu, 14 Dec 2000 23:46:11 GMT, rcaudan@mankind.org (Romeo

>>ecco qualcosa da rispondere a chi farnetica su come le masse di immigrati
>>analfabeti saranno la qualificatissima manodopera di cui l' Europa ha bisogno
>>per superare il calo demografico !!

>Gia'... Metti un robot a raccogliere pomodori e vedrai...

guarda che automazione non significa piazzare tanti robot che fanno tutto
loro....
Semplici accorgimenti possono far diminuire l' uso di manodopera in maniera
anche considerevole, ma sara' difficile vederli messi in pratica in italietta,
dove si versano fiumi di lacrime per la scomparsa dei famosi "prodotti tipici",
cioe' formaggi fatti magari con latte non pastorizzato, ma si e' rimasti al
medioevo in agricoltura, in edilizia ed in tantissimi altri settori.

Tu, poi, immagino crederai che i "robot" siano degli ometti metallici tipo
guerre stellari !   :-)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: R: [extra large] Il motore del 2000
Date:  Fri, 22 Dec 2000 23:52:12 GMT 

On Sat, 16 Dec 2000 11:00:34 GMT, paolo@linuxfan.com (Paolo B.) wrote:

>On Mon, 11 Dec 2000 17:38:30 +0100, Enrico SMARGIASSI
> wrote:

>>Il problema e' che il flusso veicolare non e' affatto
>>indipendente dalla condizione della rete viaria: piu' strade ci
>>sono e piu' larghe sono, piu' la gente e' invogliata a
>>percorrerle, finche' non si trova comunque ingorgata come prima.

>Il numero delle automobili e' finito, quindi se le strade sono
>abbastanza grandi...

difatti...
classico ragionamento nonsense comunista il nostro dumbassi !!

Seguendo il suo modo di ragionare del cavolo, producendo, per esempio piu'
energia elettrica a basso costo la gente ne consumera' di piu' e rimarremo di
nuovo a corto, costruendo piu' ospedali la gente ne approfittera' e si ammalera'
di piu' !!!

Mi e' venuta un idea geniale !!
costruiamo meno cimiteri, cosi' la gente smettera' di morire !!
cosa ne pensi "smartass"  ?



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: R: [extra large] Il motore del 2000
Date:  Thu, 04 Jan 2001 01:01:30 GMT 

On Sun, 24 Dec 2000 00:34:10 +0100, "All"  wrote:

>Non è suo, è un punto di vista consolidato anche in urbanistica. Forse il
>mondo è pieno di architetti ed ingegneri comunisti? O forse solo quelli
>comunisti si occupano dei problemi del traffico?

non mi sembra che si ragioni a questo modo, fuori dall' Italia, almeno negli
Stati Uniti, dato che hanno autostrade a sei corsie.

Questo simpatico modo di ragionare da dementi sembra invece diffuso in zone
governate da mentecatti comunisti come Rimini, che ha delle strade da terzo
mondo.

Evidentemente il ragionamento del "piu' strutture, piu' affollamento", a Rimini
e' stato applicato anche alla gestione del depuratore fognario, almeno a
giudicare dalla disastrosa carica batterica del ridente mare romagnolo.

Quel ragionamento non e' altro che una stupida scusa diffusa tra voi mentecatti
di sinistra per tentare di giustificare le strutture inefficienti e
sottodimensionate, tipiche del vostro modo da cialtroni di amministrare
strutture ed istituzioni.