free web hosting | free hosting | Business WebSite Hosting | Free Website Submission | shopping cart | php hosting

From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.politica,it.politica.lega-nord 
Subject: I geni del genio
Date:  Fri, 04 Jan 2002 00:24:46 GMT 

I geni che governano l' intelligenza sono, ormai quasi individuati :

cosa ne pensano intellettuali, umanisti e psicologi, che da una
cinquantina d' anni si scervellano per cercare di dare una parvenza di
plausibilita' alla teoria dell' "intelligenza acquisita"  ?
L' intelligenza e', in massima parte un fattore innato e questa e' la
prova.
Beccatevi questa, psicociarlatani sinistorsi !




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Subject: Genius of genes
Newsgroups:  alt.flame.niggers 
View this article only
Date:  2002-01-02 22:16:39 PST 

Genius of genes http://news.bbc.co.uk/hi/english/sc...0000/850358.stm
By BBC science correspondent Pallab Ghosh US researchers believe they
have identified the parts of the human genome involved in
developing a person's intelligence. This means scientists could soon
test the potential intelligence of new-born babies. The discovery has
been seized on by some on the Right who claim it backs their view that
the way people turn out depends more on the genes with which they are
born rather than..............................


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.politica.polo 
Subject: Brif il cazzaro  Was: Integrazione in padania
Date:  Fri, 04 Jan 2002 00:24:47 GMT 


"Romeo Caudan"  ha scritto nel messaggio
>> veramente brif non ha postato un bel niente, a parte le cifre di figli
>> di immigrati che frequentano le scuole, a spese nostre.
>
>> Se, secondo voi l' immigrazione e' una cosa positiva dovreste essere
>> VOI a postare qualche dato in merito, dato che l' esperienza di tutte
>> le nazioni in cui questa e' avvenuta dimostra il contrario (vedi,
>> storicamente la Francia, recentemente l' Inghilterra e, a breve la
>> Germania).

On  29 Dec 2001 14:42:58 PST, "brif"  wrote:

> Forse ti sfugge che l'integrazione inizia proprio nelle scuole, tra i
>ragazzi! Ma tu ritieni che qualche tuo post (o di quel tal Homburg)  che tratta di

Attenzione, perche'  ce' veramente da ridere ora !
Mi ricordavo che fosse stato fatto un sondaggio tra gli studenti delle
scuole medie, da cui emergeva una vera 
e propria insofferenza di questi per gli extracomunitari, in
particolare zingari ed albanesi.
Ho fatto una ricerchina con il solito google ed ho trovato un post,
sotto queste coordinate, indovinate di
chi ????????????

Di Brif !!!!!!!!!
Proprio il Brif che farnetica di "integrazione che comincia proprio a
scuola" ha fatto un post dove 
riporta che i ragazzi delle scuole non ne possono piu'  di immigrati,
lasciamo stare di integrazione !!

http://groups.google.com/groups?q=sondaggio+studenti+extracomunitari+zingari&hl=en&rnum=1&selm=3c1f3462.8945191%40news.tin.it


>una *contingente problematica lavorativa* in UK e delle relative
> negative problematiche sociali sia sufficiente per dimostrare 
>"conseguenze negative dell'immigrazione terzomondiale"? 
>O pensi che portare quale esempio di integrazione non riuscita
> - peraltro da verificare - i "civili" Stati Uniti sia una dimostrazione 
>della tua tesi? 

Solite confuse farneticazioni, con le quali, come al solito si cerca
di coprire i fatti.
http://news.bbc.co.uk/hi/english/uk/newsid_1418000/1418374.stm

Come si vede da questi dati i figli degli immigrati, ormai da tempo in
Francia e, ultimamente anche in Uk rifiutano sempre di piu' il ruolo
subordinato cui gli immigrati sono relegati, rivendicando un migliore
standard di vita, stipendi ed occupazione.
Questo demolisce l' odioso teorema sinistorso secondo cui gli
immigrati "fanno i lavori  che gli italiani rifiutano".
Da questo luogo comune,  emerge chiaramente la mentalita' da ipocriti
parassiti della sinistra italiana, che, dietro le polemiche del
buonismo solidale nasconde il desiderio di  vivere di rendita, dei
soliti lavori improduttivi tipici della sinistra piccolo borghese
italiana, con una torma di SCHIAVI immigrati che lavora e li mantiene.
Questo espediente funziona finche' gli immigrati sono appena arrivati,
sono relativamente  pochi e pieni di speranze, ma, con il passare del
tempo la situazione cambia ed in peggio !

>O pretenderesti una risposta su pseudotesi razziste dei "belli e
>biondi" e sui punteggi "ariani" per poter emigrare in Italia? Parli
>della Francia.

Ma quali belli e biondi !
Prova a leggere qualcosa di oggettivo e scientifico, per esempio
http://webusers.anet-stl.com/~civil/africanfailure.html

Dove viene, innanzitutto illustrato un grafico comparativo della
distribuzione dell' intelligenza trabianchi e negri, e viene spiegato
perche'  i negri non riusciranno MAI ad eguagliare i bianchi, e 
rimarranno sempre in condizione di inferiorita', cosa, difatti,
puntualmente sempre accaduta,  ma che ancora qualcuno, cocciutamente
nega.


>invano? Chiedi un dato che "dimostri" che l'immigrazione è
> un fenomeno positivo. Potrei dartelo, ma non te lo meriti.

BWHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH  !!!!!!!!!
AHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH  !!!
AHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH  !!!
AHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH  !!!

ROTFL !!!!!!
Ecco Brif che " ci sbatte sotto il naso numeri, statistiche e prove
oggettive"

Patetico !  lui ed i suoi reggipancia !!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.destra 
Subject: Re: Dalla stampa
Date:  Mon, 07 Jan 2002 23:24:40 GMT 

On Tue, 01 Jan 2002 23:47:37 GMT, "Zax"  wrote:


>Quello che ti dice il tuo amico riguarda le città della costa... ma le
>condizioni degli indigeni all'interno dell'Australia sono inumane!

veramente gli aborigeni australiani sono un classico esempio di
minoranza "nativa" mantenuta ed assistita dal governo e dalla, fin
troppo buona societa' dei bianchi.


>Senza contare che proprio in quelle zone vengono uccisi e cacciati a forza per
>estrarre il molto petrolio presente.

Uccisi e cacciati ?
Ma DOVE ??
Il "molto petrolio" in Australia, poi !
ROTFL  !!!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.destra 
Subject: Re: Dalla stampa
Date:  Mon, 07 Jan 2002 23:24:41 GMT 

On Thu, 3 Jan 2002 17:17:53 +0100, "Stephen Dedalus"
 wrote:


>Secondo me sono peggiori quelli che non pagano le tasse, poiche' lo
>spacciatore non ti impone niente, chi non paga le tasse pregiudica la salute
>dell'intera comunita', dato che con l'evasione fiscale automaticamente
>vengono a mancare i fondi per la manutenzione di strade, ospedali, scuole,
>opere pubbliche ecc. ecc.

classico delirio da mentecatto post-comunista, che, puntualmente cerca
giustificazioni per i suoi amici spacciatori e violentatori
marocchini, ma che, in compenso punta a criminalizzare milioni di suoi
concittadini che commettono il terribile crimine di non sottostare
volontariamente al sistema fiscale piu' esoso ed inefficiente del
mondo.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.politica,it.politica.lega-nord 
Subject: Re: I geni del genio
Date:  Sun, 13 Jan 2002 22:50:20 GMT 

On Mon, 07 Jan 2002 23:47:54 GMT, "dawe" 
wrote:

>quello di governare, al massimo possono partecipare al dibattito politico in
>quanto civili che hanno qualche conoscenza in più solo in qualche campo
>specifico.
>Poi non è vero che gli scienziati risolvono con le loro scoperte i problemi
>di tutti i giorni, anzi, magari le loro scoperte portano nuovi problemi
>(buoni o cattivi).


Guarda che lo scopo della scienza non e' quello di "risolvere i
problemi di tutti i giorni" ai sempliciotti come te :

lo scopo della scienza e' quello di studiare e capire i fenomeni e le
leggi naturali.





http://www.xenith.com/articles.htm	
http://www.lrainc.com/swtaboo/stalkers/
http://www.eoffshore.com/prometheus/eugenics.htm
http://www.duke.org/library/




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.lavoro.sindacato,soc.culture.italian 
Subject: Re: x Cicikov
Date:  Sun, 13 Jan 2002 22:50:22 GMT 

On Fri, 11 Jan 2002 17:38:14 GMT, "brif"  wrote:

>Ti posto un link dove puoi leggere  un dossier sull'immigrazione nel 2001 in
>Italia e verificare che ciò che tu affermi è l'ennesima tua sconsiderata
>cazzata e tu...parli di ville.

Veramente il link postato da Cicikov 

http://www.ismu.org/Italiano/Cedoc/Banca_Dati/Iscritti_al_collocamento/sheet11.htm

dimostra, ancora una volta che gli immigrati sono un enorme palla al
piede per la nazione, affollano gli uffici di collocamento,
utilizzati per lavoracci non qualificati da industrialotti arretrati e
presto fuori mercato, si riverseranno in massa sulle strutture
assistenziali e gli ammortizzatori sociali, gia' oggi allo spasimo.

Risultato :  un enorme massa di nuovi poveri e disperati, pronti a
tutto, nuova manovalanza per mafia ed ogni genere di  malavita, pronti
al reclutamento per il terrorismo, musulmano e non.


Non ripetiamo l'  errore della California, che , grazie al mito
(SCHIAVILE) del lavoro non qualificato degli immigrati sta diventando,
da polo tecnologico di punta ad uno stato agricolo ed arretrato :


What happened to paradise?
http://www.oregonlive.com/books/9808/bk980831fl_davis.html


California has long prided itself on being a haven for the dreamers,
entrepreneurs and industrialists who together have built the Golden
State intoone of the world's most vibrant and prosperous economies.
But are the goodtimes behind us?  Is California's economy going to
hell in the proverbial hand
basket?  Plenty of apparently knowledgeable 
http://members.tripod.com/~jockoconnell/articles10.html



mancanza di forza lavoro qualificata in california, che porta le
industriehi-tech ad ANDARSENE

individuals.  The Oakland Tribune simultaneously reported that high
tech and biotechnology companies were leaving Silicon Valley and
California because they could not find a properly educated work force,
one that is capable of understanding the scientific thought processes
as well as general knowledge.  California has failed its kids, and
they will suffer as adults!  ButCalifornia is not alone.  Indeed
scientific 
http://www.ucmp.berkeley.edu/fosrec/Lipps.html


declino degli standard accademici nelle universita'  grazie all'
obbligo diammissione
http://www.claremont.org/gsp/gsp49.htm


declino in cure mediche per i neonati
http://www.ucsf.edu/pressrel/1998/11/1125medi.html

calo delle iscrizioni di minoranze etniche dopo la fine dell' obbligo
di ammissione
http://www.freep.com/news/nw/qucla1.htm


"ricchezza" portata dagli immigrati : la TBC
http://www.lao.ca.gov/cal_update/jul_99_calupdate.html

California ?  il cimitero del sogno americano:
http://www.theatlantic.com/unbound/polipro/pp9805.htm


The one-time economic mecca of the United States is losing thousands
ofjobs as large corporations downsize or relocate out of the state and
as military cutbacks by the Clinton Administration diminish
California's economy.
Furthermore, California's public educational system continues to
suffer from insufficient resources, while money is allocated for the
construction of new prisons.  Californians find it increasingly
difficult to live in the golden state when two-income households
struggle to maintain a home, higher education
is less accessible to the majority, and homelessness, traffic and
pollution flourish in California.
http://www-mcnair.berkeley.edu/95journal/GilbertContreras.html



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,free.it.problemi.razzismo 
Subject: Re: Evviva l' immigrazione!
Date:  Sun, 13 Jan 2002 22:50:30 GMT 

On Fri, 11 Jan 2002 12:11:36 -0000, "Massimo" 
wrote:


>solo che i deliri di uno psicopatico neonazista non interessano nessuno.
>non e' vero.... se ci fosse coscienza democratica in Italia, questi discorsi
>dovrebbero interessare la polizia ed uno cosi' andrebbe "inetrnato"... il
>fascismo e il nazismo non sono ancora fuori legge in Italia? Oppure


Caro Trigno, quando questi mongodown non sanno cosa rispondere 
puntualmente iniziano, nell' ordine ad insultare, minacciare e
plonkare.
Coraggio... tra un po'..... killfile anche per te !

Ne so qualcosa io che, con i miei post sul razzismo scientifico sono
finito nei killfile di tutti i rosiconi ignoranti mente-kattocomunisti
di usenet !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,free.it.problemi.razzismo 
Subject: Re: Evviva l' immigrazione!
Date:  Sun, 13 Jan 2002 22:50:32 GMT 

On Fri, 11 Jan 2002 16:13:57 -0000, "Trigno" 
wrote:

>guarda che il resto d' europa tra poco sara' cosi' incasinato in guerre
>civili provocate dalla gente che la pensava come te e che ha fatto entrare
>milioni di immigronzi che quello che scrivo io sara' del tutto irrelevante.

:-)
sara' meno irrilevante quello che hanno scritto loro, dato che, dopo
tutte queste guerre ci sara' anche chi vorra' pareggiare i conti con
questi signori e specialmente con gli autori delle varie "leggi
Mancino".

Chi ha denunciato qualcuno per "razzismo" sappia che ricevera' presto
quanto si merita.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.politica.pds 
Subject: Re: 19 gennaio a Roma!
Date:  Sun, 13 Jan 2002 22:50:33 GMT 

On Fri, 11 Jan 2002 22:27:39 GMT, "brif"  wrote:

>Il doppio standard nelle garanzie giuridiche e la totale precarizzazione
>della vita e del lavoro dei cittadini stranieri, introdotti dal ddl

BWHAHAHAHA !!
La sinistra che fa finta di preoccuparsi dei "cittadini stranieri" che
ha fatto entrare in massa come SCHIAVI e crumiri  !!

>governativo sull'asilo e l'immigrazione, coronano e istituzionalizzano una
>lunga campagna xenofoba e segnano un secco arretramento del patto di
la "lunga campagna"  xenofoba l' hanno fatta gli stranieri stessi, con
l' enorme incremento dei reati a loro imputabili.
Se la sinistra non fosse formata da imbecilli sarebbe bastato bloccare
l' accesso ad alcune nazionalita', come albanesi, marocchini,
nigeriani per contenere il fenomeno criminale, ma per voi sinistri
"gli uomini sono tutti uguali",  quindi anche gli immigrati, e datevi
pure la zappa sui piedi, kompagni !

>cittadinanza fondato sulla convivenza e sul lavoro, su cui si basa anche la
>nostra Costituzione.

>Per questo condividiamo e rilanciamo l'idea di una mobilitazione di
>coscienza che culmini il 19 gennaio, alla ripresa della discussione
>parlamentare, in una grande manifestazione civile e solidale a Roma.

seguono le firme di tutti i mentekatti comunisti al gran completo,
compresi centri sociali ed altra marmaglia, che mi danno l'
impressione di una specie di seconda Genova....

Se la sputtanata e le botte non vi sono bastate accomodatevi
tovarisch !!!


>Dario Fo e Franca Rame, Bruno Trentin, d. Luigi Ciotti, Rossana Rossanda,
>Social Forum, Forum immig., Coord. immig. in lotta, Cs Mag.47 (Brescia);
>Africa insieme (Pi, Empoli, Zona cuoio); Serv. Civile Internaz.; "Azad" per
>la libertà del popolo kurdo; Villaggio Globale (Rm); C. Turati (Prc e Social
>forum Cr); P. Berardi per Attac Roma; D. Frisullo per Senzaconfine; F. Adly,
>dir. Anbamed; G. Casella (Legamb. Sessa Aur.); Coord. Giovani lavoratori
<.........>


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,free.it.problemi.razzismo,it.politica 
Subject: Re: x Cicikov
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:12:57 GMT 

On Sat, 12 Jan 2002 18:31:11 GMT, "brif"  wrote:


>Coglione! Leggi quello che scrivi in questo thread:
>"...siete dei criminali che ci state riempiendo di disoccupati a
>cui dovremo pagare le pensioni e che svaligeranno ville ed uccideranno
>persone?"

Difatti la maggior parte degli immigronzi e' disoccupata, ci tocchera'
pagargli sussidi, pensioni e indennita' varie e sono stati loro ad
iniziare a svaligiare le ville (reato sconosciuto in Italia, prima
dell' immigrazione).

Come al solito Trigno ha ragione e tu 6 1 coglione !


>e poi, coglione, leggi il dossier e impara che i 200.000 disoccupati
>esistono nella tua  rozza, becera, vuota ed inutile testa (di cazzo).
>brif
Come al solito ci fai sbellicare, perche' questo e' scritto proprio
nel dossier postato da Trigno.
Oltre che koglione sei anche dislessico !!!!



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.politica.internazionale 
Subject: Re: Scontri di incivilità
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:12:59 GMT 

On Sat, 12 Jan 2002 22:30:19 GMT, rob_cn@mailcity.com (Roberto Cane')
wrote:


Difatti, e' solo l' ennesima becerata dello sciacallo comunista
monopalla rognamir, che gode a vedere bambini uccisi, perche' spera di
giustificare i suoi amici islamici.

La drammatica situazione in Irlanda del Nord e', in massima parte una
lotta per l' indipendenza.
Solo un povero cervello malato come il monopalla puo' fare un paragone
con l' imperialistico espansionismo musulmano.

> On Fri, 11 Jan 2002 14:04:32 GMT, "Radamir Kostantinovìc"  wrote:
> > Trigno-Cialtro-Panzo, beccatevi come se le suonano di santa ragione gli
> > occidentalissimi cattolici con i protestanti, coinvolgendo i bambini
> > naturalmente:

>Questa e' malafede.
>Non si possono porre sullo stesso piano la situazione nord-irlandese e
>la minaccia che proviene dal terrorismo arabo.
>I militanti dell'IRA e i Protestanti sono Europei che sbagliano,
>gli arabi sono una minaccia per il mondo intero.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.cultura.storia 
Subject: Re: Un articolo molto interessante
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:13:00 GMT 

On Sun, 13 Jan 2002 21:25:19 +0100, Doctor Destino
 wrote:

>ah bhe..ci stava pure Mengelè! Se li chiami ricercatori questi e
>"campi" di interesse scientifico...
>Come quel pazzoide di Himmler che si era messo in testa di curare gli
>omosessuali, e affido' il compito a Vernaet per sperimentare la sua
>cura "infallibile". Dei quindici operati 2 morirono e nessuno "guarì".
>Oltra che pazzi criminali erano anche dei ciarlatani alla massima
>potenza.


Veramente io ho letto un libro, scritto da Miklos Nysli, un medico
rumeno, ebreo, deportato ad Auschwitz, che lavoro' come assistente al
famigerato dottor "morte" Mengele.
No esperimenti diabolici, vivisezioni e tante altre fesserie.

Lavoro di ricerca di routine, referti di malformazioni, qualche
autopsia, reperti anatomici spediti ai vari musei tutto qui il "dottor
morte".

......ma in giro ce' ancora gente che crede al "sapone umano" fatto
dai tedeschi  !





Chiamare il comunismo incarnazione del passato potrebbe suonare
paradossale, dato che essi affermano di essere ultramoderni. Ma noi
abbiamo valutato le loro affermazioni ed abbiamo riscontrato come esse
siano solo un camuffamento.  Abbiamo riscontrato che che il comunismo,
piuttosto che nuovo e' molto vecchio, e' solo l' ultimo di una lunga
serie di rivolte degli elementi inadattabili, inferiori e degenerati
contro la civilizzazione, che li ha irritati e che, quindi  intendono
distruggere. 

LOTHRUP STODDARD
The Revolt Against Civilization
 http://www2.mo-net.com/~mlindste/revltciv.html



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.scienza,soc.culture.italian 
Subject: Grafico di distribuzione dell intelligenza per razze
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:13:02 GMT 



Il grafico di "the bell curve"  :

http://webusers.anet-stl.com/~civil/africanfailure.html


L' intelligenza non e' uguale per tutti :  si e' sviluppata solo
grazie all' evoluzione.

Chi e' meno evoluto sara', necessariamente meno intelligente.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.scienza 
Subject: Il darwin institute 
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:13:03 GMT 




Il darwin institute 

La campagna per minare il darwinismo inizio' nel 1920, quando la
scuola di antropologia di Franz Boas inizio' a separare la biologia
dalle scienze sociali 

http://www.charlesdarwinresearch.org/main.html




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.scienza,soc.culture.italian 
Subject: centro di politica sociale
Date:  Wed, 16 Jan 2002 00:13:14 GMT 


social policy centre


Il declino genetico occidentale
Eugenica :  Fondazione del nostro futuro
Egalitarian fiction and collective fraud.

http://www.p-m-s.freeserve.co.uk/


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.cultura.storia 
Subject: Re: Un articolo molto interessante
Date:  Mon, 28 Jan 2002 00:53:52 GMT 

On Thu, 17 Jan 2002 21:56:23 +0100, "lindest" 
wrote:
>> Veramente io ho letto un libro, scritto da Miklos Nyiszli, un medico
>> rumeno, ebreo, deportato ad Auschwitz, che lavoro' come assistente al
>> famigerato dottor "morte" Mengele.
>> No esperimenti diabolici, vivisezioni e tante altre fesserie.

>Potresti dare qualche indicazione in più sul libro?

Miklos Nyiszli    "sopravvissuto a Mengele" 
Sugarco ed. 1985

L' autore, medico rumeno, ebreo, deportato ad Auschwitz, che lavoro'
comeassistente del "sanguinario scienziato pazzo", laureato in
medicina ed in filosofia :

Nessun racconto di esperimenti diabolici, piuttosto sezioni di
cadaveri, autopsie, raccolta di reperti anatomici vari, scheletri,
teschi.... inviati ad universita' e musei.

Un lavoro scientifico anche abbastanza noioso, altro che i racconti
orrorifici alla Frankestein, che, pero' colpiscono di piu' l'
immaginario della plebaglia e sono, alla fine puntualmente creduti.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  soc.culture.italian,it.politica,it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Animalisti del cazzo
Date:  Mon, 28 Jan 2002 00:53:54 GMT 

On Tue, 22 Jan 2002 10:39:48 +0100, Emanuele Buratti
 wrote:

>   questa e' una stupidaggine abbastanza diffusa che ha dato risultati 
>anche tragici. Fin dalla sua introduzione questa storia dell'eugenetica 
>non ha MAI dato nessun risultato scientificamente apprezzabile neanche 
>quando, con i nazisti, i portatori di malattie mentali o tare ereditarie 
>venivano fisicamente eliminati dal pool genico della razza ariana. 

veramente il risultato voluto era proprio questo !

Del resto l'  intelligenza e' ereditaria, e gia' esiste, per esempio
la banca dello sperma dei premi Nobel, con eccellenti risultati.

Il problema dell' eugenica e' che e' stata messa in relazione con il
nazismo e quindi considerata tabu', per poi essere sommersa dal
delirante marasma egualitarista degli anni' 60.

Buratti, come, in genere i comunisti punta, regolarmente a sostenere
fantasiose teorie, secondo cui le differenze intellettuali non
esistono, e, se due persone risultano meno intelligenti questo e'
dovuto a qualche complicata e bislacca teoria socio-culturale, ma le
differenze fisiche e psicologiche esistono eccome, e l' evidenza dei
fatti e' li' a smentirli.

>   Questo ti spiega, ad esempio, come mai si sia osservato 
>un'apprezzabile diminuzione della frequenza di malattie ereditarie i cui 
>effetti sono palesi (sindrome di Down, anemie etc.etc.) ancora prima 
>della puberta'.
perche' a portare alla sindrome di Down e' una mutazione genetica, un
accidente casuale che non dipende dall' ereditarieta'.
Come al solito si citano fatti prestestuosi ed irrilevanti per cercare
di sostenere teorie pseudoscientifiche ed assurde.

>   Quello che dovresti dire e' che noi CREDIAMO di selezionarci da soli, 
>in realta' dal punto di vista genetico facciamo ben poco.

Certo,anche  secondo i comunisti russi le nazioni capitaliste
CREDEVANO di vivere meglio, ma a vivere meglio erano i felici
lavoratori delle grandi repubbliche sovietiche !   :-)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.fan.culo,it.politica 
Subject: Re: Q.I. = 135, ossia di ottimo livello
Date:  Mon, 28 Jan 2002 00:53:58 GMT 

On Thu, 24 Jan 2002 17:59:13 -0000, "Trigno" 
wrote:

>ECCONE un altro!!! Ma sentite che cazzate bisogna sentire... Onestamente,
>leggete qualche libro (anche di qualche ricercatore che non condivide i
>tests) e vi accorgerete delle cazzate sparate. Infatti i negri americani
>sono tutti al 140 :-) Basta farli allenare (ROTFL!!!)

Difatti, dal grafico di distribuzione razziale dell' intelligenza  :

http://webusers.anet-stl.com/~civil/africanfailure.html


Si deduce che i negri sono, inequivocabilmente MENO INTELLIGENTI dei
bianchi !


--

http://www.whitepower.com/
http://www.k-k-k.com/
http://www.ihr.org/index.html
http://www.angelfire.com/co/7thunders/zion.html
http://www.angelfire.com/rnb/crusaders
http://www.delphi.com/keystones
http://www.mindspring.com/~kec74/KKK.html
http://web.raex.com/~moezif/
http://www.whitesonly.net/new.html
http://www.mugu.com/cgi-bin/Upstream/Issues/   
http://www.mere-christianity.org/bellcurve.htm
http://WWW.MANKIND.ORG
http://www.eoffshore.com/prometheus/eugenics.htm
http://www.stormfront.org/whitehistory/
http://www.abbc.com/aaargh/ital/ital.html
http://www.oldeagle.com
http://www.whitesonly.net
http://www.wcotc.com
http://www.natall.com
http://www.resist.com
http://www.resistance.com
http://www.christian-aryannations.com
http://www.whiteracist.com
http://www.nidlink.com/~fourteenwords/
http://www.duke.org



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.istruzione.scuola 
Subject: Re: Scuola ed integrazione etnica
Date:  Tue, 12 Mar 2002 22:39:45 GMT 


solita, penosa tirata del patetico demente brif sui tentativi della
sinistra di utilizzare la scuola pubblica come macchina
propagandistica per il loro progetto di trasformazione della societa'
e della cultura europea in una "societa' multirazziale".

La gente non ne puo' piu' degli stranieri clandestini, questo e' un
dato di fatto, confermato da tutti i sondaggi, ed emerso, finalmente
dal risultato elettorale, che ha lasciato i kompagni a rosicare ed a
postare farneticazioni su usenet !

Per i comunisti questo sogno della perfetta societa' multirazziale e'
una specie di premio di consolazione per il fallimento totale della
loro perfetta societa' comunista : non potendo distruggere la societa'
capitalista con la loro demagogia populista da quattro soldi chiamano
rinforzi dal loro amato terzo mondo, sicuri che l' immigrazione
selvaggia di negri e meticci trasformera' l' ordinata societa' europea
in un immenso, lurido e stracciato carrozzone di zingari, una
sterminata massa di plebaglia abbruttita che la schiera di
propagandisti ed agitatori, grande forza della sinistra, sapra'
manipolare a volonta' fino al raggiungimento dello scopo :
riportare al potere la sinistra, tra scioperi, delinquenza e caos
inimmaginabili.

E' appena il caso di ricordare che questa fantomatica "societa'
multirazziale" esiste gia' :    esiste in nazioni come la Colombia, il
Brasile, il Bangladesh, il Messico.....

......vorreste che anche l' Europa diventasse cosi'  ?


On Mon, 4 Mar 2002 20:14:37 +0100, "brif"  wrote:

>La scuola, strumento per combattere intolleranza, xenofobia e razzismo.
>Mentre la maggioranza polista alla Camera vota una legge xenofoba
>sull'immigrazione, la Commissione Europea (Forcolandia, nuova Urss, per
>intenderci...) si impegna a stimolare i programmi e la cooperazione fra gli
>stati membri allo scopo di favorire l'integrazione etnica attraverso la
>scolarizzazione dei bambini immigrati e l'educazione interculturale.

>"La metà circa dei ragazzi e delle ragazze europei che frequenta la scuola
>dell'obbligo ha ogni giorno come compagni di banco alunni di origine
>culturale e linguistica diversa dalla propria."

> L'interessante dato è reso noto dalla Commissione Europea in una relazione
>dal titolo: "Istruzione dei figli dei lavoratori migranti", nella quale si
>afferma inoltre che l'Unione deve fare fronte "a una nuova domanda in
>materia d'insegnamento linguistico delle cosiddette lingue materne dei
>migranti".

>"La relazione - si legge in una nota del 22 febbraio scorso - presenta una
>visione globale dell'azione della Comunità europea, volta alla promozione
>della scolarizzazione dei figli dei lavoratori migranti *legalmente
>residenti e dei bambini zingari*".

>L'istruzione, quindi, intesa come strumento per combattere intolleranza,
>xenofobia e razzismo, così come emerso dal Consiglio europeo di Edimburgo.

>Per questo la Commissione si impegna "a stimolare ancor più la cooperazione
>fra Stati membri, per contribuire al miglioramento della qualità
>dell'istruzione dei figli di lavoratori migranti, indipendentemente dalle
>loro origini". Nello stesso tempo verrà attuata un'azione a favore dello
>"sviluppo delle politiche nazionali, mirate alla scolarizzazione dei bambini
>immigrati, verso l'educazione interculturale per tutti".
>
>Sviluppo della diversità linguistica e culturale negli stati membri, a causa
>della "mobilità nell'ambito dell'Unione e della presenza di immigrati
>extracomunitari", il problema di politica dell'istruzione che la Commissione
>si propone di esaminare. Nella relazione, viene ricordato che "il termine di
>educazione interculturale, si è progressivamente imposto nella maggior parte
>degli stati membri per designare l'insieme di pratiche educative volte a
>promuovere il rispetto e la comprensione fra tutti gli alunni,
>indipendentemente dalle loro origini culturali, linguistiche, etniche o
>religiose".
>
>Nel provvedimento comunitario, si fa inoltre riferimento ad altre norme
>europee che già prevedono come priorità da parte degli stati europei
>"l'integrazione scolare dei figli dei lavoratori migranti" (programma
>d'azione in materia d'istruzione del 9 febbraio 1976) e "l'insegnamento
>della lingua materna e della cultura del paese d'origine" (direttiva del
>Consiglio del 25 luglio 1977). Il programma del '76 prevede anche scambi di
>informazioni, azioni pilota e cooperazione in materia di formazione degli
>insegnanti. Mentre la direttiva del '77 impone "agli Stati membri l'obbligo
>di promuovere, in cooperazione con gli Stati di origine e in coordinamento
>con l'insegnamento normale, l'insegnamento della lingua materna e della
>cultura del paese d'origine". Un ulteriore strumento di integrazione,
>ricorda infine la Commissione, è il Fondo Sociale Europeo, che "ha arrecato
>un supporto all'attuazione di corsi linguistici e culturali a favore dei
>lavoratori migranti, onde agevolare la loro integrazione nei paesi ospiti ed
>ha anche cofinanziato corsi di lingua materna per i figli dei lavoratori
>migranti comunitari".
>
>L'Italia polista "risolve" i  problemi delle migrazioni con manganelli e
>cannoniere per i clandestini,  e con una legge punitiva per gli immigrati
>regolari. L'Europa si impegna nei programmi di integrazione culturale ed
>etnica.
>
>Da una parte l'Italia - minoritaria, ma di governo - della violenza
>xenofoba, razzista dei Gentilini, Bossi e Calderoli, supportati dal
>"prescritto" di Arcore; dall'altra l'Europa delle nazioni e della
>multietnicità che "lavora" per l'integrazione.
>brif


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica,it.cultura.antagonista 
Subject: Re: Borghezio rischia qualche annetto
Date:  Sat, 16 Mar 2002 01:40:15 GMT 

On Tue, 12 Mar 2002 10:44:23 +0000 (UTC), "sergio"
 wrote:


Borghezio va PREMIATO, altro che condannato !
La gente odia gli zingari, e se la lega sta perdendo consensi, forse
e' proprio perche' ha abbandonato la linea dura dei falchi alla
Borghezio e abbandonato le ronde e le manifestazioni contro gli
immigrati.
La storia si ripete : ovunque vi sia stata immigrazione di elementi
non bianchi, immancabilmente abbiamo assistito a delinquenza,
impoverimento,disoccupazione e crazione di sacche di terzomondo nel
cuore di nazioni ricche e sviluppate; vedi i tanto sbandierati Usa,
che proprio alla loro famosa "multirazzialita'" devono i loro peggiori

mali sociali, disoccupazione, omicidi, droga, prostituzione e traffico
di droga.

>TORINO Si aggravano le accuse per l' europarlamentare Mario Borghezio e
>altri sette militanti leghisti processati per il rogo scoppiato a Torino
>il 1° luglio 2000, al termine di una manifestazione antidroga, sotto un
>ponte che ospitava un improvvisato dormitorio di immigrati.
>Gli otto dovevano rispondere di danneggiamento seguito da incendio, ma
>il giudice Giovanni Macchioni, anzichè emettere la sentenza, nei giorni
>scorsi ha rinviato gli atti alla Procura perché procedesse per il reato
>di incendio doloso, punito con il carcere da tre a sette anni. Il
>pubblico ministero, Onelio Dodero, ha già inviato agli indagati il
>rituale «avviso di chiusura indagini», e si prepara a chiedere il loro
>rinvio giudizio.

>Il processo, in sostanza, era praticamente terminato. Il pm aveva
>proposto di condannare Borghezio a sei mesi e cinque giorni, e le altre
>persone chiamate in causa a pene variabili tra i sette mesi e mezzo e i
>cinque mesi e venti giorni. Il giudice, però, ha ritenuto che dovesse
>essere contestato un reato più grave.
>Alla sfilata presero parte una settantina di manifestanti. Il rogo
>scoppiò alla fine, quando un gruppetto di leghisti - secondo la Digos e
>la Procura - scese sotto il ponte Principessa Clotilde, sul fiume Dora.
>Un immigrato che si trovava sul lungofiume disse di aver notato un
>militante scagliare una torcia accesa sulle masserizie. Ma gli avvocati
>difensori (Antonio Forchino, Paolo Forno, Giacomo Gribaudi e Luca
>Procacci) contestano questa ricostruzione dei fatti. Adesso tutto torna
>alla procura: se le richieste del giudice saranno accolte
>l’europarlamentare e gli altri leghisti coinvolti potrebbero vedere le
>proprie posizioni aggravarsi. I loro avvocati annunciano battaglia.
>
>
>-- 
>Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: kill the Boer, kill the Farmer
Date:  Thu, 20 Jun 2002 02:51:14 GMT 

On Mon, 17 Jun 2002 22:16:09 GMT, "Manfred De La Rey"
 wrote:

>Poichè Peter Mokaba è morto di AIDS (strano per un negro vero ?) ci sono
>buone speranze che questo maiale abbia patito le pene dell'inferno prima di
>crepare....
>The notorious ANC leader who coined the phrase "Kill the Boer, Kill
>the Farmer" has died. There are strong rumours that he died from

Vedrai che non sara' l' ultimo......

ora che il Sudafrica e' caduto sotto il dominio dei negri e' solo
questione di tempo perche' diventi un altro disperato immondezzaio,
esattamente come tutte le ex-colonie europee.
Quando questo succedera' tutte le decine di milioni di negri, che,
fino ad oggi hanno potuto vivere discretamente, in Sudafrica ed in
tutte le nazioni confinanti inizieranno a MORIRE, MORIRE DI FAME !
Come, puntualmente e' successo in tutto il resto dell' Africa.

Vediamo se il solito coro degli psicotici cialtroni antirazzisti
ricomincera' a dare la colpa ai bianchi.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: La risposta per l'africa
Date:  Mon, 01 Jul 2002 00:53:58 GMT 

On Wed, 26 Jun 2002 10:37:13 GMT, mickymouse@mickymouse.nospam.it
(Michele Bendazzoli) wrote:

>Posto questo articolo per rispondere indirettamente a chi fa
>discendere il sottosviluppo di alcune aree dalle razze che ivi
>risiedono.

... che, comunque si voglia girare il problema e' un dato di fatto.


>A mio avviso invece, l'arretratezza economica, e' direttamente
>proporzionale al tasso di assistenzialismo, ovvero inversamente
>proporzionale al grado di liberta' economiche che ci sono in un paese,
>ovvero ancora, inversamente proporzionale al grado di diffusione
>dell'ideologia marxista.

.. Un po' stiracchiata come ipotesi, forse buona come paradosso o
barzelletta  :-)


>Come spiegare altrimenti, ad esempio il fatto che il Veneto, partito a
>inizio secolo in condizioni ben peggiori delle regioni meridionali,
>senza godere degli aiuti economici di quest'ultime (ma in realta'
>proprio *grazie* a questa mancanza), ha raggiunto un grado di sviluppo
>che gli consente di avere un pil paragonabile e un tasso di
>industrializzazione paragonabile a quello della California?

E' una delle tante conferme al semplice fatto accennato sopra :
I veneti, nordici con ascendenze germaniche erano e sono superiori
alla maggior parte della popolazione meridionale, che, malgrado
notevoli apporti da parte di popolazioni nordiche (svevi e normanni)
e' grandemente mescolata con levantini e nordafricani.
Il tradizionale sottosviluppo del veneto era esclusivamente dovuto a
fatti culturali e storici, quando, finalmente le condizioni si sono
fatte favorevoli il veneto ha avuto il suo boom.
Il disordinato e sporco meridione, pur essendo partito, a inizio
secolo in condizioni favorevoli ha sempre perso terrenom man mano che
dovette contare sulle proprie capacita'.

Il fatto sopra, cioe' la dipendenza dello sviluppo dalla razza e'
semplicemente un dato di fatto, negato solo da una minoranza di
sinistroidi malati e psicotici.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: La risposta per l'africa
Date:  Tue, 02 Jul 2002 00:02:35 GMT 

On Mon, 01 Jul 2002 09:07:17 GMT, mickymouse@mickymouse.nospam.it
(Michele Bendazzoli) wrote:

>>.. Un po' stiracchiata come ipotesi, forse buona come paradosso o
>>barzelletta  :-)

>L'unica barzelletta che ho visto, mi pare la tua risposta: io ti ho
>portato dei dati che confermano le mie ipotesi, e che spiegano le
>differenze che tu sottolinei. Tu invece di confutarle invece, mi pare,
>porti solo chiacchere ;-)

quindi parlavi sul serio ?
evidentemente condividi le paranoie dei tuoi amici comunisti.

Repubblica Ceca e  Zaire.
Germania Est (prima dell' unificazione) e Brasile

Quali sono i piu' sottosviluppati ?
i piu' rossi ?  o i piu' negri ?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: La risposta per l'africa
Date:  Sat, 06 Jul 2002 01:06:59 GMT 

On Tue, 02 Jul 2002 07:09:50 GMT, mickymouse@mickymouse.nospam.it
(Michele Bendazzoli) wrote:

>Comunisti?!
>Io ti sto portando l'esempio di un paese, l'Etiopia, dove vige il piu'
>assoluto liberismo economico - manca addirittura un governo -, e tu mi
>parli di comunismo?! Ma lo avete letto l'articolo?

Affermare che in Etiopia vi sia "liberismo economico" perche' manca il
governo significa DELIRARE.

L' Etiopia e' in uno stato di ANARCHIA TOTALE, nel caos piu' completo,

come la maggior parte delle nazioni di quell'  ameno continente  :-).

Viceversa, nazioni conosciute come iper liberiste sono dei veri e
propri stati di polizia, vedi Singapore.


>>Repubblica Ceca e  Zaire.
>>Germania Est (prima dell' unificazione) e Brasile

>>Quali sono i piu' sottosviluppati ?
>>i piu' rossi ?  o i piu' negri ?

>Perche' ti pare che la Germania dell'Est sia sviluppata forse? Ma non
La Germania Est era una delle nazioni piu' progredite e sviluppate del
Patto di Varsavia, tante' vero che la riunificazione, anche economica
procedette in maniera spedita ed efficiente.

Il problema della Russia non e' certo la sua popolazione bianca
nordica, ma le centinaia di milioni di meticci asiatici, puntualmente
incapaci di creare e gestire un qualcosa di lontanamente vicino ad un
sistema economico  complesso.

>aveva fatto bancarotta l'URSS? Ma non sono stati costretti a
>liberalizzare, sebbene solo parzialmente, l'economia, se hanno voluto
>sopravvivere?
Questo e' un non-sequitur.  Che le nazioni socialiste fossero in
difficolta' questo e' risaputo, cosi' come che le loro popolazioni
avessero un tenore di vita inferiore al nostro.
Non e' pero' nemmeno lontanamente pensabile fare un paragone tra
quelle nazioni ed il terzo mondo, popolato, quasi per intero da non
bianchi.

La stretta dipendenza tra il tipo razziale della popolazione (e quindi
capacita' ed intelligenza) e'strettamente legata a sviluppo, tenore di
vita ed istruzione.  CVD

Questo fatto e', comunque talmente chiaro, evidente, confermato e
riconfermato durante interi millenni che mi sembra di dire banalita'.

>ciao, Michele

ciao

_____________________________________________
Date: i torto se ci riuscite, oppure plonkatemi 



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: HA VINTO LA SOCIETA' MULTIETNICA!!!!
Date:  Mon, 01 Jul 2002 23:49:49 GMT 

On Sun, 30 Jun 2002 21:47:44 GMT, Alberto@argan.com (Alberto_) wrote:

>imbecille?
>e cosa dovrebbe cambiare, pirla?
>e' nato o e' diventato , sempre multietinico e'.
(il Brasile ndr)

difatti e' un immondezzaio di bidonville, bambini di strada,
prostituzione e miseria.
Cosi' come TUTTE le cosiddette societa' multirazziali.

E' questo il vostro modello di societa' ?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: R: Atti di teppismo negro a New York
Date:  Sat, 06 Jul 2002 01:06:51 GMT 

On Wed, 3 Jul 2002 23:05:31 +0200, "Stone" 
wrote:

>Beh, io non sarei così drastico con i leghisti. Parlavi dei leghisti, vero?
>Non mastico l'inglese!

sembra essere una caratteristica fissa dei sinistri su questo NG !
:-)

Che fine ha fatto mauid, piuttosto ?  
e' sparito o si e' semplicemente riclonato in qualcuno dei tanti nuovi
imbecilli che infestano questo NG ?


>Manfred De La Rey  wrote in message
>> Quando mai ci si renderà conto che non è possibile nessun tipo di
>convivenza>> pacifica con queste belve selvagge ?

Specialmente in Sudafrica.
A proposito, come mai nessuno parla piu' del "Sudafrica libero" e
dell' ex galeotto Mandela ?

Forse per non dire che quella sfortunata nazione e' diventata prima
nel mondo per numero di omicidi, che si sta preparando una
sanguinosissima guerra civile, che tutti i bianchi se ne stanno
andando, abbandonando la nazione nelle "capaci" mani dei negri.

Nuovo sogno infranto in vista ?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.sport.calcio,soc.culture.italian 
Subject: NO ai finanziamenti al calcio !!
Date:  Fri, 23 Aug 2002 00:54:46 GMT 

E'  di oggi la notizia che il governo ha rifiutato di prendere in
considerazione la scandalosa idea di finanziare le societa'
calcistiche, ormai tutte con i conti in rosso per i mega stipendi
concessi ai propri calciatori.

Complimenti al governo attuale, che, coerentemente alla propria
politica di serieta' ed austerita' rifiuta in toto la mentalita'
clientelare e spendacciona di quello precedente, con le varie leggi
Veltroni, fatte ad hoc per foraggiare i nani e le ballerine del
fallimentare cinema italiano !

Se le varie societa' calcistiche hanno speso delle enormita' per
strapagare i loro "fenomeni" ed ora si ritrovano senza una lira,
sappiano che gli errori si pagano, e non e' giusto che, a pagare sia
sempre il contribuente.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.diritto 
Subject: Re: Siae:ditemi che non e vero
Date:  Tue, 27 Aug 2002 01:24:18 GMT 

On Wed, 21 Aug 2002 18:15:17 GMT, "Stefano Gemma"
 wrote:

>    Mi sono spiegato male. Io sono programmatore e i backup in questione
>sono i sorgenti dei miei programmi (scritti da me), oppure i dati della mia
>contabilità. Nulla a che vedere con copie personali di cd protetti da
>copyright quindi. Nel mio caso, non si giustifica il pagamento di diritti...
>o no?

purtroppo hai capito male.... 

La siae e' solo un esattoria, e il dover tassare i supporti vergini
per pagare i diritti al software copiato e', unicamente un delirante
pretesto per appiopparci l' ennesimo balzello.

Piuttosto, dato che la tassa sui supporti servirebbe a ripagare gli
autori per le copie abusive,  CHI decidera' a chi andranno questi
soldi ?
Con che criteri si decidera', se le copie abusive sfuggono,
naturalmente a ogni controllo e statistica ?

La siae applica gia', per la ripartizione dei compensi agli autori dei
parametri iniqui.
Questa demenziale tassa sui supporti e' solo l' ennesima stangata ai
danni dei consumatori, che, invece di pagare e stare zitti dovrebbero
ribellarsi, con le cattive.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,soc.culture.italian,it.politica 
Subject: Re: Società multietnica in Italia, una necessità fuori luogo
Date:  Sat, 31 Aug 2002 01:11:33 GMT 

On Fri, 23 Aug 2002 19:26:23 GMT, padano@liberi.it (padano) wrote:

	
necessita'  ?
LA SOCIETA' MULTIETNICA E' UN DISASTRO !!!

Chi ne parla sono, per lo piu' i soliti, penosi, farneticanti
mentecatti di sinistra :  gli stessi dementi che, per anni hanno
insistito sulla creazione della "perfetta societa' comunista", anche
quando era ormai evidente che quel tipo di societa' non fosse ne'
auspicabile ne' desiderabile, i kompagni, fedelmente e caparbiamente
negavano l' evidenza e si ostinavano a farneticare di IMPORRE A TUTTI
un modello di societa' allucinante.

Abbiamo dovuto aspettare il crollo totale del blocco comunista
perche', gradualmente questi personaggi riprendessero, almeno
parzialmente contatto con la realta'.

Oggi, orfani del mito della societa' comunista la congrega dei
sinistri ha adottato il mito della "societa' multirazziale",
auspicando cioe' una societa' come quella che esiste in nazioni come
il Brasile, il Peru',  la Colombia, l' Egitto o l' India.

Chi vorrebbe vivere in paesi del genere ?
Ebbene, questi personaggi vorrebbero trasformare tutto il mondo
occidentale in paesi del genere : luridi immondezzai, popolati da
disperati, che tra poverta', fame ed analfabetismo vivono in mezzo a
topi, insetti e parassiti, in luride baracche.

Perche' quindi questi personaggi insistono con le loro deliranti
chiacchiere ?
La malattia mentale non potrebbe essere una spiegazione ?
Le mille e mille scuse assurde con cui cercano di giustificare le loro
farneticanti tirate non potrebbe essere, piu' semplicemente definita
una SINDROME DELIRANTE ?


>I RISCHI (GIÀ EVIDENTI IN MOLTE CITTÀ) DEL MELTING POT SPACCIATO
>DALLA SINISTRA COME TRAGUARDO DELLA DEMOCRAZIA
>Società multietnica in Italia, una necessità fuori luogo
> 
> 
>L’iter della nuova legge sulla immigrazione porta con sé strascichi di
>roventi polemiche. Nel rispetto delle legittime opinioni di ciascuno e senza
>demonizzare nessuno, tuttavia credo che sia necessario fare alcune
>osservazioni di carattere generale traendone le opportune considerazioni, se
>si vuole serenamente, senza preconcetti e pregiudizi, cercare di trovare una
>soluzione a tale importantissima e prioritaria questione. Da sempre nella
>storia dell’uomo si riscontra il fenomeno delle migrazioni. Fin
>dall’antichità masse di individui si sono spostate su altri territori per
>motivi diversi che, di volta in volta, potevano essere le carestie o la
>pressione di altre popolazioni, il che notoriamente innesca reazioni a
>catena producendo talora scontri furibondi ed epocali, basti pensare alle
>invasioni barbariche all’epoca dell’impero romano. Attualmente si assiste, a
>seguito del crollo dei regimi dell’Est e dell’esodo dai Paesi arabi e
>orientali, a un’infiltrazione consistente di etnie diverse che investe in
>primis la nostra penisola. Il problema si presenta assai complesso e non
>facilmente affrontabile oltre a comportare conseguenze che possono essere
>dirompenti per l’Europa e quindi anche per il nostro Paese. Si deve però
>rilevare che, al di là delle ragioni che spiegano questo afflusso in Italia,
>da noi la prospettazione e la creazione di una società multietnica, intesa
>da alcuni come traguardo di “democrazia e civiltà”, è puramente artificioso
>e non risponde ad esigenze oggettive della nostra collettività. Quello che
>ha caratterizzato lo sviluppo del Nord America o dell’Australia, era
>necessitato dal fatto che di fronte alla vastità di quei territori, alle
>ricchezze da sfruttare, vi era mancanza di uomini e di un serbatoio adeguato
>di manodopera. Da noi il discorso è completamente diverso. Abbiamo una
>densità di abitanti per mq assai elevata per cui l’aumento anche solo di
>qualche milione di persone può comportare squilibri e abbisogna di una
>programmazione. Inoltre già di per sé vi è una consistente fetta della
>popolazione attiva che non ha un lavoro per cui, particolarmente nel
>Meridione, si deve affrontare prioritariamente la disoccupazione indigena.
>Nelle nostre città l’intrusione di una notevole quantità di extracomunitari
>ha già prodotto, in taluni casi, situazioni esplosive e ad alto rischio,
>poiché parte degli stranieri non ha lavoro o lo ha, ma precario, mentre
>decine e decine di migliaia sono i clandestini sul nostro territorio, senza
>permesso di soggiorno e non è noto se siano sani o portatori di malattie, se
>onesti o dediti al crimine. Centinaia di migliaia sono senza lavoro e si
>devono dedicare ad espedienti per vivere e quindi facilmente cooptati nelle
>file della malavita non solo nostrana, ma vittime e strumenti delle mafie
>etniche che si sono annidate e che si spartiscono, non sempre pacificamente,
>i traffici illeciti della prostituzione, della droga, dei furti, delle
>rapine. D’altra parte al di là delle apodittiche e generiche affermazioni
>sulla “accoglienza e solidarietà”, gli operatori del diritto possono
>confermare quello che nella quotidianità si riscontra. In numerose carceri
>oltre la metà dei detenuti è straniera con una complicazione per il
>sovraffollamento, la lingua, le abitudini. Sul piano della amministrazione
>della giustizia una buona parte dei processi penali riguarda gli
>extracomunitari, molti clandestini, la cui identità non sempre è
>individuabile e con un costo in termini socioeconomici, notevolissimo.
>Comunità di stranieri bivaccano ed occupano interi quartieri vivendo in
>genere in uno stato di degrado non degno di un paese civile. Se questa deve
>essere l’accoglienza e la solidarietà, permettendo che siano sfruttati dalla
>criminalità, destinati alla prostituzione o nella migliore delle ipotesi
>dannati nel lavoro nero, è chiaro che non è la strada da percorrere. La
>legge Turco-Napolitano, al di là delle nobili intenzioni, si è rivelata
>utopistica da una parte e priva di responsabilità politica dall’altra. Già
>dopo la sua emanazione avevamo rilevato da queste colonne le sue
>incongruenze in materia di “sponsor”, di ricongiungimenti familiari che
>possono quintuplicare le presenze, di espulsioni, di generiche direttive sui
>controlli ai confini per impedire l’ingresso di nascosto. E sinceramente si
>resta stupiti dalla faciloneria e dalla leggerezza che alcuni esponenti del
>centrosinistra talvolta mostrano su questo argomento, e viene spontaneo
>chiedersi quale realtà essi percepiscano. La nuova legge Bossi-Fini, a mio
>parere, cerca di affrontare la questione in modo più razionale. Bisogna
>premettere che l’obbligo etico, prima ancora che politico e giuridico, di
>aiutare i popoli sottosviluppati e poveri è fuori discussione. Si tratta di
>organizzare innanzitutto gli aiuti in un quadro d’assieme dei Paesi
>industrializzati per portare l’ausilio in loco, in forza del principio che
>non deve essere istituzionalizzata una beneficenza permanente la quale,
>invece, deve essere finalizzata ad affrancare i bisognosi dando loro, come
>s’usava dire un tempo quando esisteva una vera sinistra “i pesci, ma
>insegnando loro a pescare”. C’è poi il risvolto della coesistenza di
>popolazioni differenti per cultura, religione, costumi e in nessun luogo del
>pianeta la coabitazione presenta sempre una convivenza pacifica. Questo è un
>punto di fondamentale importanza perché la disamina degli avvenimenti di
>questo ultimo secolo dimostra che le frizioni e gli scontri sono
>inevitabili. L’India e il Pakistan, i Balcani, l’Unione Sovietica,
>l’Indonesia, la Palestina, la Gran Bretagna e gli stessi Usa sono esempi
>plateali che ovunque i rapporti diventano esplosivi se non sussistono
>occupazione e lavoro o non esiste un collante ideologico o religioso. E
>dunque dobbiamo con molta circospezione dare luogo a comunità che si
>intersecano etnicamente e che un domani potrebbero rivelarsi fonte di
>scontri razziali inimmaginabili. Il principio che in Italia entra solo chi
>ha un lavoro è non solo di buon senso, ma l’unico che riveli alta
>consapevolezza di responsabilità. Il rilevamento fotodattiloscopico
>costituisce una garanzia per lo stesso immigrato che vede riconosciuta senza
>equivoci la propria identità e appaiono pretestuose le reazioni scomposte
>che dall’opposizione si sono verificate. È evidente che i nuovi
>provvedimenti devono tenere presenti le osservazioni e le proposte da
>chiunque avanzate, purché sensate, e che l’opposizione, se vuole essere
>costruttiva, debba collaborare alla approvazione di tale nuova e delicata
>normativa evitando emendamenti puramente di “ripicca” e convergendo in una
>ampia confluenza di consensi. - CONTROLLATE QUEL CRIMINALE DI brif

From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.diritto 
Subject: Re: Autovelox: è legale?
Date:  Mon, 02 Sep 2002 23:30:05 GMT 

On Thu, 29 Aug 2002 09:41:29 +0200, "Meneldil" 
wrote:

>Tu parti dal presupposto (sbagliato) che i limiti di velocità vengano posti
>a capocchia.

e' verissimo.

>Invece i limiti di una certa strada vengono stabiliti in base a:
la grana che possono rastrellare, mettendo un paio di cialtroni con un
telelaser 

>Poi c'è un altro parametro, non scientifico, e di cui le amministrazioni
>tengono conto: le dimensioni del cimitero riempito dalla strada suddetta
>negli ultimi cinquant'anni.

Come la superstrada per San Marino :  due corsie per senso, con
spartitraffico.... con limite a 50 km/h e una serie infinita di
semafori.
La scusa, anche qui, un gran numero di incidenti mortali, dovuti ai
soliti incompetenti paesini rossi di campagna che, come strade
secondarie di una strada del genere non hanno saputo fare altro che, 
anziche' costruire corsie di accelerazione e decelerazione, tipo
autostrada, hanno, applicando ottusamente l' unico modello conosciuto,
quello delle stradine agricole, costruito tanti incroci, rendendo
pericolosissimo immettersi e circolare.
Come risultato tanti paesi e paeselli, lungo la superstrada, con la
scusa dei limiti si possono arricchire indecentemente, a spese di chi
quella strada la deve fare per lavoro.


>> Il mondo è cambiato caro!  Oggi ci sono più macchine che persone!

>Bene: questa è la dimostrazione che negli ultimi 50 anni, per quanto
>riguarda automobili, strade e mobilità sono state fatte soltanto cazzate.
>Quindi, è il momento di cambiare radicalmente. Semprechè non sia già troppo
>tardi.

Da dichiarazioni del genere possiamo trarre le conclusioni sulla
salute mentale di chi le fa :  un povero demente paranoico con la
sindrome del giustiziere che vuole cambiare il mondo.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Il diritto di voto per gli immigrati
Date:  Wed, 04 Sep 2002 09:10:32 GMT 

On 01 Sep 2002 13:35:36 -0700, Cicikov  wrote:

>Vedremo.  Non mi risulta che nei paesi ad alta immigrazione vinca le
>elezioni la sinistra post-comunista immigrazionista, anche quando
>votano gli immigrati.

In Francia, purtroppo non e' cosi'.

I comunisti sopravvivono solo grazie agli immigronzi :

Perche' secondo te i comunisti nostrani si danno tanto da fare per
fare entrare milioni e milioni di negroidi, dare loro, a spese della
collettivita', casa, lavoro ed assistenza sanitaria ?

Per poi poter parlare, naturalmente di diritto di voto.
A loro.

Si sta parlando di SOSTITUIRE la popolazione italiana ed europea con
un altra, completamente diversa, innescando criminalita', odio etnico
e guerra civile.

Personaggi che inneggiano ad uno scenario del genere meriterebbero di
PENZOLARE DAGLI ALBERI.

Ed e' esattamente quello che succedera' loro, quando la guerra civile
scoppiera' .


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Il diritto di voto per gli immigrati
Date:  Wed, 04 Sep 2002 09:10:33 GMT 

On 02 Sep 2002 08:27:34 -0700, Cicikov  wrote:

>In Francia, nelle regioni a piu' alta immigrazione, socialisti e
>comunisti hanno perso voti a favore della destra e di Le Pen.  Quindi
>l'Ulivo potrebbe vedere ribaltate le sue previsioni di guadagnare
>qualcosa a nord-est grazie agli immigrati.  Potrebbe invece continuare
>a perdere pezzi in Emilia-Romagna e Toscana...

Difatti, il ragionamento facilone piu' immigrati= piu' voti, dei
mentecatti comunisti immigrazionisti non regge, perche' l'
immigrazione, prima che voti produce malcontento : la gente non ne
puo' piu' di questa situazione di criminalita' e degrado e, se non si
fara' qualcosa di concreto per espellere questa "fauna
terzomondistica" si passera' alle maniere forti, altro che diritto di
voto, come spera il povero illuso, delirante schizoide Brif.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Grande Mons. Maggiolini !
Date:  Wed, 04 Sep 2002 09:10:38 GMT 

On Sun, 1 Sep 2002 13:28:04 +0200, "Roberto MOnia" 

>così sarà più bello urlare a squarciagola HANG THE POPE, IMPICCA IL PAPA!

altro demente anarcoide che brucia le banche, tira gli estintori,
sogna di impiccare Bush ed il papa..........


ma finisce con un bel confetto piantato dentro la sua zucca vuota !


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica 
Subject: Re: La Bossi - Fini ha cominciato ad UCCIDERE!
Date:  Wed, 04 Sep 2002 09:10:43 GMT 

On Sun, 1 Sep 2002 12:21:22 +0200, "Roberto MOnia"
 wrote:

>Ecco cosa succede quando la gente senza lavoro, senza casa e senza pane è
>costretta a scappare. Auguro a tutti i porci mafiosi elettori della Lega e
>del Polo, che passano le domeniche a contare i quattrini mentre i 2/3 del
>mondo muore di fame, la stessa fine.

Guarda che se i "2/3 del mondo" fa la fame e' perche' e' popolato da
non bianchi.

Dato che quella gente non ha combinato nulla di buono a casa propria
cosa vi fa pensare che lo possa fare qui ?

facendoli immigrare avremo, come unico risultato di trasformare anche
il mondo occidentale in un immondezzaio come il terzo mondo.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.diritto,it.discussioni.auto,free.it.fanculo.ivigiliurbani 
Subject: Re: Jemand mußte Josef K. verleumdet haben...
Date:  Fri, 06 Sep 2002 00:37:00 GMT 

On Mon, 02 Sep 2002 15:42:45 GMT, "Law"  wrote:

Questo dimostra, (vedi sotto) che,  nonostante ci sia qualche demente
che si ostina a sostenere il contrario :

1 il "codice della strada" sia scritto da burocrati incapaci e  
   truffaldini 
2 che lo scopo delle farse dell' ordine stradali sia solo quello di 
   rapinare la gente con dei pretesti  

Era appena finita la stangata di multe per le famose cinture che e'
iniziata quella per i fari :  assurdo obbligo di tenere le luci accese
di giorno, lo scopo, lo si e' capito, e' avere l' ennesimo pretesto
per poter taglieggiare la gente all' infinito.

Non era stato detto, difatti che l' obbligo di fari accesi sarebbe
dovuto essere totale, cioe' sia su strada che su autostrada ?
Per puro caso l' obbligo per strada normale non e' passato, e cosa
vanno ad inventare i bravacci in divisa della polizia stradale ?
Vanno a pescare la legge pincopalla...... che proibisce i fari accesi
di giorno !!!
Quindi se l' obbligo dei fari su statale fosse passato ora avremmo due
leggi... che obbligano a fare quello che l'altra proibisce !!
In attesa di mettere ordine, si sarebbero potute sparacchiare multe a
volonta'.
In mancanza di una simile pacchia, ai "tutori dell' ordine" (sic)  non
resta  che l' italica inventiva : 
Aspettare poco dopo l' uscita dell'  autostrada e rapinare tutti
quelli che, uscendo si siano dimenticati i fari accesi.



>Multati per aver acceso i fari su strade dove non è previsto. E' successo a
>una decina di automobilisti a Latina, nel corso di controlli svolti nel fine
>settimana dalla polizia stradale. I 'trasgressori' dovranno pagare 32 euro
>di multa.
>Nei loro confronti è stato applicato l'articolo del codice della strada che
>stabilisce le modalità di accensione dei fari.Le recenti disposizioni
>riguardano, infatti, solo le autostrade e le strade extraurbane principali.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.media.tv,it.politica 
Subject: Operazione FIASCO !
Date:  Fri, 06 Sep 2002 00:37:17 GMT 

Abbiamo dovuto subire, per mesi il fastidioso tamburellare
pubblicitario sull' ennesimo programma -spazzatura :  dopo i vari
grandi fratelli, posta per te e saranno famosi la fabbrica di
immondizia televisiva di mediaset ha partorito l' ennesimo aborto a
basso costo :  niente meno che  "operazione trionfo" : una specie di
sgangherato karaoke, dove tanti ragazzi e ragazzotti vengono a
cantare, fino, naturalmente all' eliminazione, secondo la collaudata
formula del grande fratello.
Il tutto, come gli altri programmi, a costo zero, o quasi:  la gente,
per partecipare deve telefonare all' 166, (e pagare !), per poi
partecipare senza vedere una lira; a rimetterci e' lo spettatore, che
si ritrova seppellito, a seconda da, esibizioni di dilettanti,
volgarita' ed ignoranza ostentate,  piagnistei e gli uccelli di Masha
che vengono e che vanno.

Sembra incredibile, ma questa formula ha funzionato: programmi come il
grande fratello, pur essendo basati sul nulla, hanno avuto molto
successo di pubblico, condannando il povero spettatore ad essere
sepolto da sequel ed imitazioni.

Fortunatamente questa formula ha stufato, e lo si e' visto dall'
Audience : 
La sera di Mercoledi' la prima di Operazione trionfo e' stato visto da
poco piu' di tre milioni di spettatori, un fallimento, se si pensa
all' impressionante battage pubblicitario, e specialmente se
confrontato con Armaggedon, rai 1,che, pur essendo un film gia' visto
ha raccolto  4.7 milioni, e addirittura con "lo chiamavano
Trinita'",canale 5, ( film del 1970 ! ) 4 milioni.
Dopo un esordio del genere e' prevedibile che, come auspicato, il
programma venga spostato in seconda serata, se non su canali tematici.

Finalmente il pubblico si e'svegliato !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: La Lega..
Date:  Fri, 20 Sep 2002 00:35:44 GMT 

On 12 Sep 2002 03:08:24 -0700, Cicikov  wrote:

>Brif> Peraltro e` anche indagato per istigazione all'odio razziale.
>E' gia' stato assolto dalla magistratura almeno una volta.  Perfino
>loro si sono dovuto rendere conto che quelle sparate che fa sono
>tipiche del suo carattere spaccone e irriverente (e anche di un certo
>carattere trevigiano) e non hanno nulla a che fare col razzismo.

sarebbe comunque irrilevante : in una societa' liberale TUTTI
dovrebbero avere il diritto di esprimere le proprie idee.
Invece nella chiassosa e variopinta repubblica delle banane italiota,
democratica solo a parole i diritti valgono solo per alcuni

>storia: i confindustriali di Treviso e la Curia. I confindustriali
>impiegano immigrati del terzo mondo con salari da fame che non
>consentono a loro (e anche peraltro a molti italiani) di trovare
>un'abitazione decente. Poi chiedono allo Stato che paghi le case
>popolari a loro, con i soldi di chi paga le tasse.  Alternativamente

Questo e' esattamente quello che predicano i sinistri :  gli
industriali trevigiani sono tutti comunisti allora !!

>persona parte degli affitti.  E' evidente che tutti questi giochi
>portano soldi nelle tasse degli industriali schiavisti e tolgono
>benessere ai trevigiani, che infatti hanno due volte votato in massa
>Gentilini, in barba agli strepiti dei "benpensanti".

Perfetta e chiarissima esposizione, Cicikov !
Altro che "creare ricchezza", come farneticano i mente-cattocomunisti,
l' immigrazione non fara' altro che creare nuova miseria, nuove masse
di disperati affamati, sfruttati da una piccola minoranza di
schiavisti, esattamente come avviene in nazioni come il Brasile.
Tutto questo a scapito, naturalmente dei cittadini italiani ed
europei, costretti, loro malgrado, a vivere in un immenso immondezzaio
terzomondiale.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Le menzogne della sinistra
Date:  Fri, 20 Sep 2002 00:35:45 GMT 

On Thu, 12 Sep 2002 11:27:38 GMT, "brif"  wrote:


>Oilà, Cicikov!>Siamo a corto d'argomenti?
>Cuba, Corea del Nord? Che cazzo c'entrano!
>La mia risposta riguardava una ridicola affermazione di huatulco circa "la
>contentezza e la soddisfazione" degli stranieri per la Bossi/Fini e non le
>analisi sui flussi migratori,  di cui peraltro ti ho già istruito più di una

centrano, perche', dai tuoi paradisi comunisti la gente, pur di
scappare rischia di farsi sparare addosso, o di farsi mangiare dai
pescecani, e quelle erano le societa' dove, secondo voi avremmo dovuto
vivere !  adesso, da bravi paranoici maniaci, finito il paradiso
comunista ci propinate la favola del paradiso multirazziale, e
dovremmo credervi ?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord,it.politica 
Subject: Re: Busnelli - Ovvero leghisti scemi ancor prima di razzisti
Date:  Tue, 24 Sep 2002 03:00:34 GMT 

On Tue, 17 Sep 2002 19:08:51 GMT, Martuzzi Pierluigi wrote:
>>Personalmente credo che anche oggi parecchie industrie meridionali
>>sopravvivano solo grazie ad un certo "protezionismo", cosa che fa
>>spostare le persone capaci verso nord.

On Wed, 18 Sep 2002 02:40:45 GMT, klndksnfksdnkfs@hotmail.com (Pedro)
>potresti citare almeno 3 o 4  industrie meridionali che sopravvivono
>solo grazie ad un certo "protezionismo"?

Il Banco di Napoli ti dice niente ?    Bagnoli ?  
Lo scandalo dei lavori "socialmente utili" ?
Le rottamazioni per fare contento il vostro padrone Agnelli e gli
stabilimenti in Puglia ?
Le centinaia di enti inutili, fatti sopravvivere per mantenere
raccomandati e ruffiani vari ?

>no sai, mi sembra la solita S.S.M (solita stronzata merduzziana).
>Ma sono sicuro che non e' cosi', tu parli sempre a ragion veduta
>(muahahhahahahahhahaha!!!)

difatti Martuzzi e' una delle persone piu' competenti e preparate
presenti nei gruppi di politica, a differenza di voi troll comunisti
analfabeti che, puntualmente non fate altro che vomitare sgangherati e
farneticanti insulti, crosspostare con it.discussioni.litigi e
clonarvi a ripetizione



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Busnelli - Ovvero leghisti scemi ancor prima di razzisti
Date:  Tue, 24 Sep 2002 03:00:36 GMT 

On Fri, 13 Sep 2002 16:52:59 GMT, "Stefano Busnelli" 
wrote:

>> Busnelli, secondo il tuo milligrammo di intelligenza ampiamente>dimostrato,
>> Carl Lewis che corre i 100 mt. in meno di 10 secondi è inferiore a te
anche secondo me. Se la superiorita' di una razza fosse stabilita
dalle abilita' fisiche gli umani sarebbero gli ultimi esseri sulla
terra !

>Anche gli struzzi se è per quello, e filano pure di più di Carl Lewis
:-)   

>> Busnelli secondo te, flavio Briatore è meno intelligente di te per essersi
>> fatto la naomi Campbell,
Per quello che gli e' costata quella gran mignotta SICURAMENTE e'
intelligente quanto un' ameba !

>Se è per quello, i sardi si scopano le pecore, ma ciò non fa di questi ovini
>una valida alternativa come partner sessuali.
>Perchè il popolo è bue e segue chi parla bene invece di seguire chi dice
>cose scomode.

ROTFL ! 
Complimenti Busnelli, mi spiace di non averti scoperto prima !
Adesso che, purtroppo Trigno non posta piu' non capita spesso di
sentire gente che risponde a tono ai poveri dementi kompagni negri di
complemento !


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Per ora le buffonate leghiste sono sospese.
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:01 GMT 

On Sun, 22 Sep 2002 14:40:49 GMT, "brif"  wrote:


Sistema semplice ed efficace per risolvere il problema degli sbarchi,
e, nello stesso tempo convincere qualche centinaio di migliaia di
ospiti sgraditi ad andarsene :

1 costruire nuovi centri di permanenza.

costano, ma i soldi ci sono. costruirne molti, adattare vecchie
caserme, recintare dei pezzi di Barbagia e costruirvi capannoni
prefabbricati, ma costruirne tanti.

2 prolungare la permanenza fino a quattro o sei mesi

3 procedere a controlli severi nei luoghi frequentati da clandestini
delinquenti, con retate generali.
Oggi non serve farlo, perche' la maggior parte dei reati di
microcriminalita' sono, di fatto depenalizzati.

4 applicare alla lettera la legge.

  tenere il negraccio per sei mesi a pane ed acqua e, alla fine
consegnarli il famoso decreto di espulsione e liberarlo.
il clandestino potra' fare la seguente scelta :

scegliendo se 
	1 stufarsi di vivere in Italia goto 5
	2 buttare il decreto e tornare a vivere da clandestino

.... vita da clandestino.... 
.... vita da clandestino.... 
.... vita da clandestino.... 
RETATA 

goto 4

5  imbarco su carboniera: destinazione Africa !!

constatando che sbarcare clandestinamene in Italia non e' un grande
affare, i milioni di altri negri e negroidi se ne terranno debitamente
alla larga. Cosi' col tempo il numero degli sbarchi diminuira' e sara'
possibile chiudere la maggior parte dei centri, ridotti a funzione
dissuasiva.

>Le forze dell'ordine - nel caso non sia possibile l'identificazione certa
>di uno straniero irregolare o di un clandestino - provvedono alla
>sistemazione in quei lager che vanno sotto il nome di CPT (Centri di
>Permanenza Temporanei ), veri reclusori al limite delle norme
>costituzionali. Cmq, tutti gli stranieri clandestini, anche quelli
>identificati, vengono parcheggiati nei CPT.
>La clandestinità non è reato - né penale, né amministrativo - pertanto
>nessuno straniero può essere recluso esclusivamente per questa particolare
>sua situazione.
>Il soggiorno massimo nei CPT è stato prolungato dai 30 giorni della
>Turco/Napolitano ai 60 giorni della Bossi/Fini. Normalmente il periodo è più
>che sufficiente per identificare il paese di provenienza e l'identità del
>clandestino e provvedere poi all'espulsione. Se l'identificazione non fosse
>possibile dopo 60 giorni viene "liberato" e gli viene consegnato un decreto
>di espulsione.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Per ora le buffonate leghiste sono sospese.
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:03 GMT 

On Sun, 22 Sep 2002 13:37:53 GMT, Marco B. 
wrote:

Guarda che mettere la fine agli sbarchi di clandestini e'facilissimo :
Appena si avvista una carretta del mare in rotta di collisione con il
suolo patrio si fa decollare un elicottero armato e la si manda a
fondo, senza tanti discorsi e menate.
Non e' nemmeno necessario farlo a tante, perche', dopo averne
affondate una o due gli sbarchi, magicamente cessano.

Dato che nessuno, mi sembra voglia prendere provvedimenti del genere
non ci resta che affrontare il problema clandestini con i sistemi che
abbiamo : sistema carcerario al collasso, tribunali allo sfascio,
situazione sociale degenerata, con centinaia di migliaia di
industrialotti che, avendo ormai avviato le varie fabbrichette semi
abusive con la manovalanza immigrata possono esercitare il ricatto
se mi togli i miei schiavi, io chiudo ed i soldi li vado ad investire
da un' altra parte.
Questo e'un fenomeno imponente ed internazionale, e risolverlo, con i
mezzi che abbiamo richiedera' anni.
Quanto a voi, kompagni mentecatti e cialtroni il fenomeno dell'
immigrazione lo avete alimentato fino all' altro ieri, quindi tenetevi
la vostra demagogia.


>certo..  ma io aspetto ancora la risposta a quello che a mio parere e'
>il grosso buco di questa legge, che nessuno, manco tu mi hai dato:
>gli immigrati clandestini sono in forte aumento, 30% nell'ultimo
>periodo. Nessuno di loro o quasi puo' essere rimpatriato (comunque cio
>avviene a spese italiane) perche' non dice di che nazionalita' e'.
>Bene.. allora secondo la legge hanno 3 giorni per uscire, ovviamente
>nessuno lo fa. 
>Li sbattiamo tutti in galera?
>guarda e' facile... la legge dice di si. Ad ogni persona di buon senso
>appare ovvio che sia una grossa cazzata, nonche' impossibile da farsi.
>Mi spieghi come risolvere questo piccolissimo problema?
>


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Per ora le buffonate leghiste sono sospese.
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:04:59 GMT 

On 27 Sep 2002 00:48:49 -0700, marco72@writeme.com (Marco) wrote:

rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) wrote
>> Guarda che mettere la fine agli sbarchi di clandestini e'facilissimo :
>> Appena si avvista una carretta del mare in rotta di collisione con il
>> suolo patrio si fa decollare un elicottero armato e la si manda a
>> fondo, senza tanti discorsi e menate.

>guarda che non mi va di discutere come se fossi al bar. 
>le tue cazzate discutitele con borghezio, poi fate le sanatorie.
hahahaha !!!
Borghezio e' un GRANDE, e la piccolezza di voi piattole komuniste la
si puo' tranquillamente dedurre dalle pagliacciate che avete fatto,
anni fa, per protestare contro la proposta, FATTA DALLA LEGA, e dal
gruppo di  Borghezio in particolare di prendere le impronte agli
immigrati :
Un provvedimento assolutamente sensato, boicottato da voi dementi, ed
ora adottato in tutta Europa. 

Le farneticanti baggianate dei comunisti, puntualmente sconfitte dal
buon senso e dal realismo.    CVD

>> Non e' nemmeno necessario farlo a tante, perche', dopo averne
>> affondate una o due gli sbarchi, magicamente cessano.

>lasciando perdere la pena che provo per uno che dice simili stronzate,
:o)   
non vedi mai "real tv"  ? hanno trasmesso un filmato di un elicottero
della  US coast guard alle prese con un motoscafo di trafficanti di
droga :
All' inizio sembrava una scena gia' vista della finanza italiana
contro gli scafisti albanesi, cioe' il solito motoscafo che ignora l'
alt e che cerca di filarsela, solo che, ad un certo punto dall'
elicottero e' partita una bella raffica di avvertimento, a pochi metri
di distanza dal motoscafo !   Sapete che e' successo allora ?
Magia !  Il motoscafo si e' fermato istantaneamente !

Se lo chiediamo ai comunisti come Brugnara ci risponderanno che,
probabilmente il motoscafo ha avuto un guasto improvvisto, e'
impossibile che i trafficanti abbiano deciso di arrendersi  :
Quelle sono stronzate che scrivo io !!   :oD

>manco e' vero perche' ora sono gli scafisti che entrano nelle acque
>territoriali e o abbandonano il carico in mare o sono loro a lasciare
>la barca ed andarsene.

Appunto, hanno capito come vanno le cose nel bananas italiota :
invece di impedire gli sbarchi la marina italiota li favorisce,
addirittura rimorchiano al sicuro le carrette in difficolta',
inviando, naturalmente gli invasori al "centro accoglienza"
cioe' una specie di albergo, dove la marmaglia puo' mangiare alla
faccia nostra, aspettando di essere rimessa in liberta' e vivere da
clendestini.

Strano modo di "lottare contro gli sbarchi"

>In entrambi i casi, nonostante gli sbarchi si trasformino sempre piu'
>spesso in tragedie, l'immigrazione clandestina e' notevolmente
>aumentata in questi ultimi mesi, sicuramente anche richiamata dalla
>megasanatoria leghista
Io direi, soprattutto dal trattamento da grand hotel riservato ai
clandestini. La Lega si era, giustamente opposta alla sanatoria per 
gli espulsi, poi passata grazie ai cattocoglioni come Giovanardi.
>Si certo, si potrebbe anche nuclearizzare la zona oppure chiedere
>aiuto a superpippo.
Come mai il fenomeno degli sbarchi si verifica solo in italietta ?
Accidenti, Francia, Spagna e Grecia hanno superpippo che li aiuta,
secondo Brugnara !
>Poi ti svegli di colpo, ti trovi la bocca impastata dall'alcol e torni
>a bere.. cosi' ti procuri un'altra dose di sogni da rambo.

Guarda che non sono mica un drogato noglobal con le treccine, pieno di
piercing e di tatuaggi come te, demente !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Per ora le buffonate leghiste sono sospese.
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:05 GMT 

On Sun, 22 Sep 2002 14:40:49 GMT, "brif"  wrote:


Sistema semplice ed efficace per risolvere il problema degli sbarchi,
e, nello stesso tempo convincere qualche centinaio di migliaia di
ospiti sgraditi ad andarsene :

1 costruire nuovi centri di permanenza.

costano, ma i soldi ci sono. costruirne molti, adattare vecchie
caserme, recintare dei pezzi di Barbagia e costruirvi capannoni
prefabbricati, ma costruirne tanti.

2 prolungare la permanenza fino a quattro o sei mesi

3 procedere a controlli severi nei luoghi frequentati da clandestini
delinquenti, con retate generali.
Oggi non serve farlo, perche' la maggior parte dei reati di
microcriminalita' sono, di fatto depenalizzati.

4 applicare alla lettera la legge.

  tenere il negraccio per sei mesi a pane ed acqua e, alla fine
consegnarli il famoso decreto di espulsione e liberarlo.
il clandestino potra' fare la seguente scelta :

scegliendo se 
	1 stufarsi di vivere in Italia goto 5
	2 buttare il decreto e tornare a vivere da clandestino

.... vita da clandestino.... 
.... vita da clandestino.... 
.... vita da clandestino.... 
RETATA 

goto 4

5  imbarco su carboniera: destinazione Africa !!

constatando che sbarcare clandestinamene in Italia non e' un grande
affare, i milioni di altri negri e negroidi se ne terranno debitamente
alla larga. Cosi' col tempo il numero degli sbarchi diminuira' e sara'
possibile chiudere la maggior parte dei centri, ridotti a funzione
dissuasiva.

>Le forze dell'ordine - nel caso non sia possibile l'identificazione certa
>di uno straniero irregolare o di un clandestino - provvedono alla
>sistemazione in quei lager che vanno sotto il nome di CPT (Centri di
>Permanenza Temporanei ), veri reclusori al limite delle norme
>costituzionali. Cmq, tutti gli stranieri clandestini, anche quelli
>identificati, vengono parcheggiati nei CPT.
>La clandestinità non è reato - né penale, né amministrativo - pertanto
>nessuno straniero può essere recluso esclusivamente per questa particolare
>sua situazione.
>Il soggiorno massimo nei CPT è stato prolungato dai 30 giorni della
>Turco/Napolitano ai 60 giorni della Bossi/Fini. Normalmente il periodo è più
>che sufficiente per identificare il paese di provenienza e l'identità del
>clandestino e provvedere poi all'espulsione. Se l'identificazione non fosse
>possibile dopo 60 giorni viene "liberato" e gli viene consegnato un decreto
>di espulsione.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Per ora le buffonate leghiste sono sospese.
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:06 GMT 

On Sun, 22 Sep 2002 13:37:53 GMT, Marco B. 
wrote:

Guarda che mettere la fine agli sbarchi di clandestini e'facilissimo :
Appena si avvista una carretta del mare in rotta di collisione con il
suolo patrio si fa decollare un elicottero armato e la si manda a
fondo, senza tanti discorsi e menate.
Non e' nemmeno necessario farlo a tante, perche', dopo averne
affondate una o due gli sbarchi, magicamente cessano.

Dato che nessuno, mi sembra voglia prendere provvedimenti del genere
non ci resta che affrontare il problema clandestini con i sistemi che
abbiamo : sistema carcerario al collasso, tribunali allo sfascio,
situazione sociale degenerata, con centinaia di migliaia di
industrialotti che, avendo ormai avviato le varie fabbrichette semi
abusive con la manovalanza immigrata possono esercitare il ricatto
se mi togli i miei schiavi, io chiudo ed i soldi li vado ad investire
da un' altra parte.
Questo e'un fenomeno imponente ed internazionale, e risolverlo, con i
mezzi che abbiamo richiedera' anni.
Quanto a voi, kompagni mentecatti e cialtroni il fenomeno dell'
immigrazione lo avete alimentato fino all' altro ieri, quindi tenetevi
la vostra demagogia.


>certo..  ma io aspetto ancora la risposta a quello che a mio parere e'
>il grosso buco di questa legge, che nessuno, manco tu mi hai dato:
>gli immigrati clandestini sono in forte aumento, 30% nell'ultimo
>periodo. Nessuno di loro o quasi puo' essere rimpatriato (comunque cio
>avviene a spese italiane) perche' non dice di che nazionalita' e'.
>Bene.. allora secondo la legge hanno 3 giorni per uscire, ovviamente
>nessuno lo fa. 
>Li sbattiamo tutti in galera?
>guarda e' facile... la legge dice di si. Ad ogni persona di buon senso
>appare ovvio che sia una grossa cazzata, nonche' impossibile da farsi.
>Mi spieghi come risolvere questo piccolissimo problema?
>


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Razza islamica
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:03 GMT 

On Mon, 23 Sep 2002 20:24:33 GMT, "brif"  wrote:


>"dick"  ha scritto nel messaggio

>> ma è possibile che gli italiani facciano pochi figli...?
.... come tutte le societa' sviluppate


>Non soltanto è possibile ma è la realtà.
>Fra una cinquantina d'anni gli scenari demografici danno gli italiani a 41
>milioni dai 57 attuali.
>Ma non preoccuparti.
>Ci penseranno gli stranieri e, in particolare, gli islamici a riequilibrare
>il tutto...Anche la "razzapiave".

questo pazzo sta gongolando pregustando il GENOCIDIO di milioni di
nostri connazionali, che sparirebbero per essere sostituiti con altri
milioni di negri e meticci schifosi.

Sta tranquillo, pazzoide, di fronte alla prospettiva di sparire, anche
il popolino piu' bue si ribella.
Se, in pochi anni i punti di vista dei razzisti hanno ricominciato a
prendere piede, tu pensi davvero che aspetteremo cinquant' anni per
ribellarci e liberarci di te e dei tuoi amici bastardi ?



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Mai tanti clandstini in Italia!
Date:  Fri, 27 Sep 2002 03:27:04 GMT 

On Mon, 23 Sep 2002 23:19:28 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>Ovvio per situazioni normali. Diverso è quando genti disperate muoiono
>a centinaia sulle tue coste! Disperati in cerca di vita. Spesso
>vengono da Paesi in guerra o con governi tirannici.
>E' un problema grave. Ma quando govrnava L'Ulivo si potevano ascoltare
>de merdosi che diucevano che quei poveracci veniva PERCHE' LI CHIAMAVA
>L'ULIVO.

difatti, guarda caso la proposta di dare il voto agli immigrati l'
avete fatta voi, che combinazione !
Anche tutte le varie associazioni di assistenza e volontariato pro
immigrazione sono tutte di sinistra, manifestazioni e concerti
"antirazzisti" li organizzano le vostre associazioni di facciata, ed i
sindacati, tutti i vostri scribacchini, guitti ed intellettuali d'
accatto blateravano in coro che ci volevano gli stranieri, che
avrebbero fatto i lavori pesanti (bravi schiavisti !) che l' Italia
sarebbe diventata una meravigliosa societa' multirazziale (come il
Brasile, che bello !) ed avresti il coraggio di dire che non volevate
quella gente  ?


>Adesso che sono a governo questo malavitosi gli sbarchi sono
>raddoppiati: che dire? 
dico che voi cialtroni avete portato al collasso il sistema
carcerario-giudiziario, renendo impossibile un deterrente serio contro
la criminalita', e facendo perdere credibilita' alla capacita' del 
governo di rispondere agli sbarchi.

>Secondo me bisogna dire che coloro che accusavano l'Ulivo erano dei
>bastardi che sapevano di mentire.

Detta da un bugiardo patologico come te un' affermazione del genere e'
leggermente comica   :-)

>da quando Berlusconi è al governo molte mammkje preferiscono uccidere
>i propi bambini piuttosto che crescerli in questa società.... lo avete
>notato? (è lo stesso tipo di accusa...)

Avete sentito kompagni ?
Berlusconi mangia i bambini  !!   :-)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: RAZZA PIAVE
Date:  Wed, 02 Oct 2002 01:02:03 GMT 

On Tue, 24 Sep 2002 09:45:55 +0200, grr@hhh.sss (greenhouse) wrote:

>
>Sarei curioso di sapere cosa pensano i leghisti delle coppie che
>vorrebbero adottare e portare in Italia bambini (piccoli) extracomunitari?

Io spedirei loro a vivere negli sporchi paesi da cui vengono i piccoli
selvaggi.

I paesi del terzo mondo non sono poveri e sporchi a caso.
Lo sono perche' popolati da quella gente.
Se li facciamo entrare in Europa, anche l' Europa diverra' esattamente
come un paese del terzo mondo.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Perchè dico Si alla guerra
Date:  Wed, 02 Oct 2002 01:02:04 GMT 

On Thu, 26 Sep 2002 18:55:02 +0200, RU!  wrote:

>al-quaeda. Ho sempre pensato che i tremila morti sono assolutamente
>insuffcienti per poter legittimare un'organizzazione terroristica come
>quella del grande sheik bin laden.

>Solo che stavolta rischiano anche i paesi delle tre b, ma non sarebbe
>affatto male se qualche migliaio di morti si cominciassero a contare anche
>in italia e in gran bretagna.

Ogni commento e: superfluo :  un povero pazzo, che ha affidato, nei
suoi deliri agli islamici il compito di distruggere l' odiata civilta'
occidentale, che la feccia di estrema sinistra tanto odia.

Le devastazioni di Genova sono una chiara prova di questo :  nelle
menti malate di questi piccoli pazzoidi esiste solo odio e voglia di
distruzione, per quello parteggiano per i barbari e sanguinari
islamici, nemici da sempre dell' occidente e della sua civilta'.

Resta solo da sperare che ognuno di questi piccoli dementi incontri il
suo Placanica.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: popper e l'italia
Date:  Wed, 02 Oct 2002 01:02:05 GMT 

On Fri, 27 Sep 2002 20:20:22 +0200, "Lassalle" 
wrote:

>Ti fa vedere il filmato di Saddam aguzzino che era in giacenza da anni e rispolverato
>per l'occasione...bene è un porco. E adesso faccia vedere come si formano i prezzi
>sui mercati mondiali a strozzaggio delle economie deboli e come il 20% della popolazione
>consumi l'80% delle risorse
>pur producendone solo il 50%.

cosa ? questa e' l' economia dei no-global, probabilmente studiata
all' accademia del partito umanista !!    ROTFL !     :o)

Naturalmente il caro "Lassalle" ci dira' dove ha pescato questa
interessante notizia, a meno che non l' abbia sparata a casaccio
mentre scriveva.

cito io un paio di notiziucole, a proposito del REALE contributo del
terzo mondo all' economia mondiale.

L' intero documento si puo' reperire a 

http://members.odinsrage.com/crusaders/

(Con, presto online la Caudan library !
 tutti i miei post dal '97 !!)


Fatto #81 L' intero continente dell' Africa, forse il continente piu'
ricco del pianeta produce solo il 3% dell' intera economia
mondiale (27)



Fatto #67: Il Sudafrica e' stata la nazione piu' ricca e piu' avanzata
in tutto il continente africano, producendo quasi il 75%  del GNP
dell' 
INTERO CONTINENTE. E'  quasi completamente autosufficente, 
cosi' i vili boicottaggi di cui e' stato vittima hanno un piccolo
effetto
sulla sua economia, che e' talmente potente che, addirittura molte 
nazioni africane dipendono economicamente dal Sudafrica.
Il Sudafrica e' governato da una repubblica parlamentare di 
stile europeo, e garantisce un COMPLETO auto-governo ai negri 
nelle loro riserve all' interno della nazione.     (29)  (8)  (14)


__________________________________________
ROMEO CAUDAN 
#1 racist in the italian usenet



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: popper e l'italia
Date:  Wed, 02 Oct 2002 01:02:06 GMT 

On Fri, 27 Sep 2002 16:52:09 +0200, zorro@oem.luigibia (Zorro ) wrote:

>In article <3D93701D.B67B40C0@freemail.it>, tattoo wrote:
>> quasi per intero dalla cricca di governo. Il secondo punto è che sia
>> possibile sbarazzarsi in modo pacifico di un governo che non risponda
>> più alle esigenze dei governati.
>basterebbe che i governati fossero meno coglioni:
>ogni anno un referendum che cancella tutte le leggi fatte dai
>ladruskoni. Al terzo anno o il presidente scioglie le camere
>o finiscono tutti a piazzale loreto ...

Immagino che tu sia membro del partito dell' ossimoro "democratici di
sinistra",  non e' vero ?  
ecco la vostra democrazia, kompagni, sempre ringhiosi appelli alla
violenza, alla rivolta, all' omicidio politico, sempre nascondendosi
dietro la facciata della "resistenza" ululate per l' eliminazione
fisica dell' avversario.

>Basterebbe sostituire D'alema e grissino con Cofferati e Berlinguer
>Mastella con Bertinotti, centroavanti Di Pietro
>battitore libero Moretti ;-))))))
Sogna pure, delirante pazzoide ,e  quando vuoi, prova pura a
trascinare qualcuno al tuo famoso piazzale loreto e farai la fine del
tuo amico Giuliani.




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: popper e l'italia
Date:  Thu, 10 Oct 2002 02:38:09 GMT 

On Wed, 2 Oct 2002 20:09:51 +0200, zorro@oem.luigibia (Zorro ) wrote:

>> "Romeo C4udan"  ha scritto nel messaggio
>>> Immagino che tu sia membro del partito dell' ossimoro "democratici di
>> sinistra",  non e' vero ?
era vero :-)
 
>> E tu dell'ossimoro Polo del Buon Governo?
>> O Casa delle Liberta'?!
non sono ossimori, puo' darsi che tu non sia d' accordo con loro, ma
non basta a definirli ossimori. Democratici e "di sinistra" e' invece
una palese contraddizione di termini !

>no è un paleorazzista nemico delle "razze inferiori" ed adoratore
>di Pinochet che come tutti i suoi colleghi si e' messo pecoroni
>davanti alla banda ladruskoni ... 
Semplicemente mi affido, per le mie scelte ideologiche a quello che la
scienza ci ha dimostrato, anziche' a quello che ci e' stato fatto
credere a forza dal regime di turno.

Definire i negri inferiori e' scientificamente molto piu' corretto e
plausibile che inventarsi ogni volta una scusa per spiegare tutte le
diifferenze tra la loro storia e la nostra.

http://members.odinsrage.com/crusaders/


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: VOCI DALL'ESTERO - n. 5
Date:  Wed, 02 Oct 2002 01:02:08 GMT 

On Thu, 26 Sep 2002 23:24:45 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>Los Angeles Times: ITALIA, NON AIUTARE BIN LADEN!
>"L'Italia sta aiutando due volte il terrorismo islamico, una volta
>proclamando la guerra fra civiltà superiori e inferiore, un'altra
>volta votando leggi che proteggeranno forse il Presiddente del

Facciamo tre, visto il sostegno che la sinistra ed i cattoglioni hanno
dato e stanno dando all' immigrazione clandestina, favorendo gli
sbarchi e la creazione di vere e proprie centrali logistiche del
terrorismo, come il famigerato centro islamico di Viale Jenner a
Milano.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: ISLAMICALLY CORRECT
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:04:58 GMT 

On Fri, 27 Sep 2002 18:27:03 +0200, grr@hhh.sss (greenhouse) wrote:


>il terrorismo islamico è nato ed esiste a causa della politica estera
>americana nel medio-oriente e di quella israeliana verso i Palestinesi.

>dentro gli Stati Uniti o stati occidentali. La storia della guerra santa
>contro l'occidente e la volontà di dominare il mondo sono state inventate

Veramente gli islamici hanno iniziato la guerra di conquista contro l'
occidente nell' ottavo secolo D.C, e, tuttora portano avanti una
campagna di destabilizzazione, terrorismo e violenza in tutto il
mondo.

In  Kashmir, Timor, Indonesia, Algeria, cioe' nazioni dove sono
presenti in forze gli islamici gettano la maschera ed usano la
violenza, mentre, nelle nazioni occidentali, dove sono ancora deboli,
si limitano a fare tanti discorsi buonisti, sicuri di essere creduti
dalla massa beota dei mentecattolici e dei deliranti pazzoidi
sinistri.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Assassinato da tre albanesi con permesso di soggiorno
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:04:59 GMT 

On Tue, 01 Oct 2002 19:28:20 GMT, "EZLN"  wrote:

>"TaiChi"  ha scritto nel messaggio
>> Senza offesa per i disabili non comunisti!!!!
non hai tutti i torti, difatti il modo di pensare dei comunisti ha
tutte le caratteristiche di una SINDROME DELIRANTE

>Che fai? Prima spari puttanate e poi ti ritrai? Prima di usare la parola
>invalidi, x offendere qualcuno pensa a tua madre!

Guarda che ha detto solo la verita', cioe'  che l' immigrazione
selvaggia, favorita da voi delinquenti dal cervello malato ha creato
un aumento enorme della criminalita'.
Naturalmente tu sai benissimo che e' vero, e, da bravo delinquentello
ignorantello no-global ti metti ad offendere ed insultare.
Spero che la celere di offra presto un bel piatto di "pesto alla
genovese", che, evidentemente come cura funziona :

Avete visto le ultime manifestazioni ?
Dopo le tortorate prese a Genova i noglobal sono caaalmissimi !!
:-))


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: la realtà di hegel
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:05:01 GMT 

On Mon, 30 Sep 2002 21:17:37 GMT, tattoo  wrote:

>La realtà è per Hegel movimento, divenire, processo, sviluppo. Non è
>staticità o astrazione ma un soggetto vivo, concreto, attuale, che si

Solite, farneticanti stronzate con cui la casta di parassiti degli
intellettuali ammorba da secoli il mondo intero.

>Hegel infatti il finito non esiste di per sé (se no sarebbe l’Assoluto)
>ma solo in un contesto di relazioni o rapporti; in altre parole, se la

Quindi la realta' non esiste, esiste solo nella nostra fantasia.

Da affermazioni del genere si possono trarre conclusioni circa lo 
stato mentale di chi le fa.

>realtà è un tutto unitario, quello che esiste ne è una parte o
>manifestazione : il finito esiste così solo nell’infinito e in virtù
>dell’infinito.
Soliti fumosi giri di parole che possono voler dire qualsiasi cosa o 
nulla.

Andate a lavorare in campagna, parassiti !


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: LA VERITà SU BERLUSCONI
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:05:03 GMT 



>> <_phoenix_@excite.it> ha scritto nel messaggio

>> > Lobotomizzate? Forse. Prendiamo Mario Rossi. Cittadino milanese. Paga le
> > tasse, butta la spazzatura e aiuta le vecchiette ad attraversare la
> > strada. Unico difetto: le sue inclinazioni politiche sono di qualche
> > grado tendenti sulla sinistra. Il nostro signor Rossi, si alza una
> > mattina e decide che deve istruirsi. Ignaro che qualcuno da anni ha
benissimo, niente di piu' facile....

>> > pensato a questa evenienza e ha costruito un infallibile sistema di
> > contrattacco, per colpire e neutralizzare la sua voglia di informazione.
????????????

>> > Ma seguiamo tutto passo per passo: Il signor Rossi si sveglia con fame
> > di sapere. Scende a prendere il giornale? Come abbiamo già visto è
> > improbabile. Però accende la tv! Si ritrova quindi davanti a un
improbabile  ?  e perche' ?
fara' quello che vuole....

Ahhhhh, avevo dimenticato il "sistema di contrattacco"  :-)

>> > agghiacciante dato di fatto: tre delle maggiori televisioni Italiane, e
> > recentemente tutte e sei, sono sotto il controllo dell' On. Venera.
> > Magnif. Sacr. Superlativ. Incomparab. Cav. Berlusconi. Preso dalla

.... e difatti fanno un informazione universalmente ritenuta piu'
libera e pluralista di quella della lottizzatissima RAI.

>> > rabbia si fionda in libreria, con ancora vivo in lui il desiderio di
> > farsi una cultura. Varcate le porte dell'edificio si trova davanti a una
> > marea di libri, di cui una considerevole parte della casa editrice
> > Mondadori, una delle maggiori d'Italia, subordinata anch'essa all' On.

Ancora il "sistema di contrattacco" ?

nulla gli impedisce di comprarsi i libri che vuole, compresi quelli
stampati dal sovvenzionatissimo editore di sinistra Einaudi.



On Sun, 18 Nov 2001 15:19:44 +0100, "rixandros"  
>Scusate se m'inserisco, ma così tante tutte insieme non le ho mai sentite.

non sei il solo   :-)

>"rizoma"  ha scritto nel messaggio

>> Caro Fabio, perchè credi che Berlusca abbia tagliato i fondi alla ricerca?
>> Nei paesi civili i fondi per la ricerca sono continuamente incrementati e
>> sono l'ultima cosa che si taglia anche in caso di crisi economica
>nerissima,


Difatti Berlusconi ha AUMENTATO i fondi alla ricerca, e  ha
sottolineato la necessita' di innovarsi, liberando, tra l' altro la
ricerca da raccomandati e pastoie burocratiche, che hanno provocato un
vero e proprio esodo di ricercatori italiani all' estero.

>> Se Kant ha definito l'appartenenza ad uno stato di minorità come
>> l'incapacità di servirsi del proprio intelletto senza la guida di un
>altro,
>> diremo che i nostri governanti mirano a mantenerci in uno stato di
>minorità


tipica citazione da Bignami, naturalmente usata a sproposito

>> con una morale da terzo mondo: ti dò la macchina, il telefonino, la
>> televisione e non scassarmi il cazzo, cissenefrega dei diritti civili,
>> dell'ambiente, della cultura, dell'energia alternativa, della ricerca per
>> migliorare e massimizzare le cure mediche?

stolido qualunquismo di sinistra :
Classiche puttanate ambientalistoidi antitecnologiche, tipiche dei
mentecatti analfabeti dell' estrema sinistra.


"rixandros"  
>Quindi secondo te -e temo non solo te- il telefonino, la macchina ecc sono
>in stretta relazione con la NEGAZIONE dei diritti?


ma certo !  :-)
e' il classico discorso comunistoide senza ne' capo ne'  coda :

I soliti attacchi all' eccezionale tenore di vita raggiunto dalle
popolazioni dell' occidente capitalista  (il cd. "consumismo"), e le
solite, farneticanti affermazioni secondo cui il benessere ci
renderebbe stupidi e menefreghisti ,  permettendo ai loschi
politicanti di fare i loro traffici. 

Come dare torto a questa scuola di pensiero post-comunista ?

Io, con televisione, satellite ed internet sono informato su tutto
quello che accade nel mondo, e, grazie al benessere ho la possibilita'
di istruirmi e dire la mia opinione.

Secondo i nipotini di Stalin,e, quanto vedo cugini di Bin Laden,   :-)
invece per essere "liberi" bisognerebbe essere dei poveri caprai
semianalfabeti e fanatici,  come i talebani, grandi amici dei kompagni
dei centri sociali, o , a scelta essere un meticcio morto di fame e
vivere in qualche baraccopoli di Calcutta, meraviglioso esempio di
societa' multirazziale, da loro auspicata per tutto il mondo.

Queste sono le persone istruite ed informate, secondo i Rizomi !
 :-DD



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Aberrante Antisemitismo.
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:05:03 GMT 

On Mon, 30 Sep 2002 17:45:44 GMT, diegoraveraNOSPAM@katamail.com
(sciacchetrà) wrote:

>La Libia, è in una botte di ferro. Adesso ha quote della Fiat e della
>Juventus, pare che la famiglia Gheddafi stia cercando di prendere il
>controllo di un club d serie B, sta lanciando progetti turistici
>compartecipati da capitali occidentali...
>Sai come funziona: la preoccupazione per la libertà e i diritti umani, per
>uno strano processo chimico, pare svanire al contatto con il biglietto
>verde!

Solite, qualunquistiche tirate dei kompagni.
Semplicemente, si effettua una distinzione tra paesi amici dell'
occidente e quelli che non lo sono.

Si sapeva benissimo che per gli islamici tutto il mondo occidentale
sia da distruggere, cominciando per il "grande satana" americano, ma
non mi sembra che si fosse parlato di guerra all' Islam prima degli
attentati alle torri gemelle.
Bush non e' un povero buzzurro irresponsabile come te, e sa di avere
sulle spalle la responsabilita' di un miliardo di vite (tutto il mondo
occidentale) e non se la sente di rischiarle tutte, a differenza di
voi kompagni che, a corto di voti promuovete immigrazione di LETAME
UMANO, condannando l' intera nazione ad un destino "multirazziale"
simile al Brasile pur di guadagnare qualche punto percentuale alle
elezioni.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Sat, 05 Oct 2002 02:05:05 GMT 

On Sun, 02 Sep 2001 11:31:19 GMT, marco  wrote:

>On Sat, 1 Sep 2001 18:15:17 +0200, "^^SpAwN^^"

>>"ridotta" potrebbe far pensare ad un passaggio da una epoca di maggiore
>>benessere che non e' mai esistita.

Durante le colonie i famosi "paesi poveri" sotto la competente
gestione delle nazioni occidentali avevano un livello di benessere
molto maggiore di quello odierno.
Dopo la "liberazione" dai "cattivi schiavisti" questi paesi sono
diventati gli immondezzai che sono oggi....



>Questo è il classico modo di vedere occidentale nonchè ottuso.
>La cultura degli occidentali è spesso di molto diversa da quella del
>resto del mondo.

Per nostra "sfortuna" siamo "ottusi" e ci siamo persi sacrifici umani,
incesto e cannibalismo delle meravigliose "culture extraeuropee"


>Esempio:
>In Africa, prima dello sfruttamento coloniale (che ha distrutto il
>continente dalle sue ricchezze), la gente viveva in mezzo alla natura
>e grazie alla natura.

ROTFL !!!!
solita tiritera antitecnologica dal solito demente ambientalista
terzomondista mentecatto-comunista  !!!


>La gente viveva (benissimo, forse meglio di noi oggi in mezzo a tanta
>*tecnologia*) a contatto con la natura, che gli offriva tutto ciò di
>cui aveva bisogno e quindi non aveva la necessità di cercare altro,
>quindi senzza necessità di uno sviluppa tecnologico.

Quindi abbiamo spiegato anche il perche'  le meravigliose "culture"
africane non inventarono ne' un alfabeto, ne' la ruota e siano rimaste
fino ai giorni nostri come tribu' di cacciatori-raccoglitori.  :-)

>Per millenni le persone hanno vissuto sempre così, le cose sono
>rimaste immutate.
....mentre in Europa l' uomo bianco progrediva !

come lo spiegate, con queste minchionate buoniste ?

>Prima della colonizzazione in Africa non c'erano i soldi, non
>esistevano i "mercati", esisteva il baratto, le guerre erano rare, non
>esisteva nemmeno la ruota per intenderci, ma non perchè la le persone
>era stupida me perchè non è servita. 

BWHAHAHAHAHAHAAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAH !!!
HAHAHAHAAHHAAHHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!


D' accordo la tua "teoria"  e' questa.

La mia e' che i negri, gli indios, gli aborigeni ed i negroidi non
bianchi in genere siano INTELLETTUALMENTE INFERIORI ai bianchi.


La mia teoria spiega esaurientemente sia perche' i non bianchi non
seppero sviluppare culture paragonabili a quella occidentale, sia il
perche' le colonie, dopo la "liberazione" dai bianchi andarono in
rovina, sia perche' il cosiddetto "terzo mondo" sia nelle condizioni
in cui e'  oggi, sia perche' le cosiddette "minoranze etniche" nei
paesi occidentali rimangano abbiano standard di vita bassi e tassi di
alcoolismo e criminalita' sproporzionatamente alti.
E' inoltre confermata da TUTTI i testi del Q.I. eseguiti su larga
scala comparativamente tra razze diverse.

La tua "teoria", come chiami quello sciocchezzaio buonista su cosa si
basa ?    Sulla tua fantasia ?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Sun, 13 Oct 2002 02:11:31 GMT 

On Tue, 8 Oct 2002 19:17:06 +0200, "^^SpAwN^^"
 wrote:


>"Romeo Caudan"  ha scritto nel messaggio
>> Durante le colonie i famosi "paesi poveri" sotto la competente
>> gestione delle nazioni occidentali avevano un livello di benessere
>> molto maggiore di quello odierno.
fatti incontrovertibili

>Ma ti prego, non diciamo bischerate.
>Durante l'epoca coloniale e' stato importato/imposto un modello di sviluppo
>ed organizzativo che non era proprio di quelle culture.
difatti il "modello di sviluppo proprio di quelle culture " era quello

del paleolitico  !!!

>Quel modello, efficiente dalle nostre parti, ha certamente costituito la
>base per la formazione delle classi dirigenti locali (Ghandi, un a caso, era
>laureato in GB) e soprattutto per la creazione di un modello di sviluppo che
>ha permesso l'introduzione di elementi fondamentali, come igiene, acqua
>disponibile, medicina scientifica, che a loro volta hanno agito
>poderosamente sull'andamento demografico di quelle popolazioni.
.... quindi, effettivamente la qualita' della vita era migliore di 
oggi, puoi arrampicarti sugli specchi, chiamando questo fatto una
"bischerata" ma non lo puoi cambiare.

>Finito il colonialismo, e' rimasto il tasso demografico elevatissimo che di
>per se' impedisce ogni ipotesi di crescita impedendo l'accumulazione
>procapite di ricchezza.
La morale, quindi e'che :
PRIMA dei bianchi, negri & co. avevano un tasso di natalita'
altissimo, bilanciato da una fortissima mortalita'.

DURANTE e DOPO i bianchi, la mortalita si riduce di molto, ma, 
dati gli "interessi culturali" di quelle popolazioni, resta il forte
tasso demografico.
Come risultato nascono troppi bambini e si fa la fame.

Quello che resta da chiarire e' il perche' qualcuno, per qualche 
motivo insista a scaricare la responsabilita' sui bianchi, il cui 
ruolo, nella storia di queste popolazioni mi sembra sia stato 
esclusivamente positivo.

>Cio' nonostante, proprio l'elemento demografico ci indica la qualita' delle
>condizioni *di vita* di quelle popolazioni.
>Come per ogni popolazione animale, il tasso demografico cresce laddove le
>condizioni permettano la sua crescita (in termini di nascite e di
>sopravvivenze ai cinque anni, e poi di allungamento della vita media).
Difatti per MERITO dei bianchi, i negroidi non muoiono piu' come 
mosche per ogni insignificante malattia. Il fatto che continuino a 
montare le loro donne come animali, mettendo al mondo milioni di 
piccoli affamati e', esclusivamente COLPA loro.

>Non esiste un *prima* meglio di un *oggi*
>Esiste un *oggi* appena meglio di un lunghissimo prima, quando dalle nostre
>parti l'oggi e' molto meglio del prima.
un insignificante giro di parole, che cerca di nascondere un fatto 
ovvio :  nella storia dei paesi in via di sviluppo i bianchi hanno
avuto un ruolo assolutamente POSITIVO, purtroppo inutilmente, perche' 
il bene creato dai nostri sforzi e' stato sommerso dalla disastrosa
stupidita' negroide.

>> Dopo la "liberazione" dai "cattivi schiavisti" questi paesi sono
>> diventati gli immondezzai che sono oggi....
>E secondo te la cosa e' dovuta a cosa, tanto per ridere?

dalla stupida incapacita' dei tuoi amici non-bianchi, e ridi pure
quanto ti pare.


>> >Esempio:
> >In Africa, prima dello sfruttamento coloniale (che ha distrutto il
> >continente dalle sue ricchezze), la gente viveva in mezzo alla natura
> >e grazie alla natura.


>> ROTFL !!!!
>> solita tiritera antitecnologica dal solito demente ambientalista
>> terzomondista mentecatto-comunista  !!!

>Si, tocca ROTFLare anche a me.
>La gente moriva come mosche, per le malattie piu' disparate (e' questa la
>prima causa del mancato sviluppo demografico dell'Africa), e si scannava
>regolarmente in guerre e guerrette.
come vedi la situazione era disastrosa, CVD.
Ma perche' insisti a cercare di negare quello che, anche tu devi 
constatare ?


>> > non
> >esisteva nemmeno la ruota per intenderci, ma non perche la le persone
> >era stupida me perche non e servita.

>Nessuna delle due.
>Perche':
> - non c'erano troppi materiali per construire una ruota
> - non c'erano troppi materiali per costruire un carro
> - non c'erano animali per trainare un carro
> - non c'era troppa roba da trasportare con un carro
> - non c'erano materiali adeguati per costruire strade adatte alle ruote

Come al solito si costruiscono delle farneticanti teorie ad hoc per 
cercare di spiegare che in Africa "non ci fossero materiali per 
costruire la ruota", non ci fossero materiali per costruire strade, 
carri, e, potremmo aggiungere che non ci fosse materiale per 
costruire aratri, telai, vasi di terracotta, tessuti, pelli conciate, 
latticini, metalli, vetro, pozzi, acquedotti, e mille altre conquiste
che i bianchi crearono millenni fa, e che negri, indios ed aborigeni 
non avrebbero mai potuto creare, anche avendo tutto il "materiale" 
del mondo a disposizione, ed il motivo e' scritto sotto:

diversamente da voi non ho bisogno di inventare ogni giorno una 
strampalata teoria, per giustificare la pazzesca idea dell'
uguaglianza di tutti gli uomini, a me basta UNA SOLA  teoria :

>> La mia e' che i negri, gli indios, gli aborigeni ed i negroidi non
>> bianchi in genere siano INTELLETTUALMENTE INFERIORI ai bianchi.
come confermato da TUTTI i test comparativi di intelligenza.

>E questa e' una cretinata che si commenta da sola.
>E che non mi mettero' per la millesima volta a spiegarti

COOOME ??  
Non inventi una nuova teoria ad hoc ??

Ed io che volevo sollazzarmi, alle vostre divertentissime arrampicate
di specchi, stavo aspettando l' ennesima castroneria, tipo Jared
Diamond, quello secondo cui i bianchi si sono sviluppati piu' di ogni
altra razza perche'  avevano i buoi ed il cavallo, oops ma cosa dico,
le razze non esistono, lo ha detto Cavalli Sforza, ma, anche se le
razze esistessero eventuali differenze fisiche non contano, differenze
culturali meno ancora, lo dice il "relativismo culturale", anche i
test per il Q.I non valgono lo ha detto J.Gould, e poi l' intelligenza
misurata dal Q.I e' una stronzata, meglio l' intelligenza
"emozionale", nessuno ha capito cosa sia, ma rende uguali bianchi e
negri, quindi deve essere vera per forza !!

Anche tu pero' non scherzi !  "i negri non inventarono la ruota
perche' non avevano il materiale" .Difatti le ruote europee erano di
legno, prodotto dagli alberi, che mi sembra che in Africa non
manchino, ma, aspetta aspetta, ecco lo spunto per una nuova teoria ad
hoc, fresca fresca:
"Con il legno degli alberi africani non e' possibile costruire ruote"


Perche non la mandi a Jared Diamond, cosi' la mette nel suo prossimo
libro !!             
 muahahahaahahah !!!!!!!!


>> E' inoltre confermata da TUTTI i testi del Q.I. eseguiti su larga
>> scala comparativamente tra razze diverse.

>Qualcuno vuol provare a fargli capire che *se* mi sottoponi ad un test per
>la rilevazione del QI in cui mi si chiedono di ordinare delle frazioni,
>*devo prima* conoscere il concetto di frazione?
Mi deludi !
Questa secondo cui i Q.I test siano culturally biased e' vecchia di
ormai una quarantina d' anni !
Voglio sentirne di fresche, come quella di Labov secondo cui i test
del Q.I misurano solo le abilita' logiche, per cui non sono validi !

Vedervi mentre vi scervellate a cercare mille scuse strampalate per
ostinarvi a negare un fatto semplice ed evidente e' veramente
divertente.

A proposito del cultural bias :  stranamente i test esclusivamente
logici, per cui non e' richiesta alcun tipo di cultura particolare
danno risultati analoghi ai vecchi test "biased", ma immagino che la
vostra fervida fantasia stia gia' covando una scusa anche per questo.
Inoltre i messicani immigrati, MOLTO piu' poveri dei negri americani,
con difficolta' anche a parlare l' inglese, li battono al Q.I test;
immagino che sia in arrivo anche qui una scusa campata per aria :
l'aspettero' con impazienza.
Le vostre deliranti teorie ad hoc sono meglio delle barzellette, e mi
tengono di buon umore.  Penso che, tra una ventina d' anni, quando
tutti saranno razzisti ci divertiremo a leggere le vostre farneticanti
castronerie, proprio come ci divertiamo a leggere degli strafalcioni 
degli pseudoscienziati del '700.

Un saluto.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Thu, 31 Oct 2002 00:47:11 GMT 

On Sun, 27 Oct 2002 16:57:50 GMT, "gp75it"  wrote:

>> >inserisci il sesto numero in questa sequenza:
> >1 1 2 3 5 ...
>> e' 8, classica sequenza di Fibonacci.
>Ha-ha! Ti avevo avvertito che c'era il trucco! Quella potrebbe anche non
>essere la sequenza di Fibonacci e potrebbe proseguire con un 9.
<..>

>> difatti i test tendono proprio ad evitare questo tipo di domande,
>> ripiegando per indovinelli con forme far ruotare, eccetera.
...difatti
>Anche in questo caso, chi ha una preparazione in campo artistico e/o disegno
>tecnico è avvantaggiato sulle domande che riguardano la rotazione di oggetti
tutti gli esperti di psicologia, che hanno lavorato, ormai da un
secolo ai QI test la pensano diversamente.
Anche i risultati dei test di messicani e pellirosse in Usa fanno
pensare diversamente :

Pur vivendo  in condizioni di disagio, culturale e sociale molto
peggiore dei negri, che, tra assistenza pubblica, crimine (che e' l'
occupazione principale dei negri, americani ed in tutto il mondo) e
comodi, tutelati lavori ai margini della societa' hanno tenore di vita
e scolarita' relativamente alti, li battono considerevolmente al QI
test (Eisenck).

>E' significativo anche il fatto che facendo abitualmente test di IQ
>l'intelligenza 'aumenta'.
Come e' normale.  Quindi che significherebbe ?
Che i bianchi si allenano tutti i giorni per far fare brutta figura
alle altre razze ?

>Se trovi qualche test che esclude i fattori culturali facci sapere!
Il Cattler, quello cui devi sottoporti per iscriverti al Mensa Club.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.cultura 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Sun, 10 Nov 2002 01:59:51 GMT 

On Thu, 31 Oct 2002 08:14:31 GMT, danilo.avi@libero.it (danilo) wrote:


>Io ho quest'impressione, che l'intelligenza sia quella cosa che si misura
>con il test del QI, e che il test del QI sia quella cosa che misura
>l'intelligenza.
>Hai una qualche definizione breve di intelligenza che prescinda dal test, e
>che sia ragionevolmente univoca?

chiaramente, affrontando a questo modo il problema non si risolve
nulla. E' chiaro come dare una definizione di  intelligenza sia un
problema estremamente complesso.

Non possiamo pero'  chiudere cosi' il discorso.

Date: i una definizione "univoca" di ricchezza o poverta', o di 
ignoranza, di felicita', di bellezza, di giustizia.

Sono concetti estremamente complessi, ed e' pretestuoso cercare di
chiudere il problema invocando la "non univocita'" delle definizioni
che diamo di esso.

Non sostengo che i test del Q.I siano supremi ed infallibili, ma sono
quello che abbiamo per misurare l' intelligenza, e, in mancanza dei
vostri fantomatici sistemi "univoci" dobbiamo usare quelli.

dato che siamo su un NG che si chiama it.SCIENZA direi di attenerci a
fattiscientifici.  La scienza, per misurare l' intelligenza utilizza
il QI.  Se questo non vi va bene chiedete al mago Oronzo di inventare
qualcosa di astrologico o parapsicologico
I bianchi hanno un QI medio superiore alle altre razze, e, guarda caso
sono i piu' ricchi e progrediti, e quelli con una civilta piu' antica;

E' un caso ?   NO !

sono la razza umana superiore a tutte le altre E lo hanno SEMPRE
dimostrato. punto e basta, i vostri contorcimenti per cercare di
negare questo semplice fatto si chiamano IPOTESI AD HOC, e sono
tipiche delle pseudoscienze e dei ragionamenti fallaci in genere.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza,it.cultura 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Sun, 10 Nov 2002 01:59:52 GMT 

On Sun, 03 Nov 2002 09:05:43 GMT, "gp75it"  wrote:
>> Anche i risultati dei test di messicani e pellirosse in Usa fanno
>> pensare diversamente :

>> Pur vivendo  in condizioni di disagio, culturale e sociale molto
>> peggiore dei negri,

>Davvero? Come misuri il disagio culturale e sociale?

Perfetto esempio di bispensiero :
contorcendoti per trovare una scusa per giustificare il basso Q.I dei
negri non hai saputo trovare altro che le "differenze culturali",
assumendo A PRIORI che tutti gli afroamericani siano, per tutte le
solite cause in condizioni culturali svantaggiate rispetto ai bianchi,
naturalmente per colpa dei bianchi stessi, of course :-)

ed ora, constatato che, in Usa esistono minoranze MOLTO piu'
svantaggiate dei negri (pellirosse isolati nelle riserve,
disoccupazione altissima, emarginazione, alcoolismo, messicani
immigrati, miseria totale, alloglotti ecc.), NATURALMENTE mi vieni a
dire che il disagio culturale e sociale non e' valido perche' non lo
si puo' misurare !

Insomma : tutto e' relativo !!!!!!! e te pareva !!!!!

Immancabilmente i bravi sindonologi della sinistra scelgono a loro
arbitrio quello che e' valido e quello che non lo e' !

Anche usare il disagio culturale e sociale dei negri per giustificare
il loro basso quoziente di intelligenza non e' altro che uno dei tanti
contorcimenti ed ipotesi ad hoc che la sinistra, immancabilmente
inventa per giustificare il fallimento totale delle proprie deliranti
teorie.

In realta' e' molto piu' plausibile spiegare ignoranza, miseria e
criminalita' con il loro basso Q.I, anziche' il contrario.
Il risultato dei test per l' intelligenza, del resto non fa altro che
confermare quello che la storia ha gia' dimostrato :
la civilta', la cultura e l' arte sono frutto dell' uomo bianco.
Negri, indios, aborigeni e razze meticce non hanno saputo creare nulla
di minimamente paragonabile a quanto creato dall' uomo bianco.
Tuttora le nazioni popolate da quelle razze inferiori sono sporche ed
in miseria, e quelli immigrati nelle nazioni bianche si sono,
puntualmente guadagnati lo strato sociale piu' basso.

Non riesco a capire perche' questa ostinazione a contestare i
risultati del QI test, che ha sempre dato risultati perfettamente
plausibili.


>Copio e incollo da http://www.mensa.org/info.html
>"The term "IQ score" is widely used but poorly defined. There is a large
>number of tests with different scales. The result on one test of 132 can be
>the same as a score 148 on another test. Some intelligence tests don't use
>IQ scores at all. Mensa has set a percentile as cutoff to avoid this
>confusion. Candidates for membership in Mensa must achieve a score at or
>above the 98th percentile (a score that is greater than or equal to 98
>percent of the general population taking the test) on a standard test of
>intelligence. [...] Mensa has no other eligibility requirements other than
>IQ testing. However, many tests are not valid for people under the age of
>16. You should contact the nearest Mensa office for more information."
>
>Come vedi si appoggiano anche a test standard, ne riconoscono le limitazioni
>e ne aggirano *una parte* utilizzando la tecnica statistica descritta.
>Inoltre sembra di leggere tra le righe che personalizzino almeno in parte il
>test ufficiale (significativo il limite di età applicato ad alcuni test),
>che *non è pubblico*. Il tutto in piena coerenza con l'ipotesi
>dell'influenza culturale sull'esito di queste prove.
>Inoltre:
>http://www.mensa.it/modules.php?op=modload&name=FAQ&file=index&myfaq=yes&id_
>cat=5&categories=E%27+possibile+misurare+l%27intelligenza%3F ultime righe:
>"Ma allora, se avete partecipato ad un certo numero di riunioni sociali del
>Mensa, sarete probabilmente convinti che i test di intelligenza non misurano
>correttamente l'intelligenza".


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Thu, 14 Nov 2002 15:23:34 GMT 

On Mon, 11 Nov 2002 17:27:45 +0100, "Franco Lanza (nextime)"
 wrote:

>a parte il fatto che gia questo discorso mi sembra un discorso da ignoranti 
>fanatici e fascisti, ma tralasciamo il particolare, ma vi rendete conto che 
:o)  facile chiamare "fanatico fascista" chi non la pensa come te.
prova ad argomentare qualcosa.......

>il QI NON e' certo una scenza esatta? tutt'altro.
nemmeno la medicina, per quello

Non per questo possiamo dire che sia qualcosa di inutile o che si
possa facilmente snobbare, come cercate di fare voi.

>Potrei anche dire, il QI lo hanno inventato i bianchi, quindi none' che si 
>calcoli con basi buone solo per loro?

BWHAAHAA !!
Sempre piu' ridicoli, sempre piu' persi nei vostri deliri !

Tra l' altro i bianchi hanno anche inventato TUTTO quello che esiste,
quindi non dovrebbe essere valido nulla, ha ma questo e' un discorso
logico, scusa, non ti offendere.

>Inoltre, se tu hai un QI alto, perche no la pianti di chiamarli "negri" e 
>inizi a chiamarli "neri" o "gente di colore" che almeno non e' offensivo?
li chiamo come mi pare, dato che non uso le ridicole foglie di fico
dei termini  politicamente corretti.

>a me sembrate tutti con un QI molto molto molto piu basso di ogni nero fino 
>a che continuatre questi discori medioevali.
Veramente, durante il medioevo  non si aveva alcuna nozione dei
concetti di ereditarieta', razza, specie od evoluzione.

Il razzismo scientifico inizio' a meta' dell'800, con C. Darwin
(razzista dichiarato)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Thu, 14 Nov 2002 15:23:36 GMT 

On Tue, 12 Nov 2002 09:24:22 GMT, g_perini@inwind.it (gp75it) wrote:

>Il 10 Nov 2002, 02:59, rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) ha scritto:
>[cut]
>> Perfetto esempio di bispensiero :
>> contorcendoti per trovare una scusa per giustificare il basso Q.I dei
>> negri non hai saputo trovare altro che le "differenze culturali",
>> assumendo A PRIORI che tutti gli afroamericani siano, per tutte le
>> solite cause in condizioni culturali svantaggiate rispetto ai bianchi,
>> naturalmente per colpa dei bianchi stessi, of course :-)

>Mi spiace deluderti ma la contorsione è esclusimente tua. Sei tu che non
>riesci a trovare un modo di dimostrare differenze medie nell'esito del QI
>tra popolazioni di ceppo diverso senza dover confrontare gruppi di individui
>con evidentissime disparità culturali. In questo modo non riuscirai mai a
>liberarti di questa empasse dell'influenza culturale sull'esito del QI, e le
>tue conclusioni resteranno infondate.

E' strano che "certe" popolazioni abbiano punteggi inferiori anche se
confrontate con altre, MOLTO piu' svantaggiate culturalmente, nel caso
citato messicani e pellirosse.
Naturalmente il caso citato da me non e' valido, volevo ben dire !
http://skepdic.com/adhoc.html

>> ed ora, constatato che, in Usa esistono minoranze MOLTO piu'
>> svantaggiate dei negri (pellirosse isolati nelle riserve,
>> disoccupazione altissima, emarginazione, alcoolismo, messicani
>> immigrati, miseria totale, alloglotti ecc.), NATURALMENTE mi vieni a
>> dire che il disagio culturale e sociale non e' valido perche' non lo
>> si puo' misurare !

>L'influeza delle condizioni socio-culturali sull'esito del QI è enorme,
>semplicemente non sono affatto convinto che un nativo che vive nelle riserve
>si trovi in un ambiente più svantaggiato di un nero che vive nel bronx, di
>un barbone o di chissachì, per quel che riguarda l'aspetto di sviluppo del
"non sei convinto" ?   
come vedi, alla fine, dietro i vostri roboanti discorsi ci sono solo
convinzioni personali.
I pellirosse, nelle riserve, vivono in un abiente di alcoolismo,
degrado e disoccupazione cronica; i messicani immigrati provengono da
un ambiente di miseria ed analfabetismo, inoltre hanno il famoso
handicap della lingua.
Ciononostante, entrambi battono i negri al Q.I. Test (Eisenck)

Questa e' l' ennesima conferma dell' inferiorita' dei negri, con buona
pace delle vostre convinzioni, teorie ad hoc ed arrampicate di
specchi.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Thu, 14 Nov 2002 15:23:32 GMT 

On Wed, 13 Nov 2002 06:43:35 GMT, zxzxzx@zxzxzx.zx (zxzxzx) wrote:

>On 12 Nov 2002 01:24:02 -0800, g_perini@inwind.it (gp75it) wrote:
>
>[Test "completa la sequenza"]
>> Come potremmo infatti dare torto
>>a qualcuno che completa la sequenza con un numero a caso?
se questa e' la concezione che avete della matematica vi faccio i miei
complimenti !

(E  lamentatevi se dico che delirate !)

>Matematicamente non si puo'. Per completare bisogna mettersi nella
>mente dello psicologo e indovinare cosa *lui* aveva in mente.
>E' quindi un test culturale!

Vinci il primo premio per le arrampicate di specchi !



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Mon, 21 Oct 2002 16:38:59 GMT 

On Sun, 13 Oct 2002 12:31:41 GMT, "Xam"  wrote:

>> > La mia e' che i negri, gli indios, gli aborigeni ed i negroidi non
> > bianchi in genere siano INTELLETTUALMENTE INFERIORI ai bianchi.

>Potrebbe anche essere vero, al di là delle idiozie scritte da Romeo. Il
>problema è questo: nella crescita mentale di un individuo (non sono io a
>dirlo) ha molta importanza l'infanzia. Un bambino nato in un paese avanzato
>si trova in un ambiente intellettivamente più stimolante di un bambino nato
>in un ambiente povero, per cui non mi stupirei se a livello statistico si

.... ennesima teoria ad hoc, abbastanza vecchia :

Cercate di mascherare le differenze di intelligenza con una semplice
differenza di istruzione, che, naturalmente dipende dalla classe
sociale. Quindi siamo arrivati ai dogmi comunistoidi classici : anche
l' intelligenza e' dovuta alla classe sociale, quindi, se i negri sono
piu' stupidi e'tutta colpa dei cattivi capitalisti razzisti bianchi.

benissimo, difatti i paesi occidentali sono ricchi da sempre !
Non si sono dovuti gudagnare nulla, e' bastato schioccare le dita ed
opla', magia !  siamo diventati tutti ricchi !

Guarda che l' Europa, fino al XVIII secolo non era precisamente un
paradiso terrestre, era un continente dove la maggior parte della
popolazione era formata da contadini analfabeti, poco "stimolati"
intellettivamente, denutriti ed esposti ad ogni epidemia.
E, purtroppo, le condizioni di vita per tutto il medioevo furono anche
peggiori : analfabetismo, dilagante anche tra ceti medio-alti,
carestie, epidemie, guerre continue e feroci.
A questo quadro non proprio incoraggiante si aggiunge l' opera della
chiesa che, solertemente processava ed intimidiva chiunque si
azzardasse a ricercare qualcosa di nuovo.

Ciononostante la produzione culturale del medioevo e' stata notevole,
pensate solo alle cattedrali gotiche europee, e provate a paragonarle
alle capanne di sterco dei vostri amici primati,"uguali a noi" ROTFL !

>possa notare una maggiore capacità di apprendimento in un uomo cresciuto in
>una società avanzata piuttosto che in un uomo cresciuto in una società
>arretrata. Se ciò è vero, significa anche se un indios nasce a New York
>probabilmente avrà maggiori capacità di apprendimento di un figlio di
>americani nato nel Burundi.
>
>Xam
>
>> > E' inoltre confermata da TUTTI i testi del Q.I. eseguiti su larga
> > scala comparativamente tra razze diverse.
>>
>> Qualcuno vuol provare a fargli capire che *se* mi sottoponi ad un test per
>> la rilevazione del QI in cui mi si chiedono di ordinare delle frazioni,
>> *devo prima* conoscere il concetto di frazione?
>> E che quindi *ogni* test per la rilevazione del QI e' bacato alla radice
>> dalla provenienza culturale dell'estensore e del candidato al test?


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.scienza 
Subject: Re: Il progresso ha aiutato i paesi poveri?
Date:  Thu, 24 Oct 2002 01:56:58 GMT 

On Mon, 21 Oct 2002 21:26:53 GMT, "Xam"  wrote:

>> >Potrebbe anche essere vero, al di la delle idiozie scritte da Romeo. Il
> >problema e questo: nella crescita mentale di un individuo (non sono io a
> >dirlo) ha molta importanza l'infanzia. Un bambino nato in un paese
>avanzato>> >si trova in un ambiente intellettivamente piu stimolante di un bambino
>nato>> >in un ambiente povero, per cui non mi stupirei se a livello statistico si
>> .... ennesima teoria ad hoc, abbastanza vecchia :

>Ad hoc? Ad hoc per fare cosa? Poi il fatto che una teoria sia vecchia non è
>certo un punto a suo sfavore.
i fatti demoliscono le vostre pseudo teorie, in realta'  CREDENZE,
naturalmente vi scervellate per cercare scuse che le giustifichino a
tutti costi.

>> Cercate di mascherare le differenze di intelligenza con una semplice
>> differenza di istruzione, che, naturalmente dipende dalla classe
>> benissimo, difatti i paesi occidentali sono ricchi da sempre !

>No...non hai capito un tubo del discorso che si stava facendo, del resto i
>tuoi paraocchi da comunistello te lo impediscono. Sarebbe quindi stupido
>perdere tempo con te.
No, ho capito benissimo, tante' che, di fronte ai miei argomenti,
solidi ed incrollabili hai abbandonato la discussione con la coda fra
le gambe.
Non preoccuparti : puoi unirti alla schiera delle intelligenze deboli
che gettano la spugna e mi killano :-)



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Perchè niente Europa per la Turchia?
Date:  Fri, 18 Oct 2002 02:13:59 GMT 

On Wed, 09 Oct 2002 21:45:43 +0200, Lewis Carroll 
wrote:

>On Wed, 9 Oct 2002 21:13:30 +0200, "anch'io" 
>>Perchè il consiglio d'Europa non ha fissato la data di ingresso della
>>Turchia nella Comunità?

perche' sarebbe un disastro

>>Cosa ne ostacola l'ingresso?
masse di milioni di meticci mediorientali che non aspetterebbero altro
per riversarsi in massa in tutta l' UE.
(gia' oggi la maggior parte delle carrette del mare partono proprio
dalla Turchia)

>ad esempio la pena di morte
balle


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: Di chi è la colpa della crisi Fiat?
Date:  Fri, 18 Oct 2002 02:14:03 GMT 

On Wed, 09 Oct 2002 21:02:22 GMT, Gordon Gekko 
wrote:

>> A
>> proposito di Alfa Romeo, per gli sprovveduti che propongono ora la
>> nazionalizzazione della Fiat, ma si ricordano come era ridotta l'Alfa Romeo?
>> Un carrozzone che succhiava il denaro pubblico, senza più nessuna
>> efficienza, ancora poco e avrebbe prodotto auto completamente fuori mercato.

>Ma allora perche' non l'abbiamo a chi offriva ben di piu' e l'abbiamo 
>regalata agli Agnelli?

cosi'  decise il grande "uomo" politico Prodi, piu' tardi ricompensato
con la poltrona di presidente del consiglio in un governo dove, chi
comandava realmente erano Agnelli, De Benedetti ed i poteri forti, non
certo i fantocci/fantozzi  di centrosinistra 


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: In Sud Africa tornano la fame e le guerre tribali
Date:  Fri, 18 Oct 2002 02:14:06 GMT 

On Mon, 7 Oct 2002 21:25:57 +0000 (UTC), "Palla Ovale"
 wrote:

>Quando in Africa australe comandavano i bianchi c'era prosperità.
>Adesso, con i neri che cacciano i bianchi dalle loro terre (nel silenzio
>più assoluto dell Sx Sanguisughe Rosse), si ritorna alla barbarie:
>http://eurosiberien.free.fr/textes/geopolitique/geo092002.htm

Come volevasi dimostrare.


E' successo in TUTTE le nazioni, popolate da negri o da meticci, dopo 
la cacciata dei bianchi.
Secondo i sinistri invece, i paesi africani fanno la fame.... per
colpa dei bianchi !

ma si sa che si tratta di individui al limite della malattia mentale.




From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: L'ORDA - Quando gli albanesi eravamo noi
Date:  Fri, 18 Oct 2002 02:14:15 GMT 

On Thu, 10 Oct 2002 17:52:30 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>Per avere la giusta prospettiva culturale consiglio a tutti di leggere
>il libro "L'ORDA - QUANDO GLI ALBANESI ERAVAMO NOI " di GianAntonio
>Stella - ed. Rizzoli.

ennesimo demente pseudointellettuale di sinistra che cerca, come al
solito la polemica, scrivendo cose assolutamente irrilevanti.
Questa abitudine della sinistra, di attaccare, ogni volta che si parla
di immigrazione, puntualmente la litania degli "italiani emigranti" e'
tanto ridicola quanto irrilevante.

Il fatto che gli italiani siano stati emigranti non toglie che l'
Italia non sia una terra di immigrazione, perche' non abbiamo ne' il
bisogno ne' la possibilita' di ospitare milioni degli indesiderabili
di cui il mondo intero vuole liberarsi.

Gli italiani, oggi, superate le difficolta' e la miseria si sono
integrati perfettamente nella struttura sociale dei paesi ospitanti, e
contribuiscono in maniera considerevole al loro reddito.
Gli immigrati terzomondiali non hanno ne' possibilita' ne' voglia di
fare altrettanto e la storia delle nazioni da cui provengono lo
dimostra largamente, azzerando puntualmente le vostre deliranti
chiacchiere buoniste.

>Si impara che siamo stati clandestini, 
>che avevamo degli "scafisti" che guidavano i clandestini attraverso
>Alpi e poi per far prima li buttavano nei burroni.
ed era colpa dei poveracci che emigravano ?
>Che per avere la nazionalità sposavamo prostitute negre statunitensi.
che schifo !  
>Che vendevamo i nostri bambini. 
>Che li marchiavamo per mandarli a mendicare. 
??  qui, tipicamente si sara' andato a pescare un paio di casi,
spulciando nella cronaca scandalistica dell' epoca. sempre in buona
fede, i kompagni.
>Che uno di noi fece saltare per aria Wall Street uccidendo 33 persone
>e facendo 200 feriti ottantanni prima di Bin Laden. 
>Che ci chiamavano scinnie, topi di fogna, mafiosi e figliatori come
>conigli. 
>Che eravamo i più analfabeti d'Europa 
>Che abbiamo esportato Cosa Nostra. 
solo negli USA.
Gli italiani sono il 7-8% della popolazione australiana.
Dovrebbe essere pieno di mafiosi se la mafia fosse legata
esclusivamente alla nazionalita' italiana, ma non e' cosi'.

>Che la Lega degli Stati UNITI , ossia il KKK, usava linciarci tra gli
>applausi dei benpensanti.
assolutamente falso.
>Ernesto


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: LO SCIOPERO
Date:  Tue, 22 Oct 2002 17:09:10 GMT 

On Sat, 19 Oct 2002 22:10:07 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>"pino"  wrote:
>>in splendida solitudine a combattere contro  (1) il governo del Polo"  (io
>>aggiungo: contro una finanziaria che ha diminuite le tasse ai meno abbienti)
>>(2) " contro una metà dell'ulivo e (3) contro Cisl e Uill". pino
non avevi sentito cosa dicevano i sinistri quando hanno inziato a
contestare Berlusconi ?

"vi vuole rubare le pensioni"  "fara' pagare le tasse solo ai poveri"

Il risultato e'che le pensioni sociali (quindi i ceti piu' deboli)
sono, finalmente aumentate a livelli DECENTI, e le tasse per i redditi
bassi sono diminuite !!!!

>Magari fosse così!
>Stando ai calcoli di Tremonti i cittadini con redditi mediobassi
......aumentati sotto l' illuminato governo di sinistra
>risparmieranno circa 166 euro in media all'anno.
CVD
>Solo l'aver messo i ticket sulle medicine per gli anziani (penso
>all'URODIE per la prostata) farà spendere circa 500 euro in più
>all'anno, se poi i pensionati dovranno fare un esame diagnostico
parli dei  ticket che il "grande governo" della sinistra aveva tolto 
UN MESE PRIMA DELLE ELEZIONI ?
vergognosa demagogia da quattro soldi !

>pagheranno fino a 70 euro a volta, le cure termali costano 140 euro!
>prova a fare le somme.... anzi le differenze!
cure termali ???
L' ennesima, indecente  mangiatoia con cui i governi delle banane 
italiani dilapidavano i fondi della sanita' !
Quella delle "cure termali" mutuabili e' la classica scappatoia con
cui i soliti furbi italiani si potevano fare le vacanze a Saturnia e
passare la parcella alle disastrate casse della sanita' pubblica.
Il governo Berlusconi ha FINALMENTE messo un tappo a quest' emorragia.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Fanno sparare i bambini...
Date:  Tue, 22 Oct 2002 17:09:13 GMT 

On Mon, 21 Oct 2002 09:39:40 +0000 (UTC), "Totaro"
 wrote:

>Ma questo GEntilini quando la smetterà? Ha rotto i coglioni...ci fa
>passare per fascisti incalliti. Io non mi reputo tale. Guardate e un pò

Gentilini e' una persona benvoluta e rispettata dalla gente, che porta
avanti una lotta contro immigrazione e criminalita' in modo energico,
ma accettabile.
E' un leghista della prima ora, fa guadagnare voti ed e' un
personaggio credibile.

Quanto alle armi per difenderci dalla delinquenza ed al clima da far
west che si sta instaurando, questo e' da imputarsi alla sinistra ed
alla dissennata politica di immigrazione di popoli sottosviluppati da
nazioni incivili.

QUESTA e' la causa, anche se i sinistri, puntualmente lo negano.


>situazioni violente, dalla città di Treviso giunge una proposta che
>appare, visto il momento, quantomeno paradossale: inserire come materia
>di studio, a partire dalle scuole medie, il tiro al bersaglio con
>pistola e carabina.

>Entusiasta, e non poteva essere altrimenti, il sindaco leghista
>Giancarlo Gentilini. Soprannominato “lo Sceriffo” per la sua “Tolleranza
>zero”, il primo cittadino di Treviso, teorico della razza Piave nonché
>fomentatore di odio xenofobo, ha usato parole encomianti nei confronti
>della proposta.
>
>“Saper maneggiare le armi è una virtù. Quando in un ambiente sicuro
>impari a conoscere un’arma capisci anche quali possano essere i rischi
>che corri se non la sai usare. E poi credete che sia meglio che i
>ragazzi giochino in strada con le pistole simulando la guerra o che
>sparino a un bersaglio con spirito esclusivamente agonistico?”


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: 66 mila clandestini rimpatriati
Date:  Tue, 22 Oct 2002 17:09:14 GMT 

On Sat, 19 Oct 2002 22:47:24 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>allevatore@all.it (Allevatore) wrote:
>
>>66 mila clandestini rimpatriati
>
>sbarcati: 880 mila.

Puntualmente la sinistra, anche se a parole contraria alla tratta dei
clandestini,  gongola e si frega le mani ad ogni sbarco, perche' sa
che saranno tutti voti facili, da comprare con un boccon di pane.

Come ho gia' detto l' unica soluzione e' quella di costruire campi di
detenzione e sbatterci dentro clandestini, cominciando con quelli piu'
indesiderabili.  
Lasciarli dentro un paio di mesi e liberarli, aspettando che se ne
vadano.

Se beccati ancora senza documenti,  ripetere il ciclo.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Borghezio condannato a cinque mesi...
Date:  Tue, 22 Oct 2002 17:09:15 GMT 

On Sun, 20 Oct 2002 23:33:56 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>>Dovremmo prendere tutti esempio e ripetere in gesto ciascuno nella propria
>>città, ma con i negri dentro stavolta.
:-)


>Tu sei nero dentro, mentre quella povera gente è solo disperata, come
>erano disperati i nostri nonni un secolo fa e c'erano altri STRONZI
>che dicevano che bisognava bruciarli tutti.

I nostri nonni hanno lavorato duramente e con competenza, ed hanno
contribuito a costruire societa' ricche e prospere.
Lo stesso hanno fatto i poveri immigrati irlandesi in Usa, ed i
galeotti inglesi in Australia.
Ovunque i BIANCHI hanno saputo trovare la forza e l' abilita' per
costruire societa' complesse ed efficienti, scrollandosi di dosso
poverta' ed ignoranza, anche quando avevano tutti contro.

Negri, negroidi e razze miste non sono stati in grado di fare
altrettanto.

A contare e' la razza.
Prendete atto della realta'.


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Borghezio condannato a cinque mesi...
Date:  Mon, 28 Oct 2002 01:09:57 GMT 

On Mon, 21 Oct 2002 23:32:10 GMT, ernesto.alto@libero.it (€rnesto)
wrote:

>"Stefano Busnelli"  wrote:

>>l'imbastardimento del nostro sangue e della nostra razza creatrice di
>>civiltà con cromosomi negri non sarebbe affatto una cosa positiva, sarebbe
>>anzi un grave crimine contro l'umanità permettere un simile scempio.

>CHE IGNORANZA!!!!!
ha parlato il "tuttologo"   :o]
>Non esistono cromosomi negri! Non esistono neppure geni negri! La
>razza umana è unaj sola! La differenza dei fenotipi è dovuta a una
>differente espressione quantitativa di geni uguali!

>Se prendono una goccia del tuo sangue e una goccia del sangue di un
>bel nigeriano nero-blu nessun genetista potrebbe mai dire quale sangue
>è il tuo e quale quello del nigeriano!
pero', esaminando lo scheletro od il cranio si potrebbe stabilirlo in
pochi minuti.
Questo dimostra che la vostra famosa "analisi dei geni" e'
assolutamente irrilevante.

Le razze e le specie sono create dal lento lavoro della selezione
naturale, che agisce in base alle caratteristiche fisiche;  per questo
dobbiamo basarci, per una ricerca obiettiva esclusivamente su di esse.
Se la vostra "analisi genetica" e' incapace di determinare l'
appartenenza di un individuo ad un certo gruppo etnico piuttosto che
ad un altro significa che, evidentemente ne sappiamo ancora troppo
poco in materia.



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Borghezio condannato a cinque mesi...
Date:  Mon, 28 Oct 2002 01:09:59 GMT 

On Tue, 22 Oct 2002 13:50:01 GMT, "brif"  wrote:

>La tua improbabile pura "razza creatrice" - in realtà - è un miscuglio di
>tutte le razze che nei secoli hanno percorso, conquistato, occupato
>l'Italia: dai barbari, ai normanni, agli arabi...
difatti il sud, etnicamente piu' vicino agli arabi e' piu' povero e
sporco del nord.  

CVD
>Il pescatore di Mazara, emigrato al nord, non è diverso - per "tipo" - dal
>tunisino che si trovava a pochi chilometri dalla sua casa siciliana.
I tunisini non sono stati invasi, nel medioevo da Normanni e Svevi,
come, invece successe ai siciliani, per loro fortuna.

>"scoperti" - come le Americhe -  o semplicemente percorsi, abbiano influito,
>attraverso le epoche, a forgiare le identità dei popoli, in un continuo
>movimento e in una perenne promiscuità.
certo, ma non possiamo non notare la differenza tra migrazioni di
popoli BIANCHI e migrazioni di negri e meticci, che hanno saputo
creare solo societa'- immondezzaio.
In tutto il mondo la mappa delle societa' civili e prospere si puo'
sovrapporre alla mappa delle societa' bianche :   
piu' negri, piu' miseria.

>Quindi stai tranquillo e preparati a convivere con i dodici/quattordici
>milioni di "negri" - dalla prima alla terza generazione - previsti per il
>2050.

Continua pure a sognare il mondo negrizzato ed islamizzato, carogna
preparati tu alla guerra civile ed alle fosse comuni, dove finiranno
tutti i tuoi negroni, alla faccia tua



From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: sono andato in azienda, ho trovato il picchetto
Date:  Tue, 22 Oct 2002 17:09:18 GMT 

On Fri, 18 Oct 2002 11:00:54 GMT, wirp2NO@SPAMlibero.it (wirp2) wrote:

>> Il picchetto, previsto dalla legge, è consentito fino a quando non venga
>> usata la forza.

>E' previsto dalla legge? Mi interesserebbe saperne di piu', non e' che
>avresti qualche riferimento a proposito?
non e' previsto da NESSUNA legge, ma, tipicamente i kompagni tendono a
far passare i loro comportamenti, violenti e sediziosi come "legali"
Dal punto di vista della legge e' una forma di manifestazione,
tollerata se non si utlizza violenza. per la definizione di violenza
dei kompagni vedi sotto....

>> Non possono impedirti fisicamente di entrare, possono porre in essere una
>> barriera, ma non impedirti di attraversarla, altrimenti sconfinano
>> nell'illecito.
E' chiaro che una barriera e' messa di proposito per impedirti di
passare, quanto allo "sconfinano nell' illecito" i kompagni hanno
sempre dimostrato di fregarsene, salvo quando faceva loro comodo.

>Non e' uso della forza? Ma concorderai nel dire che e' una forma di
>intimidazione?
>Puo' anche non succedere niente, ma non e' che uno ha voglia di correre il
>rischio di
>prendersi spintoni, calci o sputi per entrare in ufficio...
E' esattamente quello che i kompagni chiamano "protesta non violenta":
intimidazioni mafiose, e, naturalmente se il cittadino si ribella
entrano in azione le spranghe.....
Bisognerebbe mandare Placanica in borghese, a passare per un
picchetto, vediamo se i kompagni si rimettono a tirare estintori ! :-)

>Non ricadere nello schema del crumiro che va a lavorare per intascarsi la
>giornata di lavoro. Non funziona piu' cosi'.
>Uno non partecipa perche' puo' semplicemente non essere d'accordo sui
>contenuti>o sui metodi.
>Od anche perche' non prende il suo lavoro come otto ore del proprio tempo
>vendute>all'azienda, ma come responsabilita' da assumersi ed impegno da mantenere.
tutte cose che i kompagni non capiscono nemmeno !

Scioperate e distruggete la sporka societa' borghese !


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica.lega-nord 
Subject: Re: Lo sciopero generale della Cgil. L'Italia si ferma,
Date:  Mon, 28 Oct 2002 01:09:51 GMT 

On Fri, 18 Oct 2002 09:40:36 GMT, "Stefano Busnelli" 
wrote:

>Ma cosa avete da sciperare imbecilli?
>Contro il fatto che con la finanziaria hanno dato più soldi alle famiglie e
>meno alla confindustria?
>Contro il fatto che con la finanziaria per la prima volta hanno deciso di
>finirla con l'assistenzialismo al sud e permetterne lo sviluppo?

Caro Stefano, e da quando, secondo te i komunisti da operetta italiani
utilizzerebbero la logica ?

Non senti cosa dicono, i discorsi che fanno ?

L' ostinazione a negare la realta', a ripetere all' infinito le stesse
bugie, il modo di fare isterico, non ti sembrano segni di una 
SINDROME DELIRANTE  ?

>Siete proprio idioti, altrimenti non si spiegherebbe come mai vi siete
>ridotti a fare il girotondo con un regista invece di esprimere un leader ed
>un programma.

Fare scendere gente nelle piazze e' una delle grandi abilita' della
sinistra,  competenza e credibilita' decisamente non lo sono !

Ognuno fa quello un cui riesce meglio !   =o)


From: rcaudan@nowhere.com (Romeo Caudan) 
Newsgroups:  it.politica 
Subject: Re: [CONCORSO] Chi sarà il primo scemo a dire....
Date:  Thu, 31 Oct 2002 00:47:08 GMT 

>Ghepardo wrote:
>> ..che dietro l'azione terroristica di Mosca c'è la mano di Bush?
>> Resto in attesa, certo che qualche testa di cazzo dirà cose del genere.

...non dovrai aspettare molto, con tutti i mentecatti di sinistra
filoislamici che bazzicano da queste parti.......


On Thu, 24 Oct 2002 momo_gc  wrote:
>Ma non e' sempre colpa di BinLaden? Ecco dov'era finito!
>Resto in attesa, certo che qualche testa di cazzo dirà che e' colpa di
>BinLaden.
>Saluti

...... eccolo qui !!  :o)

DIFATTI i ceceni erano assieme agli afghani dalla prima ora,
utilizzano gli stessi metodi, ed il loro obiettivo e' lo stesso,
quindi parlare di complicita' di Bin Laden e' ovvio,  ma cosa importa
di questo ai sinistri ?

Loro si sono costruiti il loro mondo, tutto loro dove fanno galoppare
la fantasia, e sognano societa' multirazziali ricche e felici, il
famoso mondo comunista dove tutti sono uguali, il mondo ecologico
senza industrie dei verdi, i paesi africani che, liberati dai bianchi
divengono ricchie e prosperi e, naturalmente il trionfo della pacifica
e colta religione islamica   :o)

Quando tornano a contatto della realta' e vedono come vanno le cose,
allora rosicano !

E' per quello che sono sempre di cattivo umore e postano deliri sui
newgroup   !      =oD